In Turchia si viaggia ad Alta Velocità con Italcertifer

 Una nuova tratta ferroviaria per collegamenti sempre più veloci è stata inaugurata in Turchia. Un altro successo dell’italiana Italcertifer, società del Gruppo FS Italiane, che ha realizzato il nuovo progetto ad Alta Velocita. La linea, lunga 500 km tra Ankara e Istanbul, consente di ridurre la durata del viaggio tra le due città da 6 a 3 ore e 15 minuti ed è stata progettata e costruita in modo da renderla integrabile con la rete ferroviaria europea.

 Proprio Italcertifer, che nel 2010 aveva vinto la gara indetta dalla società committente, la Türkiye Cumhuriyeti Develet Demiryollari (TCDD), ha ispezionato e analizzato tutti i “sottosistemi” della linea (infrastruttura, sovrastruttura, energia, controllo-comando e segnalamento) certificandone la conformità ai parametri e alle specifiche tecniche europee.

Per questa nuova linea, TCDD aveva, infatti, deciso – in vista del futuro ingresso della Turchia tra i paesi dell’Unione Europea – di adottare come riferimenti normativi proprio le specifiche d’interoperabilità e le prescrizioni normative contenute nelle direttive della Commissione Europea, e di adeguarsi così al “processo di certificazione” previsto da tali norme, obbligatorio in tutti i paesi della UE, e su cui Italcertifer ha maturato grande esperienza per aver certificato l’intera rete ad alta velocità italiana.

A partire dal 2010 gli specialisti di Italcertifer hanno, quindi, svolto tutte le attività previste, in Italia (analisi dei documenti relativi al progetto) e in Turchia (prove e misure lungo linea e sui treni), dove hanno affiancato – a volte per lunghi periodi – i costruttori, i fornitori dei vari componenti (binari, catenaria, interlocking, sistemi di segnalamento) e i tecnici di TCDD incaricati del progetto.

 È anche grazie al rapporto di fiducia e stima instaurato con tutti questi interlocutori che l’avanzamento dei lavori, fino alla messa in servizio dell’intera linea, è proceduto nel rispetto dei tempi previsti .

www.fsnews.it

 

By | 2014-08-03T10:16:24+00:00 agosto 2014|Trasporti, Treni|