Viaggiare News
News

Bimbo in Viaggio propone viaggi fantastici alla scoperta dei luoghi simbolo delle fiabe

In Italia, alla scoperta della Casa di Pinocchio –  si racconta che Carlo Lorenzini, in arte Collodi, nella cucina della seicentesca Villa Garzoni, monumento nazionale incorniciato da uno dei più bei giardini barocchi d’Europa, , avrebbe scritto la celebre favola del bambino di legno. La casa dista circa 200 metri dall’entrata dello storico parco dedicato a Pinocchio: un vero museo all’aperto dove rivivere le avventure del personaggio. 

In Svizzera, nella baita di Heidi – ad Oberrofels è protagonista Heidi; infatti, Johanna Spyri, l’ideatrice del personaggio, trascorreva qui vicino, a Maienfeld, le sue vacanze. Si può percorre a piedi il percorso immersi nel verde e tra le caprette fino alla mitica baita: un museo che illustra la genesi della storia e la vita della bambina svizzera più famosa al mondo.

In Germania, i Fratelli Grimm e La Via delle Favole – lungo la Märchenstraße, un itinerario di 600 km che collega Brema ad Hanau  denominato il “Sentiero delle fiabe”, per fare rivivere immortali favole come La Bella Addormentata del Bosco, Cappuccetto Rosso e il Pifferaio Magico,  passando per luoghi di interesse culturale e paesaggistico che appartengono e rimandano ai racconti dei fratelli Grimm: a Brema si assiste alla rappresentazione all’aperto de I Quattro Musicanti di Brema.

Ad Hamelin è protagonista il Pifferaio Magico. Per richiamare questa favola, la città ogni domenica da maggio a settembre, dalle ore 12, offre uno spettacolo al Giardino Civico seguito da giochi.
Quindi, il tour fiabesco prosegue per Schwalmstadt e raggiungere il bosco di Cappuccetto Rosso; mentrela fiaba di Cenerentola nel castello rinascimentale di Polle, caratterizzato dal suggestivo belvedere che si affaccia sulla valle del Weser.

Infine, l’itinerario tocca i luoghi della fiaba della Bella Addormentata nel Bosco, ad Hofgeismar, dove sorge il splendido castello di Sababurg.

Da segnalare, oltre alla strada delle favole, anche il Castello di Neuschwanstein, situato nei pressi di Füssen, è uno dei luoghi più famosi della Baviera; le sue torri hanno ispirato Walt Disney nel disegnare i luoghi magici di Biancaneve, Cenerentola e della Bella Addormentata nel Bosco.

Ed ancora, a pochi chilometri da Kassel si trova Trendelburg, la città di Raperonzolo dove i Grimm hanno vissuto diversi anni: la storia della principessa imprigionata in una torre senza porte che incontra il suo principe calando giù la sua lunga treccia di capelli ispira le stanze di una torretta dell’Hotel Burg Trendelburg (dove si può dormire): da aprile a ottobre l’hotel organizza una rappresentazione della fiaba, con tanto di treccia che pende dalla torre. 

In Danimarca con Hans Christian Andersen – A Odense c’è un intero museo dedicato alle favole di Hans Christian Andersen; aperto nel 1908, percorrerlo è come un viaggio attraverso manoscritti, dipinti e disegni dell’artista che riportano al momento in cui ha immaginato i suoi personaggi e le relative storie. Inoltre, nel centro ludico attiguo alla struttura, presso il parco di Fyrtoejet, si possono incontrare il Brutto Anatroccolo e la Principessa sul Pisello ed assolutamente da provare è il giro sul pedalò a forma di cigno. E non potrà mancare anche una visita a Copenhagen, in cui tra l’altro, al porto è allocata la statua della Sirenetta.

Tra Francia e Cornovaglia, alla Tavola Rotonda di Re Artù – assaporare le magiche atmosfere della Bretagna, per rivivere le leggende legate a Re Artù e ai cavalieri della Tavola Rotonda; mentre ci si può spostare a Tintagel in Cornovaglia, per visitare le rovine del King Arthur’s Castle, legate alla vicenda del mitico cavaliere, mentre nella King’s Arthur Hall ecco una ricostruzione della Tavola Rotonda. 

A Londra, sulle tracce di Sherlock Holmes – Lo “Sherlock Holmes Walking Tour” offerto da London Walks  conduce i fan sulle orme londinesi dell’investigatore più famoso del mondo, rivivendo l’atmosfera delle storie di Arthur Conan Doyle.

Nella Foresta di Sherwood, come Robin Hood Nella Foresta di Sherwood, nascondiglio di Robin Hood e del suo amico Little John, si può cercare il famoso Major Oak, una grande quercia che secondo la leggenda era il covo principale di Robin Hood. Il parco ospita inoltre ogni estate il Robin Hood Festival, un grande evento che ricrea le atmosfere medievali e i personaggi della leggenda.

Infine, Babbo Natale: in Italia ed in FinlandiaOltre alla sua casa in Lapponia,  anche l’Italia offre villaggi a tema a lui ispirati; tra i più ampi è quello progettato e realizzato nel 2003 dall’artista Carmelo Giammello, scenografo di fama internazionale, che si ingrandisce di anno in anno coinvolgendo tutte le piazze del centro storico di Rivoli (Torino). “Il Villaggio di Babbo Natale”, è predisposto come un villaggio nordico attraverso la collocazione di casette in legno, all’interno delle quali, oltre al simpatico Mercatino di Babbo Natale, si svolgono attività, laboratori e servizi di animazione. Fuori, una pista di pattinaggio su ghiaccio.

Invece, per andare nella capanna originale di Babbo Natale, si parte da Helsinki, in Finlandia, fino a Rovaniemi, una cittadina situata sul Circolo Polare Artico, meglio conosciuta come la città di Babbo Natale. Qui i bimbi conoscono Babbo Natale in persona e visitano il suo leggendario ufficio postale. Il viaggio in questa zona della Finlandia, rappresenta l’occasione per provare nuove esperienze, come la corsa sulla slitta trainata dalle renne, o per ammirare gli spettacolari giochi di luce dell’Aurora Boreale. Percorrere gli incantevoli paesaggi artici, le foreste e le immense distese innevate a bordo di motoslitte è davvero un’esperienza magica. Infine, a 5 km da Rovaniemi si può visitare il Santa Park un parco a tema all’interno del quale si trovano gli elfi, il laboratorio dove vengono costruiti i giocattoli, le giostre e tante altre attività divertenti per grandi e piccini.

www.bimboinviaggio.com

CONDIVIDI:

Articoli simili

Eden Viaggi ci svela come saranno le prossime vacanze degli italiani

anna.rubinetto

Uniplaces svela quali sono le mete di vacanza preferite dagli studenti

redazione1

Progetto Jana: passa attraverso tradizione, artigianato, agricoltura e turismo la rivalutazione della penisola dell’Ogliastra

claudia.dimeglio
Please enter an Access Token