Viaggiare News
Destinazioni Offerte e Last Minute

La Settimana Santa e la Pasqua a Gerusalemme di Viaggidea

Scoprire Gerusalemme è un’esperienza unica, da vivere almeno una volta nella vita e la Settimana Santa è il periodo migliore per visitare questa meravigliosa città, culla delle religioni monoteiste.

 Città Santa per eccellenza, in occasione della Pasqua Gerusalemme si anima di una moltitudine di eventi, mostre, concerti e tour a tema.

Le celebrazioni assolutamente imperdibili, coinvolgenti ed emozionanti, si snodano lungo tutta la Settimana Santa, a partire dal 24 marzo, domenica delle palme, per concludersi il 31 marzo, giorno di Pasqua.

Nel carnet di viaggio dei turisti che saranno in visita a Gerusalemme in occasione di questa festività non possono mancare le seguenti commemorazioni:

24 marzo – Domenica delle Palme: a Gerusalemme si celebra l’ingresso trionfale di Gesù, con una rievocazione lungo le strade della Città Vecchia, utilizzando foglie di palma e rami d’ulivo. La domenica pomeriggio si tiene una processione che parte dal Monte degli Ulivi (presso la Chiesa di Betfage, sul lato est del monte), passando per l’orto dei Getsemani, per arrivare alla Città Vecchia. In occasione della processione, i turisti hanno la possibilità di visitare anche il villaggio di Betania (con la Chiesa e la Tomba di Lazzaro) e le tombe dei profeti Aggeo, Zaccaria e Malachi, poste sul versante ovest del Monte degli Ulivi.

29 marzo – Venerdì Santo: il Venerdì Santo si commemora la crocifissione e la sepoltura di Cristo, al mattino con una processione lungo la Via Dolorosa di Gerusalemme, il cammino compiuto da Cristo con la croce, mentre nel pomeriggio c’è una processione che termina alla Chiesa del Santo Sepolcro.

31 marzo – Domenica di Pasqua: processione del Patriarca Latino alla Chiesa del Santo Sepolcro, letture plurilingue del Vangelo sulla Resurrezione e celebrazione della Messa di Pasqua.

Nel Museo d’Israele di Gerusalemme, inoltre, è possibile visitare la mostra dedicata a Erode il Grande: centrata sulla scoperta sensazionale della Tomba di Erode a Herodion, finalmente resa visibile dopo 40 anni di ricerche e scavi diretti dal Professor Ehud Netzer e dal suo team dell’Università Ebraica di Gerusalemme, questa mostra rivoluzionaria, che esporrà oltre 100 reperti archeologici unici, permetterà di ammirare il ritratto profondo e multi sfaccettato di un re le cui gesta cambiarono per sempre il corso della storia.

In occasione della Pasqua (ma anche per tutto l’Anno della Fede), la Municipalità di Gerusalemme organizza, inoltre, tour sulle orme di Gesù.

1) Via Dolorosa e Betlemme

Camminare attraverso la Via Dolorosa (Via Crucis), nella Città Vecchia di Gerusalemme, per arrivare alla Chiesa del Santo Sepolcro, il luogo dove secondo la tradizione Gesù fu crocefisso e sepolto; poi recarsi a Betlemme e visitare una delle chiese più famose al mondo, la Chiesa della Natività di Betlemme, il luogo dove nacque Gesù. Questo è l’itinerario del tour che porterà sulle orme di Gesù a Gerusalemme e a Betlemme. Si potranno esplorare i siti più importanti di Gerusalemme, iniziando dal Monte degli Ulivi per godere una straordinaria vista panoramica della città. Si visiterà il Giardino dei Getsemani e la Tomba di Maria per poi entrare nella Città Vecchia di Gerusalemme attraverso la Porta dei Leoni, una delle più importanti della città. La Via Dolorosa sarà percorsa attraversando le stradine della città, seguendo il percorso fatto da Gesù. Un tragitto composto dalle 14 Stazioni della Via Crucis o Via Dolorosa che termina alla stazione finale: la Chiesa del Santo Sepolcro. Questo tour prevede una sosta per un tipico pranzo mediorientale in un rinomato ristorante locale, per poi proseguire alla volta di Betlemme. Qui si visiteranno la Chiesa della Natività e i luoghi limitrofi. Durata approssimativa del tour: 10 ore.

2) Masada e il Mar Morto

Questo tour permette di visitare il Mar Morto, passando per il Monte degli Ulivi. Si passerà da Gerico alle Grotte di Qumran, il luogo dove sono stati scoperti i famosissimi Rotoli del Mar Morto, per le montagne del Deserto della Giudea in direzione di Masada, la fortezza romana vecchia di 2000 anni e situata sulla cima di un’altura desertica e scoscesa sul Mar Morto. Masada si raggiunge utilizzando una funivia; qui si avrà la possibilità di imparare la storia della fortezza romano-giudaica che tante battaglie ha visto e subito. Il tour termina sulle rive del Mar Morto, il punto più basso sulla Terra (422 metri sotto il livello del mare).

3) Gli hotspot di Gerusalemme

Questo tour accompagna i pellegrini in un viaggio indietro nel tempo alla scoperta dei luoghi sacri, della Città Vecchia, dei panorami e delle meraviglie archeologiche di Gerusalemme. Il tour inizia al Monte degli Ulivi per una vista panoramica mozzafiato su tutta la Città Antica. Seguirà una visita alla Chiesa di Dominus Flevit e al Giardino dei Getsemani. Il tour prevede poi una visita alla Tomba di Maria e al complesso sul Monte Sion. Lì vicino c’è il famoso Dormition Abbey, considerato il luogo dove Maria passò gli ultimi istanti di vita. Qui si visiterà la Tomba di Davide. Il tour continuerà attraverso le strette e folkloristiche stradine della Città Antica fino al Quartiere Armeno. Si proseguirà poi alla volta del Quartiere Cristiano, seguendo il percorso della Via Dolorosa (o Via Crucis) e visitando il Santo Sepolcro, la Chiesa che marca il luogo dove tradizione vuole che sia stato crocefisso e sepolto Gesù Cristo di Nazareth.

Per i turisti che desiderano trascorrere la Settimana Santa a Gerusalemme, ecco una proposta di viaggio 4 giorni/ 3 notti, preparata dal Tour Operator Viaggidea (www.viaggidea.it): costo del pacchetto a partire da 519 € a persona, comprensivi di volo a/r, assistenza all’arrivo, transfer da e per l’aeroporto, pernottamento e colazione, visita guidata di Gerusalemme, biglietto per lo spettacolo Suoni e Luci alla Torre di David.

CONDIVIDI:

Articoli simili

Brasile: le città Top Green Destination

anna.rubinetto

In Alta Badia un’isola verde car free

claudia.dimeglio

Prato Nevoso: il Magico Paese di Natale … a luglio!

anna.rubinetto

Scrivi un commento

Please enter an Access Token