Viaggiare News
Destinazioni Europa

Alsazia, la regione francese che è una vera scoperta!

Per chi ama destinazioni vicine all’Italia, che offrano cultura, storia, paesaggi magnifici, foreste dall’atmosfera magica, gastronomia e vini di alto livello, oltre a tradizioni ben conservate,  custodite gelosamente dagli abitanti… niente di meglio dell’Alsazia, la piccola regione francese che ha come capitale Strasburgo!

Una delle maggiori attrattive della regione è un’enogastronomia molto varia e basata su eccellenti prodotti a km 0, tanto da poter vantare ben 30 chef  stellati, a cui la famosa guida Michelin ha attribuito l’ambito riconoscimento, e una Strada dei Vini dal terroir unico,  caratterizzato da 50 ottimi Gran Cru.

Per apprezzare la cucina della regione imperdibile una sosta all’Auberge de l’Ill a Illhaeusern, da 50 anni gestito dalla stessa famiglia: nel suo ristorante, insignito di tre stelle Michelin, lo chef Marc Haeberlin propone piatti deliziosi e creativi, seguendo le orme della sua bisnonna, patron del piccolo auberge « A l’Arbre Vert ».

 Le ricette d’una volta sono rimaste, esaltate anno dopo anno da ogni discendente. Per l’occasione, il ristorante si è rifatto il look con la « Pièce Alsacienne», un’opera d’eccellenza ! Gli ebanisti hanno impiegato due giorni interi per collocarla: una superficie intarsiata di 21 m², realizzata da Fabar, Ébanisteria di Barr e dal « miglior artigiano di Francia », Michel Wagner, riveste il muro curvilineo della Pièce Alsacienne dell’Auberge de l’Ill. « Un piacere artistico e culturale » dichiara estasiato Marc Haeberlin « E’ unica e scintillante di foglie d’oro ». www.auberge-de-l-ill.comAlsazia, la regione francese che è una vera scoperta!

Per il 2018-2019 grandi progetti per il Parc Hotel Obernai, struttura familiare iconica della Strada dei Vini d’Alsazia!  Sarà, infatti, realizzata una Spa innovativa, il cui progetto è affidato allo studio SIEGRIST & CONSTANS, che punta alla visione di un nuovo stile. Un tempio del design contemporaneo, dai dettagli curati e dalle linee pure, che proporrà in particolare 1 piscina interna con 10 bacini, una piscina esterna infinity, 8 attività Spa, 3 saune, 2 hammam, 4 zone relax inedite, 5 spazi massaggio, un ristorante, un’area fitness e un innovativo boxing studio. Dopo questi importanti lavori, il Parc Hotel Obernai sarà uno dei primi hotel di Francia a proporre due spa ai propri ospiti. La nuova Spa mostrerà un concept di piscina assolutamente innovativo. Pensato come un viaggio iniziatico confidenziale, la piscina offrirà 10 diversi spaziatmosfera e 90 diverse attrazioni-acquatiche, che permetteranno agli ospiti di rilassarsi in un’acqua riscaldata a 33°, senza mai uscire dalla piscina. Vera rivoluzione, questo percorso balneo-sensoriale è un’esperienza unica. Lo spazio è dotato anche di 5 suites Spa dedicate al benessere, con sale di balneazione e grandi vetrate che offrono una splendida vista sul Massiccio dei Vosgi. Le suites Spa sono destinate a coppie in cerca di una pausa 100% benessere, esclusiva e confidenziale, e riservata rispetto al resto della clientela dell’ hotel. www.hotel-du-parc.com

 Recandosi in Alsazia una visita a Strasburgo, capitale di quest’attraente regione, è d’obbligo, per apprezzare i suoi edifici storici e le sue chiese!  A cominciare dalla Cattedrale di Notre Dame di Strasburgo, gioiello della Grande Ile, gioiello architettonico  inserito nel Patrimonio mondiale dell’Unesco nel 1988 e impreziosito recentemente da una meravigliosa vetrata, un’opera d’arte contemporanea collocata nella Cappella Sainte-Catherine, rappresentante  il viso di Cristo, costituito da oltre 200 ritratti fotografici di gente di Strasburgo. Dall’alto dei suoi 142 metri, la cattedrale vigila benevolmente sul quartiere di « La Neustadt». Un eccezionale scenario urbano contemporaneo inserito da luglio 2017 nella lista del Patrimonio mondiale dell’Unesco, in aggiunta al marchio Unesco della Grande-Ile. Un patrimonio che è una delle ultime testimonianze dell’architettura e dell’urbanistica germanica imperiale in Francia e in Germania. Edificato dopo l’annessione dell’Alsazia-Mosella da parte della Germania nel 1870, questo quartiere ricco di siti grandiosi (Palazzo del Reno, Palazzo dell’ Università, Place de la République, Osservatorio, Museo Zoologico) reca iscritta sui suoi muri la storia di Strasburgo e del suo impegno europeo. www.otstrasbourg.fr

