Viaggiare News
DestinazioniEuropaSlide2

Embrace German Nature, viaggio nella Germania green

Torna anche quest’anno Embrace German Nature: un’avventura alla scoperta del ricchissimo patrimonio naturalistico della Germania, tra natura incontaminata ed animali selvatici e paradisi verdi creati dall’uomo, per viaggiare nella Germania green a contatto con la natura

Embrace German Nature viaggiare Germania

 

Embrace German Nature, in viaggio nella Germania più green

Embrace German Nature è la campagna dell’Ente Nazionale Germanico per il Turismo (Deutsche Zentrale für Tourismus, DZT) che valorizza la ricchezza e la varietà del paesaggio e della natura della Germania, dove circa un terzo del territorio continentale gode dello status speciale come “Paesaggio naturale nazionale” e dove si trovano 3 siti Patrimonio Naturale dell’Umanità, 16 Riserve della biosfera dell’UNESCO, 16 Parchi nazionali e 104 Parchi naturali che custodiscono ecosistemi e scenari unici.

Non solo foreste e montagne, laghi e fiumi, coste e isole, ma anche parchi, giardini e tranquille aree verdi che rendono più attrattive città moderne e vivaci come Berlino, Amburgo, Francoforte, Dresda:  Embrace German Nature vi invita a scoprire l’outdoor della Germania con per grandi e piccini, alla scoperta di tantissimi luoghi straordinari.

Antiche faggete della Germania (Patrimonio UNESCO dal 2011, ampliato nel 2017 e 2021)

Oggi le faggete di pianura con il loro aspetto selvaggio e romantico e il loro ambiente ricco e diversificato, sono una rarità naturalistica inserita nel sito transnazionale UNESCO delle “Antiche faggete primordiali dei Carpazi e di altre regioni d’Europa”. Le antiche faggete della Germania si localizzano nei Parchi Nazionali Hainich (Turingia), Kellerwald-Edersee (Assia) , Jasmund e Müritz (Meclemburgo-Pomerania Anteriore) e nell’area di Grumsin, nella Riserva della biosfera di Schorfheide-Chorin (Brandeburgo) .

Fra i numerosi sentieri escursionistici che permettono di visitare questi straordinari ambienti naturali ce ne sono diversi senza barriere ed accessibili anche a persone con disabilità che, ad esempio, salgono fra le chiome degli alberi e offrono prospettive nuove e sorprendenti sul mondo del bosco e le sue meraviglie  .

Parco di Muskau (Patrimonio UNESCO dal 2004)

Opera del geniale architetto paesaggista del XIX secolo, il principe Hermann di Pückler-Muskau, il Parco di Muskau è così armonioso da sembrare il dipinto di un pittore.

I suoi 830 ettari di superficie attraversati dal fiume Neiße ne fanno il giardino paesaggistico all’inglese più grande dell’Europa centrale : il suo palazzo è circondato da prati, boschi di alberi tipici della regione e punti panoramici con assi prospettici e spazi che danno un’illusione di verde infinito. Questo parco, situato a cavallo fra Germania e Polonia, è apprezzato anche come modello di collaborazione fra popoli europei, e può essere visitato in bici, carrozza, gommone e, in giorni prestabiliti, anche con il trenino a vapore .

Wattenmeer (Patrimonio UNESCO dal 2009)

Questo è un territorio davvero sorprendente, costantemente modificato dall’azione del vento e dall’alternarsi delle maree ed è anche la piana tidale – o piana di marea –  ininterrotta più grande del mondo : il Wattenmeer si estende infatti per circa 11.000 chilometri lungo le coste del Mare del Nord creando un paesaggio naturale fatto di spiagge sabbiose e bianche dune, prati salati e morbidi fondali fangosi, paludi salmastre e canali di marea. E’ un vero paradiso di biodiversità che  permette la sopravvivenza di oltre 10.000 specie animali e vegetali: un luogo di sosta per milioni di uccelli migratori, e di conseguenza un vero paradiso per biologi, birdwatcher e semplici appassionati .

Valle Superiore del Medio Reno (Patrimonio UNESCO dal 2002)

Tra Bingen, Rüdesheim e la storica Coblenza romana si estende la Valle Superiore del Medio Reno, uno dei paesaggi culturali più antichi e suggestivi di tutta la Germania: qui la natura si mostra in tutta la sua bellezza, con panorami incantevoli e vigneti ricchi di leggende, e lungo il corso del fiume si possono ammirare numerosi borghi pittoreschi  e castelli medievali che emergono dal verde.

