Palais Hansen Kempinski Vienna: un gioiello dell’hotellerie di lusso nel cuore di Vienna

Palais Hansen Kempinski Vienna: un gioiello dell'hotellerie di lusso nel cuore di ViennaPalais Hansen Kempinski Vienna, l’ultimo nato in casa Kempinski, è l’hotel ideale per visitare  la città di Vienna, perchè è ubicato nel centro della città: con una breve passeggiata si raggiunge, infatti, il centro storico, dichiarato  dall’Unesco patrimonio dell ‘Umanità,  e la  Stephansplatz, dove si può ammirare la Cattedrale di Santo Stefano, grandiosa costruzione in stile romanico e gotico, simbolo della città.

Vienna conserva tuttora nei suoi monumenti e nelle sue chiese la maestosità e l’eleganza di capitale asburgica che ne fanno una meta da non perdere,  apprezzandone anche la vivibilità, che la pone al primo posto nel mondo per la qualità della vita.

Appena inaugurato, il nuovissimo hotel 5 stelle si trova sullo  Schottenring, a pochi passi dal Danubio, dal Museo di Sigmund Freud e dalla Rathausplatz e la sua ubicazione permette a chi vuole avere anche un assaggio della fastosità della corte imperiale asburgica di  raggiungere con l’efficiente  metropolitana il Castello di Schonebrunn, una reggia magnifica, che non ha niente da invidiare alla più famosa Reggia di Versailles.

Imperdibile  la sosta in uno dei famosi e storici caffè viennesi, un tempo luoghi di ritrovo e di scambi culturali, oggi l’ideale per gustare un buon caffè accompagnato da una fetta di strudel o di Sachertorte, leggere il giornale o semplicemente … guardarsi attorno, per ammirare le splendide decorazioni delle  pareti e ed i ricchi pavimenti di fine ‘800!

…ma ritorniamo all’hotel, un esempio di ristrutturazione ben riuscito, derivato dalla collaborazione tra l’architetto Boris Podrecca e lo studio austriaco di architettura Atelier Hayde Architektten, incaricati dei lavori dal Kempinski Group. Certo l’edificio aveva già una struttura di grande rilevanza architettonica, essendo stato progettato da famosi architetti, Heinrich Forster e Theophil  Edvard von Hansen, quest’ultimo responsabile anche della progettazione del Palazzo del Parlamento, del Palazzo della Borsa, del Museo delle Arti applicate, ecc. .

Dell’architetto danese Theophil  Edvard von Hansen rimangono nell’edificio l’elegante facciata in stile Storicismo Viennese, l’ampia lobby con le monumentali colonne, le eleganti scale dalle splendide ringhiere in ferro battuto. L’architetto dà, inoltre, il nome all’hotel e ad uno dei suoi ristoranti, il raffinato “Edvard”, nel quale l’atmosfera è elegante, grazie alla decorazione in stucco delle pareti e alle applique bianche, che risaltano sui mobili  in legno scuro e sugli elementi di arredo dal fresco colore verde lime. Il ristorante è apprezzato per il cibo di ottima qualità,  che permette di realizzare piatti leggeri e dal carattere innovativo, con l’uso  di erbe, fiori  e verdure fresche: lo chef Philip Vogel predilige i prodotti freschi della zona, per conservare la tradizione della gastronomia austriaca, dandole, però, un tocco di novità e di creatività.

croppedimage220150-Junior-Suite

Le 98 camere doppie e le 53 suites dell’hotel offrono quanto di meglio il design possa offrire, coniugando l’heritage del palazzo con le più moderne tecnologie: pensate che in ogni camera è disponibile per gli ospiti un iPad e, ovviamente,  la connessione Wi-fi, mentre gli eleganti arredi nei toni del marrone, del beige, dell’azzurro o del bordeaux, disegnati dall’interior designer francese Jean-Claude Laville, definiscono un’atmosfera accogliente ed estremamente di classe.

SetWidth1700-Pool

Arricchiscono l’offerta dell’hotel un altro ristorante, due bars, una cigar lounge, un fioraio, e, per i momenti di relax, un’ampia Spa, dove la decorazione in marrone e rosso e le lampade in stile orientale creano  un’atmosfera elegante ed accogliente, a disposizione degli ospiti dell’hotel ed  anche di ospiti esterni. Anche in questo spazio si nota l’attenta cura che il Kempinski Group riserva ai suoi clienti, proponendo massaggi di ogni tipo, bio sauna (mista o per sole donne), bagno turco, piscina ed un’accogliente area  relax.  Per i più dinamici, non manca una bella palestra, attrezzata con macchinari  italiani tra i più moderni e all’avanguardia.

Last, but not least, per raggiungere l’hotel dall’ aeroporto di Vienna sono sufficienti appena venti minuti, così … sei subito in  vacanza!

Foto by Palais Hansen Kempinski Vienna

By | 2020-06-09T22:03:49+00:00 giugno 2013|Hotel|