Tanto, sia in hotel che in appartamento, e anche la vita è molto costosa, ma tra feste e spiagge il divertimento non mancaPer pochi, non certo per tutti. Porto Cervo è una della località più conosciute della Sardegna, meta delle vacanze di vip e personaggi famosi: imprenditori, calciatori, attori, cantanti si danno appuntamento nella Costa Smeralda durante i mesi estivi e danno vita a feste ed eventi esclusivi.

Porto Cervo è nota anche per gli yacht di lusso che popolano sia il Porto Vecchio che il nuovo porto turistico, ma viene raggiunta da turisti (danarosi) e vip di tutti i continenti.
Raggiungere la Costa Smeralda in aereo è l’opzione più gettonata e il fatto che l’aeroporto di Olbia sia attrezzato per i voli privati consente di scegliere le date di partenza e di ritorno in base alle proprie esigenze. In questo senso suggeriamo di visitare la pagina FastPrivateJet.com, portale tra i più famosi per il noleggio di jet online, per valutare l’esborso economico necessario.
Ma l’esborso non riguarda affatto solo il volo, anzi: i costi per una settimana di vacanza a Porto Cervo sono davvero elevati e, prima di valutare una vacanza nella Costa Smeralda, è bene prendere in considerazione la spesa complessiva tra viaggio, pernottamento 

Quanto costa una settimana a Porto Cervo?

Diciamo subito che, secondo un’indagine della Codacons, Porto Cervo è la località più cara del mese di agosto in Italia. Secondo quanto riportato dall’associazione dei consumatori, il soggiorno di una settimana durante il mese di agosto in un appartamento da massimo 4 persone si aggira tra i 1500 e i 3000 euro, mentre per affittare una villa da 15 posti possono servire fino a 26mila euro a settimana.

Non è certo più economico alloggiare in hotel: a notte, i prezzi vanno dai 180 ai 470 euro circa. Una settimana, dunque, può costare dai 1200 a oltre 3mila euro.

Ai costi per il pernottamento dobbiamo aggiungere i costi per cibo e bevande, e anche in questo caso parliamo di prezzi altissimi. Il menù del Portico parla chiaro: un caffè accompagnato da mezzo bicchiere d’acqua può arrivare a costare 45 euro, mentre un gelato può toccare i 30 euro. L’aperitivo non scende al di sotto dei 40-45 euro e anche una semplice bottiglia d’acqua può costare 10 euro.

Insomma, parliamo di prezzi piuttosto alti, anche se del tutto normali per il tipo di località: Porto Cervo, dagli anni ’60, è la meta del jet set internazionale e simbolo del lusso.

Cosa vedere a Porto Cervo

Se i prezzi non spaventano, una vacanza a Porto Cervo può essere un’esperienza magnifica sia per chi ama le spiagge e la natura sia per chi ama la movida e la vita notturna.

Le spiagge a sud della cittadina, tra spiagge libere e attrezzate, sapranno soddisfare gli amanti del mare, così come le escursioni in barca (l’isola di Caprera è una delle mete preferite) e le immersioni.

Il Porto Vecchio e il nuovo porto turistico sono l’occasione per ammirare gli yacht dei vip, mentre gli amanti dell’architettura possono ammirare la Chiesa Stella Maris, progettata dal brillante architetto Michele Busiri Vici negli anni ’60 in stile “mediterraneo”; lo stesso architetto è responsabile degli alberghi Luci di La Muntagna e Romazzino.

Naturalmente, movida, feste esclusive, golf e shopping sono le attrazioni principali della Costa Smeralda e di Porto Cervo: tutto il jet set nazionale e internazionale si riunisce in locali come il Billionaire e il Just Cavalli per celebrare l’estate tra eventi sfarzosi e serate di gala.

In conclusione

Porto Cervo è sicuramente una delle mete più ambite dell’estate, ma anche una delle più care, la più cara secondo un’indagine del Codacons. Ci vogliono diverse migliaia di euro da spendere per trascorrere una settimana a Porto Cervo, a prescindere che si affitti un appartamento o si preferisca un hotel. Di sicuro, è un’esperienza consigliata soprattutto a chi vuol vivere la movida dei vip nelle sere d’estate e ammirare da vicino la “vita Smeralda”. 

CONDIVIDI: