Tunisia dà il benvenuto al nuovo anno con due imperdibili Festival culturali

La Tunisia volge uno sguardo ricco di entusiasmo al nuovo anno con due attesissimi appuntamenti durante il mese di gennaio: il Festival Internazionale delle Oasi di Tozeur e il Festival Internazionale del Sahara.

Oasi a Tozeur & danze tradizionali del Festival Internazionale del Sahara

La Tunisia si appresta ad accogliere molti visitatori provenienti da tutto il mondo che nelle prossime settimane si recheranno a Douz e Tozeur per assistere a due appuntamenti imperdibili con l’arte e la cultura locale: il Festival Internazionale delle Oasi di Tozeur e il Festival Internazionale del Sahara.

Dal 13 al 16 gennaio si terrà infatti a Douz – soprannominata “la porta del deserto” – il 49 ° Festival internazionale del Sahara. Per quattro giorni, Douz diverrà il luogo in cui si confrontano, in uno spirito non solo spettacolare, ma di orgogliosa manifestazione di identità culturale, numerose tribù nomadi del deserto, tra cui i Mrazigs. Uomini e donne del mondo delle dune e della sabbia arriveranno non solo dal sud della Tunisia e dell’area del Maghreb ma da diversi paesi africani e arabi.

Durante il Festival ai confini dell’oasi verranno piantate le tende (douar), e gli uomini del deserto giungeranno qui con i loro animali. Nel souk che già durante l’anno è sede del mercato più importante e frequentato del territorio verranno selezionati i più bei dromedari bianchi da corsa (mèharis) e i migliori levrieri da caccia (sloughis). Le strade si affolleranno di persone soprattutto lungo il percorso che attraversa il palmeto di Douz e che conduce nel grande spazio aperto di Hinich, ai margini della città. Qui i visitatori potranno assistere tutti i pomeriggi fino al tramonto alle tradizionali cerimonie dei matrimoni locali e potranno ammirare particolari scene di caccia. A queste rappresentazioni della vita sahariana si aggiungeranno delle mostre presso la grande scuola di Douz e presso il Museo del Sahara: qui sarà possibile  scoprire le arti popolari, le piante medicinali utilizzate dal popolo tunisino,  le varietà di datteri di Nefzawa e le bellissime creazioni artigianali della regione tunisina.

Dal 17 al 20 gennaio si terrà invece la 38° edizione del Festival Internazionale delle Oasi di Tozeur: quattro giorni all’insegna della danza, della musica e delle espressioni artistiche in uno dei luoghi più suggestivi del Paese, circondati dalle Oasi e dal fascino incontaminato della regione del Djerid.

Luogo ricco di poesia e di storia, Tozeur si prepara ad accogliere i visitatori del Festival che quest’anno si presenterà ancor più ricco di proposte e spettacoli. La città e le principali strade si riempiranno di gruppi folcloristici, incantatori di rettili e colorate sfilate di carnevale. I bambini potranno assistere a bellissimi spettacoli teatrali a cura del Centro Culturale di Tozeur, mentre il circo Paparouni e la splendida sfilata di majorette incanteranno il pubblico con straordinarie performance. Al calar della notte, poi, la città brillerà di mille luci e con il sottofondo di suggestive note musicali che termineranno alle prime luci dell’alba per godere del miglior panorama delle oasi di Tozeur.

L’autenticità e la tradizione di questi festival permetteranno dunque di mantenere e diffondere la conoscenza delle culture delle popolazioni nomadi del deserto sahariano, patrimonio imperdibile anche per tutto il resto del mondo.

Per maggiori informazioni: www.tunisiaturismo.it

By | 2017-01-05T12:39:50+00:00 gennaio 2017|Africa, Destinazioni|