Visitare l’Istria, tra storia, cultura, natura e sport per un mare di benessere

Visitare l'Istria, tra storia, cultura, natura e sport per un mare di benessereLa regione croata dell’Istria, situata nella parte nord-orientale del Mare Adriatico, gode di una posizione geografica unica nella sua varietà; infatti   è circondata  dal mare ma confina anche con la terraferma e, localizzata quasi nel cuore dell’Europa, collega da sempre l’area continentale mitteleuropea e quella mediterranea.

Tra le bellezze naturali di cui abbonda il suolo istriano interessante è l’arcipelago delle Brioni dove crescono circa 680 specie vegetali. Mentre, zone protette sono le riserve naturali del Parco Nazionale delle Brioni, il Parco naturale del Monte Maggiore, l’area protetta del Canale di Leme, il Bosco di Montona, il Bosco di Punta Corrente e la Riserva ornitologica Palud.

Tra le ricchezze naturali dell’Istria, custodite gelosamente dai suoi abitanti, spiccano l’olio d’oliva, i vini prestigiosi e di tutti i prodotti che la Regione produce grazie alla fertilità della sua terra. L’unica guida mondiale interamente dedicata al mondo dell’extravergine di qualità, la guida Flos Olei, ha  assegnato alla regione il premio Azienda di Frontiera per il Miglior Blended Fruttato Medio.

Importante anche l’economia derivante dai prodotti del mare; così le Giornate dei Molluschi nell’Istria nordoccidentale (10 febbraio – 23 marzo 2014 tra Umago, Cittanova, Verteneglio, Buie) daranno la possibilità di gustare deliziose specialità di mare.

Mentre  le Giornate dell’Asparago istriano (24 marzo – 15 maggio 2014), costituiranno un’eccellente occasione per gustare specialità fantasiose, saporite e profumate, preparate con il tipico asparago selvatico. Inoltre, nel periodo ottobre-novembre, saranno numerosi gli eventi dedicati al tartufo.

L’Istria parteciperà a Taste the Mediterranean un Progetto biennale ( 2014-2016 ) bilaterale, promosso da Italia (“Cucina Gourmet. Incontri nel gusto”) e Croazia (“Croatia Wine Gourmet Festival”),  per  la realizzazione  di una serie  di eventi  congressuali   di  natura scientifica , incentrati sulla valorizzazione del patrimonio della dieta mediterranea e sul suo riferimento come dieta salutare. Oltre che sulle sue positive valenze qualitative, storiche e culturali, in sei diversi Paesi (Italia, Croazia, Spagna, Grecia, Marocco, Portogallo), riconosciuti dall’Unesco  come detentori del Patrimonio stesso.

A fare da contorno ai sapori delle ricette istriane, è il vino pregiato, la cui alta qualità è garantita dalla particolarità del territorio dove viene prodotto, dal rossore della sua terra e dal color bianco del suo entroterra. Numerosi sono gli eventi sul tema del vinoi; come il Vinistra, importante fiera del vino istriano, che si svolge nel mese di  maggio a Parenzo. Mentre rappresenta un’esperienza unica viaggiare per le Strade del vino di questa Regione.  Ecco la Malvasia istriana, vino molto aromatico ma raffinato,  è da oltre cento anni il vino più rinomato della penisola ed è perfetto per tutti i piatti di mare mare; quindi  il Terrano ed il Refosco, denominati “vini neri”, per il color rosso particolarmente intenso. Mentre per l’intensa fragranza di garofani selvatici, il Moscato di Momiano resta sempre il vino più conosciuto e dal sapore inconfondibile che esalta al massimo il gusto dei  dolci.

I vini di questa terra sono anche inseriti nella guida Vinibuoni d’Italia, unica nel panorama italiano e internazionale perché è la sola dedicata ai vini provenienti da vitigni autoctoni.

La Regione Istria è una terra ricca di storia e culturaa seguito dell’ unione di tre grandi culture europee: slava, romanica e germanica; questo miscuglio di queste influenze e di aspirazioni politiche differenti e millenarie, oltre alla suddivisione di quest’area fra vari Stati, ha portato anche una notevole varietà di influssi culturali.

Perchè diversi  sono stati i popoli che hanno lasciato un segno in Istria; i Liburni, gli Istri (da qui l’origine del nome della Penisola), quindi Greci, Celti, Romani, Ostrogoti, Bizantini, Longobardi, Croati, Franchi, Veneziani, Austriaci, Italiani. Però, attualmente  sono  tre i popoli che convivono in modo, proficuo e pacifico sul territorio istriano: Croati, Sloveni e Italiani.

L’Istria è da sempre una regione ricca di iniziative e di attività da svolgere soprattutto all’aria aperta, organizzate per coinvolgere l’intera popolazione e tutti coloro che decidono di far visita a questo piccolo paradiso multiculturale.

E non mancano grandi eventi e manifestazioni culturali di livello internazionale come  il Festival Istraetnojazz, la Fiera del libro a Pola, il Festival internazionale degli organisti – Organum Histriae – , il Festival della danza e del teatro non verbale a Sanvincenti, il Simposio mediterraneo degli scultori ad Albona, i Festival teatrali internazionali PUF e MKMF a Pola, il Leone d’Oro ad Umago ed il Festival della Musica antica a Duecastelli.

Significativi anche alcuni appuntamenti cinematografici; si tratta dei Festival di Montona e del Festival di Pola, che ha luogo nell’anfiteatro romano, l’Arena di Pola, uno dei più grandi palcoscenici all’aperto.

Inoltre l’Istria,  con clima mite, aria fresca e il mare pulito permette di praticare sport e attività durante tutto l’anno. Infatti, la regione mette a disposizione per gli ospiti impianti sportivi di ogni genere: campi di tennis, calcio e golf,  come il Golf Club Adriatic all’interno del Kempinski Hotel Adriatic, piste per  l’atletica leggera. Imperdibili i percorsi naturali rimasti intatti, perfetti per jogging, equitazione e ciclismo: uno dei percorsi più belli è quello della Parenzana, la storica linea ferroviaria Trieste – Parenzo,  utilizzata fino al 1935, e che ora viene scelta da ciclisti di tutto il mondo per la sua unicità.

Una caratteristica manifestazione sportiva è la 100 Miglia Istria (11-13 aprile 2014), una gara outdoor di ultra trail lungo 3 varianti di percorso – 100 miglia con partenza da Labin, 105 kilometri da Lovran, e 65 kilometri da Buzet –  attraverso alcune città vecchie dell’ Istria centrale con arrivo a Umago.

E per rilassarsi dopo l’attività fisica, quasi tutti gli alberghi offrono centri fitness, piscine coperte e scoperte, saune, bagni talasso, massaggi e trattamenti. Mentre il mare trasparente e cristallino e le bellissime spiagge, sono sinonimo di relax e per praticare ogni tipo di sport acquatico.

www.istriaturist.com

www.turismocroazia.com

 

By | 2020-02-03T19:04:24+00:00 marzo 2014|Destinazioni, Europa|