I sapori delle Isole Cook vi conquisteranno

Assaggiare un succulento pasto cotto sotto terra, degustare caffè in una piantagione, visitare una birreria artigianale o cenare a casa di una famiglia locale: ecco alcune delle moltissime esperienze gastronomiche che potreste vivere in questo angolo di Polinesia Neozelandese!

Le Cook, raccolto angolo di paradiso collocato nel cuore del Pacifico, non riservano meraviglie solo per gli occhi ma anche per il palato! Il cibo ha una connotazione importante nella cultura di questo gioiello della Polinesia neozelandese dove gli abitanti sono pronti ad invitarvi a cena per un’indimenticabile esperienza gastronomica che accenderà i vostri sensi…

Senza dubbio è il pesce l’elemento base della cucina delle Cook, in particolare modo il tonno (ahi), la Corifena Cavallina o Lampuga (mahi mahi), il pesce pappagallo (pakati), il barracuda (ono), i granchi del cocco e i gamberi. Anche la carne, proveniente dalla Nuova Zelanda, è tenera e di ottima qualità. Ingredienti speciali che danno vita a piatti unici che raggiungono la perfezione se accompagnati da deliziosi frutti, ortaggi e tuberi delle terre fertili di Rarotonga.

Il modo migliore per cuocerli? L’umukai, forno tradizionale a pietre calde, scavato nella terra, dove gli alimenti vengono arrostiti avvolti in foglie di banano, conservando così tutto il loro sapore e raggiungendo la cottura perfetta.

Atiu Island è un punto di riferimento per gli amanti del buon caffè, per la sua gamma completa di miscela arabica, coltivato in modo biologico e raccolto ed essiccato a mano sull’isola. Qui, oltre alla degustazione, è possibile vivere un’esperienza completa visitando direttamente una delle piantagioni locali. Un’altra bevanda che vale la pena provare ad Atiu, è la birra artigianale che potete trovare nei tumunu, ovvero le ‘scuole’ di consumo di birra. Si tratta di una birra forte e corposa, conservata in botti fabbricate con tronchi d’albero da cocco e consumata nel corso di un’elaborata cerimonia che comprende musiche, preghiere e brevi discorsi di ogni partecipante.

A chi vuole vivere le Cook in modo autentico, consigliamo il “Progressive Dinner”, tour di circa tre ore che permette di incontrare le genti del posto, imparare qualcosa delle loro usanze e tradizioni e gustare dell’ottimo cibo fatto in casa. Un pullmino a vostra disposizione vi porterà di casa in casa dove potrete gustare diversi piatti tipici e bere del buon vino, sperimentando la cucina tradizionale attraverso l’ospitalità dei suoi abitanti!

Ad Aitutaki, l’operatore Punarei Cultural Tour (www.aitutakiculturetour.com) avvicina i viaggiatori alla cultura locale: oltre a visitare interessanti siti archeologici, i visitatori possono imparare a cucinare in modo tradizionale in un forno umukai, assaggiando il risultato del proprio lavoro su di un piatto di foglie di palma intrecciate da loro stessi.

Un’altra possibilità è quella di provare la tradizione culinaria delle Cook grazie al programma “Dining Experience” che, oltre al soggiorno a Rarotonga o a Aitutaki, prevede voucher da utilizzare negli oltre 20 tra ristoranti boutique e hotel sull’isola principale e tra altre 7 alternative culinarie sull’isola di Aitutaki. I voucher sono disponibili tramite i tour operators che programmano la destinazione, come Tour Service (www.tours.it) che propone interessanti visite a piantagioni di caffè, ad un centro d’arti e artigianato e a suggestive grotte calcaree.

Per un viaggio alle Cook…

AMO IL MONDO propone un pacchetto Rarotonga e Aitutaki di 12 notti comprendente:

– Voli a/r in economy con Air New Zealand
– Trasferimenti a/r sulle isole
– Voli domestici alle Cook
– 6 notti presso il Royale Takitumu, in One Bedroom Honeymooners Beachfront Villa in mezza pensione

– 6 notti presso Etu Moana in Garden & Lagoon View Villa in mezza pensione

– Escursione giro dell’isola di Rarotonga con guida in inglese e Cena speciale a Rarotonga.

Per info: www.amoilmondo.it –

(Quote a partire da € 4.720 apersona in camera doppia. Offerta valida fino a Novembre 2016).

 

By | 2016-05-06T21:06:13+02:00 Maggio 2016|Destinazioni, Oceania-Antartide - Artico|