Viaggiare News
Destinazioni

Marrakech svela i suoi tesori

Inaugurata dalla Royal Air Maroc la tratta Napoli – Casablanca

il direttore generale per l’Italia Mohammed Maali e Margherita Chiaromonte GESAC

Nel mondo vi sono dei luoghi-simbolo di cui tutti noi abbiamo sentito parlare o per aver ascoltato dei racconti della nostra infanzia o per aver letto dei  libri che ci portano in luoghi fantastici, un mondo lontano da quello che conosciamo, cosi diverso per usi, cultura e tradizioni. La nostra fantasia completa poi la rappresentazione di quello che immaginiamo essere reale. Uno di questi luoghi, che ognuno dovrebbe visitare almeno una volta nella vita, è Marrakech, al fine di verificare di persona se la città risponde o meno a come avevamo pensato che fosse. Quello che era un viaggio non da tutti ora è possibile effettuarlo comodamente e in tutta sicurezza grazie alla compagnia di bandiera del Marocco Royal Air Maroc che ha aperto il collegamento diretto da Napoli a Casablanca. I voli vengono effettuati il martedì, giovedì e sabato con partenza alle 17,35 e arrivo alle 20, l’offerta lancio a/r è di euro 120 tasse incluse. La coincidenza per Marrakech é poco dopo l’arrivo e, in men che non si dica, eccoci arrivati nella stupenda città rossa, la più importante delle quattro città imperiali.  Marrakech è una città di profondi contrasti, in cui la modernità è all’insegna della tradizione e nella quale convivono a stretto contatto l’estrema povertà dignitosa dei suoi oltre un milione di abitanti, con l’agiatezza di ricchi e facoltosi turisti che alloggiano in alberghi extra lusso o che frequentano i due campi da Golf.

Il lusso degli Hotel

Numerosi gli hotel di elevato standing, quali: Royal Mansour, La Sultana, Le Méridien N’Fis, Jardins de la Medina solo per citarne alcuni, nei quali si trova un servizio che negli alberghi europei, di pari categoria, difficilmente si può riscontare. L’ospite (e non il cliente) viene coccolato in ogni momento della giornata da personale poliglotta e estremamente gentile e cortese. I viaggiatori  del turismo d’alta gamma sono alla ricerca di offerte con una qualità molto elevata oltre a tutta una serie di richieste in servizi dall’alto valore aggiunto che le strutture alberghiere di lusso come il Four Seasons, La Mamounia,  Royal Palm e il nuovissimo Mandarin Oriental di Marrakech possono soddisfare grazie alla lunga tradizione di ospitalità e accoglienza del Paese. Altri importanti alberghi di catene internazionali apriranno nuove strutture nel prossimo triennio come: Ritz Carlton, Banyan Tree, Hilton, Oberoi, Hyatt. A questi alberghi si rivolge il turismo d’affari che richiede unicità di strutture ricettive dotate di ogni comfort e servizio.

Esiste poi anche una città che vive di notte, dopo il tramonto si apre il sensuale palcoscenico del Jad Mahal, nel quartiere residenziale dell’Hivernage, il quale più che un luogo è un’esperienza. Il bar e il ristorante sono illuminati solo dalle candele, i tavoli hanno poltroncine basse come da tradizione e le ballerine si esibiscono fra i clienti, ora con danze del ventre, ora con balli del folclore russo. Alcune portano in testa grandi vassoi ricolmi di candele accese. Poi, fra un ballo e l’altro, ecco gli acrobati mangiafuoco che si esibiscono in un giardino veranda. E poi…tanto altro !

Il fascino di Marrakech è indubbio, basta dire che per i primi sette mesi dell’anno insieme ad Agadir ha registrato il 60% dei pernottamenti.

Viaggi culturali e ambientali sotto tutti i suoi aspetti naturalistici, storici e gastronomici dove viene proposta un’esperienza in relazione diretta con le popolazioni locali; il viaggiatore chiede sempre con maggior frequenza esperienze di contatto diretto e un ritorno all’autenticità e alle tradizioni. Destinazioni e prodotti centrati sulla scoperta del patrimonio tradizionale, naturale e sull’ecoturismo, sono queste le principali richieste.
La conoscenza della cultura millenaria  alla scoperta della storia, tradizioni e costumi, sono i principali motivi che spingono a visitare il Marocco e le città imperiali. Di conseguenza Marrakech, Fes, Meknes e Rabat, ognuna è in grado di offrire un’esperienza diversa per vivere la natura e la cultura marocchina.

I principali attrattori del turismo marocchino sono quello culturale e naturalistico, la preservazione del patrimonio storico ed ambientale del Paese e l’adeguamento all’utilizzo delle risorse rinnovabili  sono una realtà che molti alberghi stanno promuovendo: 80 strutture ricettive dislocate in 25 città del Marocco, tra cui 34 a Marrakech, sono state insignite del label ecologico Clef Verte.

Il Marocco infatti è tra le principali mete eco-sostenibili del Mediterraneo grazie all’offerta turistica basata su esperienze autentiche e alla costruzione delle strutture ricettive secondo i criteri dell’eco sostenibilità. Sempre maggiori sono le richieste per la pratica del golf: clima eccezionale, diversità dei percorsi creati da famosi architetti e paesaggi meravigliosi hanno consentito a Marrakech di essere stata eletta, insieme al Marocco, dal’Associazione Internazionale dei Tour Operator del Golf (IAGTO) come migliore destinazione golfistica del 2015 dell’Africa, Paesi del Golfo e Oceano Indiano. Gli hotel e riad (appartamenti privati) dispongono di servizi adeguati alle esigenze degli adulti che dei bambini. Il Paese, proprio per la sua caratteristica fiabesca,  offre innumerevoli attrazioni per le famiglie e attività adatte per tutte le fasce d’età: dalla passeggiata in calesse a Marrakech; ai giri in quad lungo le spiagge; al trascorrere una notte nel bivacco tra le dune; all’escursione a dorso di dromedario.

Harry di Prisco

www.visitmorocco.com – www.espertidelmarocco-pro.it  – www.royalairmaroc.com

uno scorcio delle mure di Marrakech

 

 

CONDIVIDI:

Articoli simili

La Pasqua in Calabria: Arte e tradizione in una cornice speciale

redazione1

Cortina in pista: dalle festività sulla neve alle proposte di gennaio per la settimana bianca perfetta

anna.rubinetto

Nantes, città francese dallo sviluppo sostenibile

anna.rubinetto
Please enter an Access Token