Viaggiare News
News

TripAdvisor: 9 italiani su 10 disposti a sacrifici per viaggiare, cresce la voglia di riscoprire il Bel Paese

ta_logo_tagline_tm_rgbTripAdvisor®, il sito di viaggi più grande al mondo, ha annunciato oggi i risultati del sondaggio più grande al mondo su strutture ricettive e viaggiatori¹: il TripBarometer di TripAdvisor. L’indagine rivela le principali tendenze dell’industria del turismo e dell’ospitalità secondo più di 19.000 viaggiatori e  oltre 10.000 albergatori in tutto il mondo, con oltre 3.128 rispondenti italiani. Questo studio viene condotto semestralmente da TripAdvisor tra i propri utenti e i risultati sono analizzati dall’istituto di ricerca indipendente Edelman Berland.

I risultati del TripBarometer rilevano i trend a livello nazionale e globale nel settore dei viaggi, fornendo un punto di vista unico sullo stato attuale e sulle intenzioni future dei viaggiatori. Dallo studio emerge che:

  • I viaggiatori hanno modificato in maniera considerevole le proprie prospettive economiche, con i mercati emergenti di gran lunga più ottimisti relativamente all’economia mondiale e il budget degli italiani impattato solo parzialmente dalla situazione economica: più di 1 italiano su 2, infatti, manterrà nel 2014 lo stesso budget per i viaggi allocato nel 2013
  • Nonostante la mancanza di fiducia da parte di numerosi viaggiatori nei confronti dell’economia mondiale, andare in vacanza rimane una priorità e la maggior parte, tra cui gli italiani, sono disposti a fare sacrifici per poter viaggiare
  • Europa meta ideale per 1 viaggiatore su 3 a livello mondiale, mentre gli italiani sognano l’America del Nord
  • Più di 4 italiani 5 (83%) hanno pianificato almeno un viaggio in patria nel 2013

 

Situazione economica: ottimismo limitato ma budget di viaggio invariato per più di 1 italiano su 2

Se la situazione economica globale non ispira ottimismo tra i viaggiatori internazionali con solo un intervistato su tre che ha dichiarato di essere ottimista per il futuro, ancora più negativo è il quadro italiano, dove gli ottimisti sono solo il 7% dei rispondenti. È interessante però notare come questo si ripercuota in maniera limitata sulla spesa dedicata ai viaggi: più di 1 italiano su 2 (53%) manterrà infatti invariato il proprio budget  complessivo dedicato ai viaggi nel 2014.

Maggiore positività si riscontra tra i proprietari delle strutture ricettive: tra gli intervistati italiani, infatti, ben 1 su 3 (33%) ha dichiarato di essere abbastanza o molto ottimista relativamente alla profittabilità della propria struttura per il 2014.

A livello globale cresce la propensione alla spesa nei mercati emergenti, con l’Africa al primo posto per incremento del budget nel 2014 (59%), seguita da Sud America (48%) e America Centrale (47%).

Gli Italiani viaggiano in “casa”

Complici il patrimonio artistico e paesaggistico del Bel Paese e la vasta offerta turistica nazionale, più di 4 italiani 5 (83%) hanno pianificato almeno un viaggio in patria nel 2013. Tra i fattori che rafforzano il turismo interno, al primo posto si posiziona proprio il desiderio degli Italiani di scoprire il proprio Paese.

Sacrifici per viaggiare? Il gioco vale la candela

Qualche piccola rinuncia non pesa agli italiani se la ricompensa è un viaggio. Ben più di 9 italiani su 10 (92%) hanno infatti dichiarato di essere disposti a compiere qualche sacrificio per dedicare i soldi risparmiati a un viaggio.

Europa meta ideale per 1 viaggiatore su 3, mentre gli italiani sognano l’America del Nord

Esplorare il mondo rimane per il momento un sogno per molti viaggiatori, ma se potessero scegliere dove andare a prescindere da soldi e tempo la destinazione più apprezzata in tutto il mondo sarebbe proprio l’Europa, preferita da un terzo degli intervistati a livello globale (33%). Una ventata di ottimismo che, se confermata, potrebbe risollevare la fiducia del vecchio continente nella situazione economica futura.

Per quanto riguarda i desideri degli italiani, invece, l’America del Nord si posiziona al primo posto tra le destinazioni che vorrebbero visitare, figurando nelle preferenze di quasi un intervistato su 5 (19%).

“Il fatto che I viaggiatori internazionali abbiano intenzione di viaggiare in Europa nel prossimo anno rappresenta una grande opportunità per gli albergatori italiani che stanno sentendo il perdurare degli effetti della crisi. In particolare, l’incremento del budget di viaggio dei mercati emergenti come Africa, Sud America e America Centrale, è un dato interessante per gli albergatori che possono così rivolgersi in particolare a questi paesi per attrarne i viaggiatori” ha commentato Valentina Quattro portavoce di TripAdvisor per l’Italia. “Ma non solo! Anche gran parte degli italiani stessi pianifica di viaggiare in patria e farà qualche sacrificio per mantenere invariato il proprio budget di viaggio. Gli albergatori dovrebbero dunque prestare attenzione a questi segnali e prepararsi all’arrivo di viaggiatori nazionali e internazionali che potrebbero accrescere la loro redditività nel prossimo anno”.

 

 

CONDIVIDI:

Articoli simili

Nella Germania del Nord per godere di cultura, tradizioni, mare e natura

redazione1

Scatta il concorso del Consorzio All Inclusive Hotels “Una settimana da Dio”

redazione1

Luglio: al mare in Turchia con Turban Italia

anna.rubinetto

Scrivi un commento

Please enter an Access Token