In Alsazia, inoltre, ci sono famiglie che da più generazioni coltivano stupendi vigneti , come la famiglia Cattin, che  fin  dal 1720 si prende cura dei suoi circa 70 ettari di vigne. Oggi, Anaïs e Jacques Cattin sono la 13a generazione di viticoltori con sede a Vœgtlinshoffen, sulle alture dei vigneti alsaziani, a pochi chilometri da Colmar. “Chicca” della tenuta è la nuova cantina  di oltre 3000m²:, un vero showroom della proprietà di famiglia, che permette di vedere l’attività della cantina dietro una spettacolare vetrata. Una cantina che il visitatore può scoprire anche nel corso di una visita guidata della proprietà, in cui non manca la cantina di invecchiamento del crémant, una particolarità della tenuta. Per ammirare, poi, i vigneti, con una vista mozzafiato che spazia a 360°, bisogna recarsi  sul rooftop, dove si possono fare anche degustazioni a tema sui vini della proprietà e sugli abbinamenti piatti e vini, per apprezzare la straordinaria  varietà di aromi e sapori dei migliori cru della proprietà. www.cattin.fr

Oltre 1000 viticoltori alsaziani sono pronti ad accogliere i visitatori per far assaggiare loro la bontà di riesling, gewurztraminer, sylvaner, pinot noir o mostrare i piccoli villaggi dove il tempo sembra essersi fermato, tra stradine, case in pietra e tetti su cui nidificano ancora coppie di cicogne.Alsazia, la regione francese che è una vera scoperta!

Qualche suggerimento, dove trovare spazi inediti e animazioni ludiche, come laboratori di degustazione, casinò del vino, degustazioni alla cieca, quiz sugli aromi:

Arthur Metz a Marlenheim – www.arthurmetz.com 

Wolfberger a Eguisheim – www.wolfberger.com 

Domaines Schlumberger a Guebwiller – www.domainesschlumberger.fr 

Cave Vinicole di Cleebourg – www.cave.cleebourg.com 

Domaine Dirler-Cadé – www.dirler-cade.com 

Domaine du Bollenberg – www.bollenberg.com 

Cave du Vieil Armand – www.cavevieilarmand.com 

Domaine Klipfel a Barr – www.klipfel.com 

Château de Riquewihr « Dopf & Irion » a Riquewihr – www.dopffirion.com

Gli amanti del viaggio culturale non  rimarranno delusi visistando Sélestat, che conserva una testimonianza storica unica, la biblioteca della scuola latina e quella del saggio Beatus Rhenanus, inserita dal 2011 nel Patrimonio UNESCO. Installata da 120 anni nell’ex Halle aux blés, la Loggia del grano costruita nel 1843, la ristrutturazione dell’edificio avviata oggi dalla città risponde alle nuove sfide del XXI secolo e partecipa alla trasmissione del messaggio umanista alle generazioni a venire. Affidato all’architetto Rudy Ricciotti, l’ ampliamento si inserisce in un sottile equilibrio fra storia e modernità. Elegantemente decorata di grès rosa e scandita da una serie di pilastri che giocano con gli effetti di trasparenza della luce, il riallestimento dell’edificio rivelerà spazi puri valorizzandone l’aspetto monumentale. La nuova museografia creata dall’Atelier A Kiko et Mosquito sarà un viaggio impressionante nel cuore dei libri del pensiero umanista. In un’atmosfera meditativa mescolata a una grande libertà di approccio, il percorso porterà fino ai tesori della collezione. Un messaggio per oggi e per domani … Appuntamento a giugno 2018 per l’inaugurazione ! www.bibliotheque-humaniste.frAlsazia, la regione francese che è una vera scoperta!

