Successo del food made in Melbourne

Melbourne, la seconda città dell’Australia, si caratterizza da sempre per la straordinaria convivenza di culture differenti che si avverte in ogni angolo della città. A Melbourne e nell’intera regione del Victoria mondi e sapori lontanissimi convivono creando una realtà cosmopolita e vivace in grado di far scoprire l’intero pianeta restando seduti a tavola nel cuore della città più vivibile al mondo o in un suggestivo ristorante vista oceano.

È infatti chiaro che questo stato si sta affermando come una delle destinazioni preferite per gli appassionati di enogastronomia. Ed è proprio per assaporare il gusto di una cucina unica e di altissima qualità che in questi giorni il Victoria è stato meta di tour gastronomici che hanno visto protagonisti 40 tra le più influenti e autorevoli figure dell’ambito food & wine a livello mondiale, in occasione di Restaurant Australia, la rassegna enogastronomica volta a far scoprire a tutto il mondo la cultura culinaria del nuovo continente, sottolineandone le peculiarità, la storia e le massime espressioni.

Un panel di gourmand internazionale composto da esperti (tra i quali 5 giudici dell’importante riconoscimento San Pellegrino World’s Best Restaurant), scrittori, critici, blogger, personaggi televisivi e Chef ha attraversato il territorio nell’ambito di questa iniziativa. Tra loro Andrea Petrini, appena inserito dalla rivista americana Time tra i tredici Gods of Food e tornato a Melbourne per questa occasione dopo una recente visita durante la quale ha partecipato a What a Wonderful World, un evento dedicato ai sognatori, creatori ed esploratori del cibo organizzato da Attica (ristorante inserito tra i migliori al mondo secondo la classifica San Pellegrino e Acqua Panna) e dal suo Chef Ben Shewry, una delle figure più eminenti, talentuose ed eclettiche della cucina australiana e non solo.

Petrini definisce Melbourne una tappa imperdibile per chiunque si trovi in Australia perché “per un europeo venire al Melbourne vuol dire andare dall’altra parte del mondo senza abbandonare le proprie radici: è un posto diverso, ma non sconosciuto. La passione per il cibo è nell’aria così come l’amore. Melbourne è una citta accogliente in grado di trasmettere il gusto per le cose.

Come dice Petrini, passione, radici e novità. Sono dunque queste le caratteristiche della cucina di Melbourne e di tutto il Victoria e su questo sembrano essere d’accordo tutti gli ospiti che in questi giorni sono rimasti stupiti dalla diversità dei ristoranti, dalle boutique gastronomiche nascoste tra le vie della città e dall’ospitalità di operatori appassionati: “Preferirei mangiare a Melbourne che a Parigi. Amiamo questi Chef e amiamo come cucinano” afferma Anthony Bourdain, USA; per il Daily Mail invece “Melbourne non solo eccelle nel campo del beverage, la città presenta la migliore scena di ristoranti di tutto il continente, comprende tutte le cucine etniche alle quali si possa pensare e utilizza ingredienti incredibilmente freschi e prodotti localmente.

Tourism Victoria:   www.visitmelbourne.com/it  –  www.piecesofvictoria.com

 

Silva Valier

 

By | 2014-11-16T12:21:11+01:00 Novembre 2014|Destinazioni, Oceania-Antartide - Artico|