News tecnologia

Superstizioni? KAYAK rivela come evitare passi falsi ai viaggiatori italiani

KAYAK.it ha selezionato alcune delle superstizioni più stravaganti provenienti da tutto il mondo

 

 Una giusta dose di fortuna è quel magico ingrediente che da sempre aiuta i viaggiatori lontani da casa. Tuttavia, per non incappare in situazioni potenzialmente imbarazzanti o addirittura pericolose quando si sta viaggiando, è buona regola informarsi in anticipo sulle credenze popolari. Per andare incontro ai viaggiatori che spesso in giro per il mondo si trovano alle prese con riti scaramantici sconosciuti, il motore di ricerca dedicato al viaggio KAYAK.it ha raccolto in una breve guida 5 tra le superstizioni più curiose provenienti da tutto il globo.

 

Turchia: meglio evitare il chewing-gum

La cultura turca si contraddistingue per avere molte superstizioni e tra queste vale una menzione quella sul chewing-gum, compagno immancabile di moltissimi turisti. In Turchia, infatti, prima di masticare la “gomma americana” ci si pensa due volte perché, secondo tradizione, scoccata la mezzanotte, questa potrebbe diventare carne putrefatta o nella peggiore delle ipotesi trasformare il malcapitato in uno zombie.

Il prezzo per volare a Istanbul parte da 155.

Grecia: sputo in libertà

Alcuni greci credono che sputare senza saliva tenga lontano il diavolo e il malocchio. Per questo motivo, durante una conversazione su cattive notizie (quali ad esempio morte, malattie o incidenti), può capitare che gli ascoltatori imitino il suono di uno sputo tre volte. Attenzione, anche i complimenti a bambini o adulti per la loro bellezza, attirano gli “sputi”.

Su KAYAK.it è facile trovare dei voli per Atene a partire da 80€.

 

Svezia: tombino A o K?

Se durante una passeggiata per le vie svedesi capita di notare pedoni camminare in maniera strana, non c’è da preoccuparsi: sono alla ricerca dei tombini contrassegnati dalla lettera K! I tombini in città, infatti, possono essere marchiati o con la “K” – che per gli svedesi significa sia acqua, sia amore – o con la lettera “A” – che sta per liquame, scarico e amore spezzato. I superstiziosi credono che il loro destino sia determinato da quante “K” e “A” incontrano mentre camminano, arrivando a pianificare i propri percorsi con questo obiettivo. Ma non tutto è perduto: qualora si sbagliasse tombino, bisogna solo ricordarsi di ripassarci sopra camminando all’indietro, in modo da scongiurare la sfortuna.

Per i viaggiatori che decidono di partire per Stoccolma possono volare a partire da 162.

Cina: numeri sfortunati

Se in Italia il 17 e il 13 non sono i numeri più fortunati, in Cina il 4 – e tutti gli altri numeri che lo contengono – sono addirittura banditi. Il motivo? La pronuncia è molto simile a quella della parola “morte”. Da appuntarselo quando si prende l’ascensore!

Grazie a KAYAK.it, volare a Pechino è possibile a partire da 631.

Gran Bretagna – Il segreto della giovinezza

Quale consiglio darebbe un britannico per rimanere per sempre giovane? Tenersi una ghianda in tasca. Già nell’antica Gran Bretagna, le donne portavano nelle loro tasche le ghiande con la speranza di mantenere un aspetto giovane. La quercia, infatti, è un albero dà sempre associato alla longevità e in grado di allontanare la malattia grazie alla sua lunga vita.

Il prezzo del volo per Londra è a partire da 218.

Gurhan Karaagac, Regional Director KAYAK Italia, Turchia, Grecia e MEA ha dichiarato: “In KAYAK.it aiutiamo i nostri utenti a pianificare e gestire al meglio il proprio viaggio attraverso il nostro sito e la app, ma vogliamo anche mettere il nostro know-how al servizio dei viaggiatori, affinché arrivino preparati alle diverse culture quando stanno visitando un altro paese. “Conoscere le usanze e le credenze popolari della propria destinazione di viaggio è sicuramente importante per rispettare la cultura di chi ci ospita e godere appieno la propria vacanza senza spiacevoli sorprese.

 

Visita: www.kayak.it

Articoli simili

Dopo la Barbie suite ecco la Hot Wheels Room al Grand Hotel Savoia di Cortina!

claudia.dimeglio

eDreams propone una guida sui Festival musicali (e non solo) più belli d’Europa

anna.rubinetto

Il Veneto punta sul turismo musicale, segmento in crescita

redazione1
Please enter an Access Token