Dopo tanto girovagare…una tappa di relax ci vuole! Nel delizioso villaggio di Colroy-la Roche l’Hostellerie La Cheneaudière & Spa, una  struttura di charme immersa nella natura, è un invito a prendersi cura di sè e a dimenticare il frenetico mondo contemporaneo. In questo hotel di 38 camere, ogni giorno, Mireille François, suo figlio Nicolas Decker e la loro équipe , fin dal 1974  coccolano gli ospiti in mille modi. Al ristorante, si gusta una cucina raffinata e creativa che valorizza i produttori e gli artigiani della regione. Per soggiornare, si può scegliere fra le accoglienti camere « villaggi », « foreste», « montagne » o « terrazze », a meno che non si preferisca la nuova suite d’eccellenza, « le cime » in cui pare di sfiorare il cielo – ed è una vera emozione – dalla terrazza panoramica. Ma è soprattutto nella  Natura-Spa, estesa su 2000 m2 , che i concetti di benessere e relax trionfano. Questa spa, ispirata a ciò che la natura dei luoghi circostanti offre, ha ottenuto il premio di « Migliore Spa d’Hotel d’Europa »: muro vegetale, bacino d’acqua filtrato da piante, purezza dei materiali e delle linee creano uno spazio inondato di luce che celebra la sacra unione fra l’uomo e la natura. Una qualità d’eccellenza che è stata riconosciuta dalla quinta stella concessa a ottobre 2017 (la più alta qualificazione alberghiera in Francia). www.cheneaudiere.com

Durante la Prima Guerra Mondiale, circa 30.000 soldati morirono ad Hartmannswillerkopf o Viel-Armand, situata nel Massiccio dei Vosgi. Nel momento dell’omaggio alla memoria delle generazioni scomparse nel conflitto e per celebrare con rispetto la memoria collettiva e individuale, un Historial, ovvero un Centro storico franco-tedesco dalla Grande Guerra ha aperto le porte il 3 agosto 2017. Culminando a 956 m d’altitudine, il massiccio dell’ Hartmannswillerkopf è stato teatro di violenti combattimenti fra il 1914 e il 1916. Classificato monumento storico dal 1921, il sito è un importante luogo di memoria e riconciliazione franco-tedesca. In mezzo alla natura, a valle del monumento nazionale, è sorto l’Historial di Hartmannswillerkopf. Progettato dallo studio di architettura INCA insieme allo studio Le Conte-Noirot per la scenografia di allestimento, l’edificio si inserisce in modo perfetto nella foresta che lo circonda, rispettando la tranquillità e la serenità dell’ambiente naturale. Cinque spazi scandiscono la visita secondo una successione di esperienze. Creati per restituire la storia dei luoghi e narrare gli eventi, gli spazi permettono ai visitatori di accostarsi alle varie tematiche in modo didattico. Simbolo di pace e fratellanza, l’Historial franco-tedesco della Grande Guerra è inoltre un percorso di memoria per le giovani generazioni su una delle pagine più importanti dalla storia europea. www.memorial-hwk.eu

 Se, poi, state programmando un viaggio in Alsazia in occasione delle feste, troverete in tutti i paesi e le città della regione una gioiosa e coinvolgente atmosfera natalizia che non mancherà di emozionarvi, a partire  dall’Avvento (quattro settimane prima di Natale).   A  Strasburgo, Colmar  o Mulhouse immergetevi nei colorati mercatini di Natale, facendovi “guidare” dai profumi di cannella e di vin brulè, oppure fermatevi ad ascoltare i classici concerti delle Noëlies, i cori di Natale, le veglie e i magici spettacoli notturni, o ammirate gli splendidi manufatti di  un artigianato veramente autentico.Alsazia, la regione francese che è una vera scoperta!

Mercatini di Natale in Alsazia: dal 24 novembre al 30 dicembre 2017.

L’Alsazia  è una regione molto apprezzata dagli italiani: con quasi 150.000 pernottamenti di turisti italiani in Alsazia, l’Italia è una clientela importante, che si colloca al 5° posto tra gli arrivi internazionali nella regione.

Affascinante Alsazia! noel.tourisme-alsace.com

Anna Rubinetto

 

 

CONDIVIDI:

Articoli simili

ST. MARTIN: la Francia nell’oceano Atlantico

claudia.dimeglio

5 buoni motivi per visitare Bergamo

anna.rubinetto

Nelle Isole Vergini Britanniche,a Tortola, una delle spiagge più belle dei Caraibi

claudia.dimeglio
Please enter an Access Token