Per scoprire queste meraviglie si può scegliere tra diverse opzioni: pedalare sulla Ciclabile del Reno, camminare sui sentieri escursionistici come il Rheinsteig e il William Turner, o salire a bordo dei battelli a vapore che navigano il fiume o dei treni che lo costeggiano dalle rive .

Parco Nazionale della Foresta Bavarese

Il Parco Nazionale della Foresta Bavarese è stato creato nel 1970, ed è il più antico parco nazionale tedesco, un paradiso per gli amanti della natura e dell’outdoor. Tra le sue zone più affascinanti si snoda il Trans Bayerwald, un itinerario circolare per MTB  di circa 700 km con 17.000 metri di dislivello totale, premiato con vari riconoscimenti prestigiosi come il “Goldenes Pedal 2020”, il Pedale d’Oro dell’ADFC della Baviera questo tour a tappe richiede una buona preparazione fisica, ma non presenta grandi difficoltà tecniche e offre panorami spettacolari che vanno dalle vette delle montagne alla pianura del Danubio.

Il suo percorso parte da Passavia, la città dei tre fiumi, e arriva a Furth im Wald, nota per l’antica tradizione popolare della caccia al drago – in programma dal 4 al 20 agosto 2023 – e si compone di due trail, differenti per ambientazione e difficoltà: il tracciato Nord (361 chilometri con 8.350 metri di dislivello) stupisce con la sua natura incontaminata, la pace dei boschi e le viste magnifiche, mentre il tracciato Sud (339 chilometri con 8.300 metri di dislivello) alterna salite impegnative e tratti più rilassanti, e tocca anche luoghi di cultura come castelli, conventi e abbazie.

Tesori underground

Viaggiare nella Germania green offre l’opportunità di scoprire anche tantissimi luoghi “segreti”: sono grotte, miniere e ambienti sotterranei di grande bellezza come il complesso ipogeo della Maximiliansgrotte, nel Parco Naturale della Svizzera Francone , vicino a Norimberga (Baviera). Qui grotte, cunicoli e gallerie si inoltrano nelle profondità della Terra, in un ecosistema delicato e affascinante formato nel corso di migliaia e migliaia di anni dall’azione dell’acqua e ancora oggi in continua trasformazione: i fini intrecci di stalattiti e stalagmiti, infatti, crescono di qualche millimetro ogni anno e modificano lentamente l’aspetto delle misteriose “figure” nascoste nella pietra che si mostrano ai visitatori della enorme grotta, lunga ben 1.200 metri. Con una guida è possibile scendere fino a 70 metri di profondità per ammirare le strane concrezioni calcaree avvolte dall’oscurità in un’avventura piena di emozioni e sorprese per grandi e piccini.

Sul sito dell’Ente Germanico per il turismo tante altre proposte

Sul sito Embrace German Nature l’Ente Nazionale Germanico per il Turismo suggerisce anche originali idee-vacanza e spunti per viaggiare nella Germania green e vivere le emozioni di piccole e grandi avventure in famiglia o con gli amici: tranquilli fiumi come l’alto corso del Danubio, l’Amper e l’Isar per chi ama la canoa e il kayak, torrenti impetuosi per chi preferisce il rafting, o anche luoghi in cui scoprire i ritmi lenti dell’acqua in house-boat come sui laghi del Meclemburgo, sul lago di Costanza o sul Lahn, affluente del Reno. 

Tantissime idee poi per seguire le tracce di bisonti, linci, procioni e altri animali selvatici nelle foreste, osservare il volo delle gru e degli uccelli migratori sul Mare del Nord  o il volteggio dei rari avvoltoi barbuti e di altri rapaci tra le cime delle Alpi, o ancora per organizzare escursioni anche a misura di bambino, con un asinello come compagno o una spettacolare cascata come obiettivo.

CONDIVIDI:

Articoli simili

Destinazioni italiane perfette per un weekend al mare

anna.rubinetto

Parte la prima stagione del nuovo Eden Village Cotillo Beach di Fuerteventura

claudia.dimeglio

In Sud Tirolo sulla Plose vacanze per tutti i gusti

claudia.dimeglio

Scrivi un commento