Viaggiare News
Hotel

L’Hilton Molino Stucky campione di ricettività sostenibile

Hilton Venice; ph: Andrea Sarti

Cresce tra i viaggiatori la consapevolezza ecologica, chi prende un mezzo di trasporto si abitua a valutarne la carbon footprint, e anche per le strutture ricettive non bastano più la bella location e le dotazioni di lusso, anche la sostenibilità gioca la sua parte.

Un hotel all’avanguardia

Vero protagonista in questo senso è l’Hilton Molino Stucky, gioiello dell’architettura industriale sull’isola della Giudecca, che vanta al suo interno il più grande centro congressi del Triveneto ed è un vero e proprio punto di riferimento della convegnistica internazionale per l’organizzazione di importanti eventi, non solo aziendali ma anche privati.

Riconoscimenti internazionali

Non a caso, infatti, l’albergo è vincitore per 9 anni consecutivi ai World Travel Awards come Europe’s & Italy’s Leading Conference Hotel, e dallo scorso anno anche come Italy’s Best MICE Hotel ai World MICE Awards.

Location affascinanti e funzionali, team efficiente e proattivo, soluzioni originali per qualsiasi tipologia di evento sono alla base del successo, e a queste importanti caratteristiche si somma un elemento quanto mai importante ed attuale: la sostenibilità.   

Le scelte sostenibili di Hilton Molino Stucky

In linea con gli obiettivi di Hilton Travel with Purpose 2030, finalizzati al dimezzamento dell’impatto ambientale e al raddoppiamento dell’impatto sociale positivo, anche Hilton Molino Stucky si impegna ad organizzare meeting ed eventi sostenibili con un progetto solido e articolato, realizzato in collaborazione con l’impresa sociale South Pole.

Già da tempo l’hotel si impegna a fornire soluzioni che limitano i rifiuti e aumentano l’attenzione sull’approvvigionamento locale, senza costi aggiuntivi, e adesso con il Carbon Neutral gli sforzi per limitare l’impatto si amplificano e diventano un progetto articolato.

Un approccio scientifico alla ricettività sostenibile

Per prima cosa si utilizza lo strumento Meeting Impact Calculator, che fa parte del sistema di gestione della responsabilità aziendale LightStay di Hilton, grazie al quale l’hotel può fornire una stima dettagliata dell’impatto di carbonio prodotto per ciascun evento, tenendo in considerazione il consumo di energia e di acqua, e la produzione di carbonio e rifiuti.

In collaborazione con South Pole, è quindi possibile sostenere una serie di progetti tra cui la riparazione e la manutenzione di pozzi in Ruanda per aumentare l’accesso a fonti di acqua sicura, la costruzione di una centrale geotermica in Turchia per generare energia pulita e senza emissioni, e lo sviluppo e la manutenzione di parchi eolici in India e negli Stati Uniti.

L’orgoglio dei protagonisti

Le problematiche legate all’impatto ambientale sono particolarmente care alle aziende internazionali, e l’Hilton Molino Stucky è fiero di offrire servizi di avanguardia anche in tema di sostenibilità – ha dichiarato il direttore generale Massimiliano Perversiquotidianamente portiamo avanti il nostro impegno per la cura dell’ambiente e delle persone anche attraverso l’applicazione dei protocolli di Hilton EventReady with CleanStay che si basano sui gia’ elevati standard di pulizia. A questi si aggiunge l’implementazione del sistema di sanificazione dell’aria negli ambienti come sale meeting, Centro Congressi e gli ascensori realizzato da Sanixair. Tutti elementi che rendono gli eventi dell’Hilton Molino Stucky al passo con le esigenze del nostro tempo”.

L’Hilton Molino Stucky si riconferma dunque come location ideale per eventi e meeting d’avanguardia, in cui alla bellezza, efficienza e originalità si affiancano il doveroso rispetto per il pianeta e per la persona, tema molto attuali e sentiti da aziende e privati di tutto il mondo.

Ugo Dell’Arciprete

CONDIVIDI:

Articoli simili

Le Tre Vaselle, la location perfetta per le festività

redazione1

Paesaggi d’autore nella tenuta umbra di Roccaforte

anna.rubinetto

Gardaland : 24 ore tra il Parco ed il Resort per andare oltre il divertimento.

anna.rubinetto

Scrivi un commento

Please enter an Access Token