Viaggiare News
Trasporti Treni

Trenitalia e FFS pronte a sfruttare la nuova galleria del Gottardo

A Zurigo, in occasione di un incontro ai vertici tra i CEO ed il management di FS Italiane, Trenitalia, Rete Ferroviaria Italiana e FFS (Ferrovie Federali Svizzere), i partner hanno confermato la loro ottima collaborazione, anche in vista dell’apertura della galleria di base del San Gottardo.

Lo scorso anno, la collaborazione tra FS Italiane e FFS è proseguita con successo: grazie all’entrata in servizio anticipata degli elettrotreni del tipo ETR 610 di Trenitalia e di quelli della seconda serie delle FFS, i due partner possono ora offrire alla clientela tra la Svizzera e l’Italia una flotta moderna e omogenea, ampliando anche l’offerta di treni con due nuovi collegamenti tra Basilea e Milano a partire da giugno 2016.

Con l’apertura della galleria di base del San Gottardo, da dicembre 2016 il viaggio tra Zurigo e Milano durerà fino a trenta minuti in meno, vale a dire tre ore e mezza; mentre dal 2020, dopo l’apertura della galleria di base del Monte Ceneri, in Svizzera, Zurigo e la metropoli lombarda disteranno solo tre ore di viaggio. Dal 2020 sarà poi possibile ampliare ulteriormente l’offerta anche lungo l’asse del Lötschberg-Sempione, verso Ginevra e Berna/Basilea.

Sulla linea di Chiasso dell’asse del San Gottardo gli interventi di potenziamento tecnologico e infrastrutturale, in corso fra Chiasso e Milano, procedono rispettando il cronoprogramma. Per quanto riguarda la messa in esercizio in Italia a dicembre 2017 della linea Mendrisio – Stabio – Arcisate – Varese, i cantieri sono nuovamente operativi ed è stato riavviato lo scavo delle gallerie. Le attività procedono rispettando i tempi programmati che prevedono il completamento delle opere ferroviarie entro maggio 2017, la conclusione di tutti i lavori entro settembre 2017 e l‘attivazione commerciale della linea a dicembre 2017. Sulla parte svizzera sono già terminati e la linea è entrata parzialmente in servizio a dicembre 2014 tra Stabio e Mendrisio.

Nell’incontro al vertice i partner hanno ribadito come negli ultimi anni la collaborazione sia stata costruttiva e abbia portato ottimi risultati. Nell’agosto del 2011, a Bellinzona, i rappresentanti di Canton Ticino, Regione Lombardia, FFS, Ferrovie dello Stato Italiane, TILO e Trenord hanno firmato l’«Accordo dei Castelli» che contiene i programmi di lavoro per gli importanti appuntamenti dei prossimi anni. Nel 2013 inoltre è stato firmato tra Trenitalia e FFS un accordo di cooperazione per lo sviluppo del traffico passeggeri tra i due Paesi. L’obiettivo dei partner è quello di creare collegamenti attrattivi e un’offerta di trasporto completa tra la Svizzera e l’Italia.

Renato Mazzoncini, il nuovo CEO di FS, nel corso dell’incontro a Zurigo, ha parlato anche della prevista quotazione in borsa delle Ferrovie dello Stato Italiane che avverrà quando sarà approvato il nuovo piano industriale e saranno create le giuste condizioni per questo importante passo. Renato Mazzoncini e il CEO delle FFS, Andreas Meyer, hanno inoltre confermato che l’attuale cooperazione sarà garantita, proseguendo proficuamente, senza interruzioni, anche sotto la nuova dirigenza.

Ulteriori informazioni su www.fsitaliane.it, www.ffs.ch, www.tilo.ch

Ugo Dell’Arciprete

CONDIVIDI:

Articoli simili

Più tempo per il check-in per chi vola con Ryanair

ugo

TAP Portugal lancia nuove tariffe intercontinentali

redazione1

E’ estate, ma Norwegian già programma l’inverno

ugo
Please enter an Access Token