A Primero debutta la Dolomiti Marathon

A Primero debutta la Dolomiti Marathon

Itrail running di montagna hanno una new entry: sabato 2 luglio è in calendario la Primero Dolomiti Marathon.

I luoghi che ispirarono lo scrittore bellunese Dino Buzzati nel comporre “Il deserto dei tartari”, incentrato sulla fuga del tempo, faranno così da sfondo ad un evento incastonato  nell’incantevole scenario del Parco Naturale di Paneveggio – Pale di San Martino, istituito nel 1967 dalla Provincia Autonoma di Trento e comprendente anche zone prative, foreste e pascoli della Val Canali, del Vanoi e della Val Venegia.

Come è usuale nelle gare di trail running, la manifestazione offrirà la scelta fra tre distanze. Nello specifico, al percorso lungo (qui i classici 42 chilometri e 195 metri della maratona) si affiancano due tracciati più abbordabili, rispettivamente di 26 e 6,5 chilometri, quest’ultimo con la finalità di allargare la platea dei partecipanti anche a chi pratica il podismo a mero titolo amatoriale, ai camminatori e, perché no, alle famiglie.
Tutti i tracciati sono incardinati su strade forestali e tratti di sentiero facilmente accessibili, nei quali neofiti, esperti ed appassionati della montagna potranno cimentarsi con le proprie doti atletiche al cospetto dei panorami, delle valli e della natura incontaminata delle Dolomiti di Primiero e San Martino di Castrozza. La maratona partirà da Villa Welsperg nel Parco Naturale di Paneveggio – Pale di San Martino, attraverserà San Martino di Castrozza per arrivare al centro storico di Fiera di Primiero, eretto in gran parte dai minatori tirolesi, celebre per la produzione di sculture e l’attività di intagli.
Il dislivello complessivo è di 1242 metri di ascesa (“positivo”) e 1543 metri di discesa (“negativo”). Per il tracciato di 26 chilometri, che partirà invece da San Martino di Castrozza, il dislivello “positivo” è contenuto in 448 metri mentre quello “negativo” è di ben 1198 metri. Entrambi i percorsi toccheranno il proprio apice a 1683 m. Il “Family Trail” di 6,5 chilometri, aperto a famiglie, nordic walkers, giovani e meno giovani, si sviluppa per intero nei dintorni del caratteristico borgo di Fiera di Primiero, lungo strade totalmente prive di ostacoli ed asperità.

Il dopo corsa sarà una autentica festa dei sapori. Il centro espositivo-promozionale Primiero Dolomiti Marathon Village ospiterà il “Forst PDM Party”, momento di ritrovo per atleti e famiglie ed occasione per gustare le bontà culinarie e gastronomiche tipiche del territorio.
Da una vallata ricca di prati e pascoli non può che nascere una preziosa tradizione casearia: dalla Tosèla al Nostrano di Primiero fresco e stagionato fino ad arrivare al Botìro di Primiero di Malga, presidio Slow Food.
La Tosèla è prodotta con il latte appena munto, così da mantenere intatta la fragranza delle erbe dei pascoli di montagna, il Primiero è invece un formaggio dal gusto deciso, prodotto con latte vaccino crudo, il Primiero di Malga viene ottenuto dal latte delle bovine all’alpeggio mentre il Botìro di Primiero di Malga è un prodotto d’eccellenza, burro ricavato da panna cruda affiorata naturalmente in malga, senza dimenticare la qualità assoluta del miele di montagna, come quello di rododendro e la melata di bosco.
Non solo sport e benessere all’aria aperta, dunque: la Primiero Dolomiti Marathon è occasione per un vortice d’iniziative, anche culinarie.

Magie di un territorio che ha dato vita alla “Green Way Primiero”, esaltato dallo slogan “Natura come modo di essere”, una zona fortemente ispirata a sostenibilità, valorizzazione e rispetto dell’ambiente.
Uno stile di vita unico che Primiero sceglie per promuovere scenari ai vertici dell’eccellenza ambientale, un “Lebensraum” nel quale l’integrità del paesaggio e l’unicità del territorio sono sinonimo di una vita vissuta a stretto contatto con la natura circostante.
In questi luoghi, tutelati dal Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino, scenario ove i podisti della Primiero Dolomiti Marathon s’immergeranno, turisti e corridori della gara potranno usufruire anche delle due tessere Dolomiti EasYgO e Dolomiti Summer Card: la prima dedicata al trasporto pubblico, mentre la seconda unisce a questo servizio l’utilizzo degli impianti di risalita, alimentati esclusivamente da energia rinnovabile.
L’acquisto delle card dà diritto anche ad un 50% di sconto sulle tariffe del bike sharing. Si avrà quindi modo di scoprire a prezzo scontato il territorio utilizzando le mountain bike elettriche dislocate nelle 5 ciclostazioni Green Way Bike o a bordo delle biciclette messe a disposizione dal Parco Naturale ai Centri visitatori di Paneveggio, di Villa Welsperg e presso la Casa del Sentiero Etnografico.

Tra gli iscritti alla Primiero Dolomiti Marathon figurano anche alcuni fuoriclasse dello sci di fondo azzurro, come Dietmar Nöckler, Ilaria Debertolis e Giandomenico Salvadori. L’altoatesino forma, assieme al fenomenale valdostano Federico Pellegrino, una delle coppie più competitive del panorama internazionale dedicato agli sci stretti, mentre Ilaria Debertolis, legata sia nella vita che nello sport proprio a “Didi” Nöckler, è un’atleta autoctona che si è formata nel settore giovanile dell’Unione Sportiva Primiero.

La manifestazione è organizzata con il supporto del team Venicemarathon e gode del patrocinio della Provincia Autonoma di Trento, dei Comuni e Comunità di Primiero, della Fondazione Dolomiti Unesco e dell’associazione Green Way Primiero. Iscrizioni aperte fino alla vigilia della manifestazione.

Info: www.primierodolomitimarathon.it

 Danilo Sacco

By | 2020-06-14T07:15:39+00:00 giugno 2016|Europa, Eventi, Montagna, sport|