Viaggiare News
Ci siamo stati Destinazioni

Albarella: turismo slow alla Foce del Po

Albarella

Albarella è un’isola green nel Basso Polesine, un paradiso naturalistico in provincia di Rovigo.
Un luogo perfetto per rilassarsi a stretto contatto con la natura, un
territorio  genuino e autentico, che fa da spartiacque tra mare e laguna.
Il mare è l’Adriatico e la laguna è quella del Delta del Po, patrimonio Unesco.

Un gioiello naturalistico

L’isola di Albarella è privata. Fa parte del Gruppo Marcegaglia, che ha deciso di aprirla ad un turismo di qualità, non di massa, per mantenere integra quella dimensione magica che da sempre la contraddistingue. 

Con queste caratteristiche è particolarmente vocata al turismo slow, quello del turista che si muove a piedi, in bici e a cavallo nei tanti percorsi immersi nella natura che hanno contribuito a renderla una perla naturalistica.

La sua storia, come destinazione turistica, inizia nei primi anni ’70 e si è poi velocemente sviluppata fino alla realtà odierna, che comprende circa 3.500 ville ed appartamenti, per la maggior parte di privati, due alberghi (Capo Nord e Golf Hotel) con annessi ottimi ristoranti, un Centro sportivo, un porto turistico con oltre 400 posti barca, 24 campi da tennis in terra rossa, un maneggio dove è possibile seguire lezioni di equitazione, un campo da golf con 18 buche ed un parco giochi.

A tutto ciò si deve aggiungere un supermarket, una farmacia, un centro medico con la presenza di una ambulanza, vari bar ed un beach club & restaurant.
Sulla Piazzetta del Mercato c’è anche uno sportello bancario, un’edicola, un panificio e vari negozi con articoli sportivi, di abbigliamento, di calzature e borse.

In tal modo c’è tutto l’occorrente per garantire agli ospiti vacanze tranquille in assoluto relax ed esperienze indimenticabili, sportive, di shopping, fotografiche ed enogastronomiche.

I fenicotteri rosa presenti sull’isola

 Tra natura incontaminata e fenicotteri rosa

 Albarella si estende per 528 ettari coperti da macchia mediterranea, con circa due milioni di alberi che abbracciano moltissime specie arboree, tra cui il pino marittimo e il pioppo bianco, il “Populus Alba”, da cui l’isola prende il nome.

È anche l’habitat naturale per una variegata avifauna  tra cui gli eleganti e spettacolari fenicotteri rosa, ma anche di daini (circa 600 concentrati nella zona del campo da golf), lepri, fagiani, aironi, cavalieri d’Italia e scoiattoli che qui vivono in perfetto equilibrio con l’uomo.

Il progetto “Immersi nella Natura”

Da alcuni anni si sta sviluppando il progetto “Immersi nella Natura” che contempla una serie di interventi mirati alla riqualificazione del patrimonio naturale e ambientale dell’Isola, attraverso una concezione contemporanea del paesaggio e una nuova visione urbanistica.

Ci sono  tre boschi (dello Sguardo, dell’Anima e della Conoscenza) all’interno dei quali sono stati ritagliati spazi dedicati ai bambini e per il birdwatching.

Sono stati messi a dimora altri 1800 e passa alberi e più di 13 mila piante perenni e si é anche realizzato il parco giochi Albarella Land.
Del progetto fa anche parte l’opera White Sea realizzata dall’artista tedesco Nils-Udo. Si trova nell’area dei Fiordi, in prossimità della Via Undicesima.
L’ispirazione  è scaturita dalle meravigliose piante di pampa che l’artista ha scoperto dietro al Golf Hotel.

Albarella un piccolo gioiello naturalistico

Appena si varca il ponte carrabile che la collega alla terraferma, si ha l’impressione di entrare in un altro mondo.
Due le strade principali: Viale Toni Gardin (uno dei padri fondatori di Albarella), che attraversa tutta l’isola e la Strada dei Fiordi che ne tocca la parte più suggestiva, appunto quella “dei fiordi”, dove le case, per forme e colori, sembrano prese a prestito da quelle che impreziosiscono i fiordi norvegesi.
Molte hanno anche un piccolo giardino con accesso diretto alla laguna per garantirsi bagni fantastici e rilassanti nuotate.

Un anello ciclopedonale di 10 chilometri disegna l’intero perimetro dell’isola, dalla laguna al mare, toccando i punti più iconici ed interessanti, dove gli occhi scintillano al cospetto di panorami unici.

Per spostarsi si usano in genere bici e golf car elettriche. L’uso dell’auto è limitato all’ingresso e al raggiungimento della location scelta per le vacanze. Da giugno a settembre è pure in funzione un trenino con fermate in molti punti dell’isola.

Due hotel per una vacanza relax

Si può scegliere tra due alberghi quattro stelle (Capo Nord e Golf Hotel) e decine di case in affitto, di varie forme e dimensioni. Tutte dotate dei servizi indispensabili a garantire una vacanza in assoluta libertà.

Hotel Capo Nord di Albarella

L’Hotel Capo Nord dispone di 86 camere, con balcone o giardino attrezzato, che permettono di godersi la vacanza in spazi ampi e confortevoli.

Il Golf Hotel è un’oasi immersa nella natura. È affacciato sul campo da golf dove “vive”  in libertà una colonia di daini.
È una location ideale per gli appassionati del golf o per piccoli gruppi che optano per la formula bed and breakfast oppure mezza pensione.

Entrambi gli  hotel hanno ottimi ristoranti con chef di assoluto livello, che propongono una cucina di qualità.

Ulteriori Info: www.albarella.it

CONDIVIDI:

Articoli simili

Wonderful Indonesia

anna.rubinetto

Le Havre-Etretat Tourisme unisce due territori, per un viaggio tra cultura e natura

anna.rubinetto

Cosa vedere a Marsa Alam

anna.rubinetto

1 comment

Albarella: intermezzi gustosi nei ristoranti dell'isola - Sapori News Maggio 2022 at 9:48

[…] Albarella si possono degustare  intermezzi gustosi nei numerosi ristoranti […]

Rispondi

Scrivi un commento

Please enter an Access Token