Viaggiare News
News Usi e Costumi nel mondo

Ischia: l’eccellenza del vino

A Ischia “Andar per Cantine“: il vino è una tradizione diventata eccellenza.

Per chi volesse partecipare ad un tour enogastronomico attraverso le cantine e le campagne ischitane, dal 15 al 20 settembre 2015 si svolge “Andar per Cantine“, un’occasione per scoprire il vino e il territorio ischitano.
Si tratta di un itinerario storico culturale alla ricerca delle tradizioni nascoste attraverso degustazioni e visite guidate nelle cantine più antiche dell’isola d’Ischia.
Il vino di Ischia affonda le sue radici nell’antica tradizione vinicola risalente al 700 a.C., quando gli Eubei scoprirono la ricchezza e la fertilità del terreno vulcanico dell’isola. Oggi ci troviamo di fronte ad un panorama enologico d’eccellenza dove le cantine vinicole cercano di conservare inalterata questa tradizione e di valorizzare la qualità del vino ischitano.
Per la sua posizione strategica ottimo il Garden & Villas Resort struttura 4 stelle S magnificamente inserita all’interno di un rigoglioso parco di 2 ettari in cui trovano posto piante tipiche della macchia mediterranea ed autoctone.
Al Garden & Villas Resort grande importanza è rivolta anche ai sapori, segno tangibile dell’ospitalità campana.
Un ricco buffet accoglie ogni mattina gli ospiti per la prima colazione con pasticceria preparata in casa, pane cotto a legna, frutta fresca, marmellate e miele prodotti sull’isola.
Per coloro che desiderano cenare circondati da una magica atmosfera a lume di candela, c’è il ristorante “Il Corbezzolo” caratterizzato dalla splendida vista sulla piscina termale esterna tenuta costantemente alla temperatura di 28° che regala agli ospiti momenti rigeneranti e di totale riposo.
www.gardenvillasresort.it

Franca D.Scotti

CONDIVIDI:

Articoli simili

In agosto con Flyaway più facile raggiungere Sharm el Sheikh anche da Pescara e Rimini

redazione1

In Slovenia si gioca agli “Indiani” nelleTerme di Catez

anna.rubinetto

Volagratis consiglia per Halloween le migliori destinazioni per sopravvivere a un’invasione (ipotetica) di “zombie”

anna.rubinetto
Please enter an Access Token