Viaggiare News
Destinazioni Hotel

Ospitalità d’eccellenza tra arte, design e fine dining al Byblos Art Hotel Villa Amistà

Nel panorama verdeggiante della Valpolicella, conosciuto in tutto il mondo soprattutto per le sue eccellenze enologiche, sorge il Byblos Art Hotel Villa Amistà, un vero punto di riferimento nel mondo dell’accoglienza di lusso che coniuga egregiamente l’amore per l’arte, il design e il fine dining. 

A pochi chilometri da Verona e altrettanto vicino al Lago di Garda e a Venezia, il Byblos Art Hotel Villa Amistà sorge proprio all’interno della cinquecentesca Villa Amistà di Corrubbio di San Pietro in Cariano, originariamente disegnata dall’architetto Michele Sanmicheli e che nel 2005 è stata completamente restaurata dalla famiglia Facchini, proprietaria del fashion brand Byblos e collezionista di arte contemporanea.

Il progetto 

Innamoratasi di questo luogo dall’atmosfera senza tempo, i Facchini hanno deciso di crearvi qualcosa di unico e speciale, dando vita ad un hotel 5 stelle lusso in cui si trovano 58 camere– suddivise tra varie tipologie – tutte studiate e realizzate grazie all’estro del famoso architetto milanese Alessandro Mendini.

In ogni stanza e nel grande salone di ingresso, sovrastato da un gigantesco lampadario Cà Rezzonico in vetro di Murano di Barovier e Toso, arredi e complementi dei più importanti designer internazionali (tra i quali Gio Ponti, Eero Saarinen, di F.L. Wright, Aldo Rossi, Philippe Starck, Ron Arad, Gaetano Pesce, Anna Gili, Patricia Urquiola, Harrison & Gil, Marcel Wanders, Ettore Sottsass, Luca Scacchetti) convivono con le opere d’arte in un insieme armonico in cui ogni dettaglio è espressione dell’infinita passione per il mondo artistico che sottende a tutto il progetto Byblos Art Hotel.

L’arte si respira in ogni angolo Byblos: dalla sala centrale, un tempo sala da ballo della villa, alla reception, passando per il ristorante e gli imponenti corridoi che conducono alle stanze della villa e che sono a tutti gli effetti un vero e proprio museo che custodisce oltre 150 opere di artisti che stanno scrivendo la storia dell’arte contemporanea internazionale come Marina Abramovic, Vanessa Beecroft,  Peter Halley, Demian Hirst, Anish Kapoor Marc Quinn e Cindy Shermann, solo per citarne alcuni.

La proposta gastronomica del Byblos 

E di arte al Byblos si può parlare anche in cucina. Il Ristorante Amistà (che vanta una stella Michelin) guidato dall’Executive Chef Mattia Bianchi, presenta infatti una proposta gastronomica celebrativa delle tradizioni del territorio che vengono però reinterpretate in chiave contemporanea dedicando una particolare attenzione a ingredienti locali e stagionali.

Come un artista capace di suscitare emozioni, così lo chef crea i suoi piatti: ricercati e prelibati, colorati ed energici, vere e proprie creazioni d’arte per la vista e il gusto, basati su sapori veri, genuini e rassicuranti.

I tre nuovi percorsi degustazione Valpolicella&Friends, Best Of e AMISTÀ 3 sono pensati per regalare al commensale una vera e propria esperienza sensoriale attraverso il cibo apprezzando le eccellenze vitivinicole della Valpolicella accuratamente scelte e proposte in abbinamento dal sommelier.

Il nuovo Garden Restaurant 

Per gli ospiti della villa, ma anche per gli esterni, che volessero poi assaggiare i piatti dello chef Bianchi in chiave più “informale” il Byblos ha proprio recentemente inaugurato il magnifico Garden Restaurant, il nuovo bistrot con cucina outdoor che offre la possibilità di pranzare o cenare immersi nella natura rigogliosa che circonda l’elegante villa cinquecentesca dell’art hotel godendo della bellezza e dei profumi delle imponenti piante secolari e dei roseti.

L’arte del benessere al Byblos Art Hotel

L’esperienza artistica nella villa prosegue poi anche all’interno della “ESPACE Byblos”, l’intima ed esclusiva Spa con centro benessere in stile pompeiano con mosaici e affreschi tipici delle domus romane, che propone agli ospiti un solarium, una zona relax con vitality pool, una sauna, un bagno turco, un idromassaggio, chaises-longue mosaicate, attrezzature fitness Technogym e un’ampia proposta di preziosi trattamenti per il benessere psico-fisico firmati La Maison Valmont (l’unica spa del Veneto al momento a poter annoverare la partnership con il prestigioso brand svizzero) e Comfort Zone.

Completano l’esperienza al Byblos Art Hotel il grande parco progettato dall’architetto Gianfranco
Paghera che accoglie la piscina esterna affiancata dal Pool Bar e l’antica cantina quattrocentesca a volta con oltre 400 etichette del territorio e internazionali perfetta per gli appassionati di degustazioni guidate.

CONDIVIDI:

Articoli simili

Holder’s Season 2013. Compie 20 anni il festival di musica e teatro che tornerà a Barbados dal 9 al 23 marzo.

claudia.dimeglio

Alla scoperta di Asti, scrigno di cultura ed enogastronomia

claudia.dimeglio

Pila: ferragosto all’insegna del trekking

anna.rubinetto

Scrivi un commento

Please enter an Access Token