La Pasqua in Sassonia apre le porte alle più genuine tradizioni popolari

sassonia_Frauenkirche.preview

Trovarsi in Sassonia a Pasqua è l’occasione per partire alla scoperta, all’interno della regione dell’Alta Lusazia, al confine con Polonia e Repubblica Ceca, delle antiche tradizioni dei Sorabi, l’antica popolazione di origine slava che vive ancora in due enclave e che ha conservato tradizioni e lingua  Ogni anno le tradizioni pasquali attirano oltre 15.000 visitatori.

Le uova decorate sono una delle specialità dell’Alta Lusazia e in particolare della città di Bautzen, una delle sei città della Lega dell’Alta Lusazia, di origine medievale e ricca di torri che svettano sopra al fiume Spree, ricca di mercatini tipici dove acquistare le uova tradizionali. Al museo dei Sorabi e all’ufficio del turismo di Bautzen è possibile conoscere le tecniche di decorazione e provare e colorare il proprio uovo.

La processione a cavallo – Nell’Alta Alsazia, lunghe processioni a cavallo caratterizzano la vita religiosa della regione nel periodo pasquale. Si tratta di veri e propri cortei religiosi a cavallo che raggiungono anche le vicine città, come Radibor. Tali processioni equestri hanno avuto fortune alterne e dopo una lunga pausa, ripresero nel 1927, per interrompersi nel 1969 e ripartire definitivamente nel 1993. Oggi vi partecipano circa 70 cavalli e cavalieri.

Quella dell’Eierschieben è un’altra secolare tradizione, iniziata nel 1830; per l’occasione, la domenica di Pasqua adulti e bambini si danno appuntamento sui pendii dell’argine del fiume e fanno rotolare uova e frutta secca giù per la discesa.

I concerti di Pasqua – La regione della Sassonia è conosciuta per la sua secolare tradizione musicale ed anche nel periodo pasquale vengono organizzati concerti, come quello alla Frauenkirche di Dresda, il Venerdì Santo (18 aprile) con il Kammerchor ed il titolo scelto è “Kreuz e Auferstehung” (croce e ascensione) con le note della Johannespassion di Bach. Mentre a Lipsia, sempre venerdì  la Thomaskirche ospiterà la Gewandhausorchester e il Thomanerchor per la Matthäus-Passion di Johann Sebastian Bach.

Qualche prezzo –  A Dresda, due pernottamenti con prima colazione, incluso il biglietto per un concerto alla Semperoper o alla Frauenkirche (maggiorazione di 10 o 20 euro se sono prime o festival annuali) in camera doppia, da 170,00 euro a persona al Park Inn*** o da 175,00 euro all’Art’otel****, entrambi nel centro di Dresda. Una notte in più da 47 euro a persona.

Infine a Lipsia, il pacchetto “Music in the Air”, valido tutto l’anno, che costa 125 euro a persona, comprende due o tre notti in albergo con prima colazione inclusa, una visita guidata della città, il biglietto per assistere al concerto che si desidera, più una visita panoramica dalla piattaforma della Torre di Lipsia e un dolce city break con caffè e torta al ristorante panoramico posto all’ultimo piano .

www.sassoniaturismo.it

www.bit.ly

By | 2020-01-11T07:33:15+00:00 marzo 2014|Destinazioni, Hotel, Offerte e Last Minute|