Viaggiare News
TrasportiTreni

Paghi uno prendi due sulla Ferrovia Vigezzina-Centovalli

Nell’atmosfera invernale i paesaggi di montagna attraversati dalla Ferrovia Vigezzina-Centovalli sono ancora più magici. Fino a fine febbraio se ne può approfittare con la promo “Inverno per due”

La nuova offerta è pensata per far conoscere al grande pubblico uno dei momenti dell’anno in cui la linea italo-svizzera Vigezzina-Centovalli  (che ha da poco compiuto cento anni) può mostrare i suoi paesaggi più incantati.

I convogli bianchi e blu percorrono infatti un tragitto di media montagna in cui, favoriti dalla veste invernale della vegetazione, lo sguardo si spalanca verso le cime della Val Vigezzo e i borghi storici incastonati tra Italia e Svizzera.

L’offerta “Paghi uno prendi due”

Dal 10 gennaio e fino a fine febbraio è in vigore sulla Ferrovia Vigezzina-Centovalli la promozione per un viaggio nel cuore dell’inverno viaggiando in due e pagando un solo biglietto.

Nell’anno del suo centenario, la Ferrovia Vigezzina-Centovalli offre così una promozione inedita e particolarmente vantaggiosa: tutti coloro che acquisteranno due biglietti per la tratta Domodossola-Locarno o Locarno-Domodossola (validi uno o due giorni, con possibilità di effettuare una sosta intermedia) pagheranno la metà.

Le tappe del viaggio sulla Vigezzina-Centovalli

I due capolinea, Domodossola e Locarno, meritano una visita approfondita, anche nelle seppur brevi giornate d’inverno. Il capoluogo ossolano ha appena rinnovato una nuova porzione del suo centro storico, ampliando l’area chiusa al traffico veicolare: da Piazza Mercato, cuore pulsante della città, con una bella passeggiata tra palazzi storici e caratteristici vicoli è possibile raggiungere la rinnovata e pedonale Via Rosmini e da qui incamminarsi verso il sito Unesco del Sacro Monte Calvario, collegato ora al nucleo antico di Domodossola. La cultura è protagonista presso le splendide sale dei Musei civici di Palazzo San Francesco e presso il Collegio Rosmini dove fino al 5 febbraio è ospitata la mostra “Seitzinger alchemica”.

Locarno si presenta al viaggiatore con una doppia anima: romantica, grazie all’affaccio sulla sponda ticinese del Lago Maggiore, da ammirare passeggiando sull’elegante lungolago costellato dalle straordinarie fioriture delle camelie invernali, ma anche intima e storica, nei vicoli del cuore più antico, nella spettacolare Piazza Grande – una delle più belle di tutto il Canton Ticino – o ancora nel Castello Visconteo.

Altra meta imperdibile è il Santuario della Madonna del Sasso, in posizione panoramica con vista superlativa sul Lago Maggiore, raggiungibile a piedi o attraverso la caratteristica funicolare (a pochi passi dalla stazione ferroviaria). Per chi cerca benessere e relax il luogo cui puntare è “Termali Salini & Spa”, un paradiso con acque calde termali: un elegante percorso di design su due piani con acque saline naturali a 40°, bagno turco, sauna, getti e cascate per momenti rigeneranti vista lago.

Per i turisti ma anche per gli sportivi

La Valle Vigezzo è patria degli sport invernali, grazie alla stazione della Piana di Vigezzo, a 1700 metri di altitudine, in mezzo a boschi che in autunno offrono un magnifico foliage. Grazie ad una recente convenzione, i viaggiatori della Ferrovia Vigezzina-Centovalli possono fruire di sconti particolarmente vantaggiosi per avventurarsi sulle piste vigezzine (e viceversa, gli sciatori potranno fruire di promozioni per salire a bordo dei trenini).

In quota si arriva però non solo per sciare: ciaspole ai piedi, sono numerosi i percorsi adatti ad escursionisti anche non troppo esperti e l’iniziativa Il sabato alla Piana unisce golose proposte enogastronomiche a magiche escursioni notturne.

Per gli amanti delle attività outdoor lente, la Val Vigezzo offre una pista pedonale di quasi 15 km immersa in una pineta di abeti rossi, percorribile anche con le ciaspole: accesso principale a due passi dal centro di Santa Maria Maggiore, dove gli appassionati di sci stretti trovano anche le piste del Centro del Fondo.

Altri punti di interesse della Vigezzina-centovalli

Il centro principale della valle dei pittori, il borgo di Santa Maria Maggiore, accoglie il visitatore con un museo davvero unico, la Casa del Profumo Feminis-Farina (aperta ogni fine settimana), in cui si racconta la storia tutta italiana di uno dei profumi più antichi e più famosi del mondo, l’Acqua di Colonia, nata proprio qui grazie all’intraprendenza di due emigranti vigezzini.

Santa Maria Maggiore, inoltre, ospita nelle sale del Vecchio Municipio, ogni sabato e domenica fino al 19 febbraio, l’originale mostra Bestialità – Approcci seri e faceti agli “altri” animali di montagna e alcuni operatori del borgo (B&B e ristoranti) proporranno offerte speciali.

Valicando il confine, da Orselina (collegata a Locarno dalla funicolare) parte la moderna funivia che porta agli oltre 1300 metri di Cardada, dove fino a febbraio vengono proposte speciali escursioni serali al chiaro di luna.

Gli ingredienti per arricchire un viaggio già di per sé denso di meraviglia ci sono tutti: perché dunque non approfittare dell’offerta della Ferrovia Vigezzina-Centovalli?

Info e acquisto online su www.vigezzinacentovalli.com

Ugo Dell’Arciprete

CONDIVIDI:

Articoli simili

Un invito dal Brasile per partecipare al carnevale, la più grande festa del mondo (8 – 13 febbraio 2013)

redazione1

Airberlin ridefinisce gli incarichi del team italiano

anna.rubinetto

Italia e Francia collegate ancora più strettamente per l’intesa Thello-Trenitalia

redazione1

Scrivi un commento