Viaggiare News
News tecnologia

10 aeroporti pazzeschi

 Avete voglia di un viaggio sensazionale e pieno di emozioni?
Incominciate dall’aeroporto!

Sembra strano, ma è proprio così: è ora di rivalutare gli aeroporti, che a causa di ritardi e fastidi vari sono sempre più bistrattati. Non solo: gli scali durante un viaggio si rivelano noiosi, e rallentano fastidiosamente la vacanza.

Ma ci sono aeroporti che, invece, sono in grado di rivoluzionare positivamente le nostre soste forzate. Vediamo quali e come!

1. Barra Airport – Scozia

E’ il solo aeroporto al mondo in cui gli aerei decollano direttamente dalla spiaggia: un’esperienza davvero incredibile! Con solo quattro voli al giorno – a causa delle alte maree –, è accessibile da Banbecula o Glasgow. Ma ricordate: ogni volo a giugno è puntualmente sold out. Organizzatevi per tempo.

2. Changi International Airport – Singapore

Decisamente il più sfarzoso: wifi gratuito, come i massaggi ai piedi, i film, le nuotate sul tetto e i giardini coperti. Se avete un po’ di tempo, poi, c’è un autobus che vi porta direttamente nel cuore della città per un tour di due ore.

3. Shipol International Airport – Amsterdam

Se amate i libri, questo è il posto giusto per voi! Vi aspetta “ProBiblio”, una biblioteca di 1200 volumi, nata nel 2010. Più di 20 le lingue disponibili, e non mancano i testi che vi insegnano qualcosa sulla cultura del posto. Se oltre alla lettura siete anche appassionati d’arte, il Rijksmuseum – museo nazionale olandese – vi regala una piccola mostra all’interno dell’aeroporto. A tutta cultura, insomma!

4. San Francisco International Airport – San Francisco

Volare è stressante, e questo aeroporto lo sa bene: non a caso è stata progettata una stanza per lo Yoga, all’insegna del silenzio, della meditazione e delle candele profumate. Il posto giusto per rilassarsi, altro che stress! In più troverete anche un museo con oltre venti pannelli artistici rotanti. Non vi sembrerà nemmeno di essere in aeroporto.

5. King Abdoulaziz International Airport – Jeddah

Jeddah, dopo Dubai, è la seconda città del business: il suo è un aeroporto “prezioso”, visto che resta aperto solo sei settimane all’anno. Lo scopo? Accogliere i pellegrini musulmani. Non a caso, il terminal sembra un accampamento di beduini, dove si può anche sostare prima di ripartire per La Mecca.

6. Munich Airport – Monaco

Un birrificio all’interno dell’aeroporto, giusto per farvi assaporare subito la vera atmosfera da Oktoberfest. La struttura, poi, merita senz’altro una visita, se avete un po’ di tempo in più.

7. Don Mueang International Airport – Bangkok

Che ne dite di un po’ di golf? Tra una buca e l’altra l’attesa diventerà un divertimento unico! I percorsi sono delimitati da spartitraffico luminosi, così non si rischia di invadere accidentalmente il campo sbagliato. Siete sicuri di volervene andare tanto presto?

8. Incheon International Airport – Seoul

Giudicato per ben sette anni il miglior aeroporto del mondo: appena entrati capirete perché! Una spa, pulizia e sbiancamento dentali, massaggi, utilizzo gratuito dei computer e persino una pista per praticare pattinaggio su ghiaccio: c’è di tutto per divertirsi e prendersi cura di se stessi. Se tanto mi dà tanto, non vorrete più uscirne.

9. Vancouver International Airport – Vancouver

Vi sembrerà di trovarvi in un vero acquario. Pesci di tutti i tipi, anemoni, meduse: galleggerete fra più di 5000 creature marine. Mentre aspettate il vostro volo, immaginate di fare un’immersione: in alternativa, potete anche rilassarvi nella fantastica spa.

10. Wellington International Airport – New Zeland

Avete presente il Signore degli anelli? Be’, sappiate che in questo aeroporto Tolkien è venerato come una divinità. Ad accogliervi c’è proprio la statua di Gollum, ma non una statuina qualsiasi: è alta più di 12 metri!

 

Fonte by Skyscanner

 

CONDIVIDI:

Articoli simili

Una vacanza in Europa tra i tesori dell’UNESCO

anna.rubinetto

L’Hotel Sport di Santa Caterina Valfurva propone pacchetti vacanze molto convenienti

redazione1

Nato sotto il segno dei… viaggi

anna.rubinetto

Scrivi un commento

Please enter an Access Token