Viaggiare News
Africa Destinazioni

Tunisia nei ponti di primavera

Da nord a sud, dal deserto al mare: una vacanza per tutti i gusti in Tunisia. Relax, benessere, sport, natura, cultura e tradizioni a meno di 2 ore dall’Italia.

L’avvicinarsi della primavera porta con se la voglia di una vacanza. A solo 2 ore di volo dalle principali città italiane, la Tunisia è la destinazione ideale da visitare durante questa stagione, quando il clima mite e soleggiato consente di andare alla scoperta della ricchezza del Paese. Da nord a sud, dalla costa all’entroterra, in primavera è possibile “vivere a pieno” la Tunisia viaggiando in diverse località e unendo numerosi aspetti in un’unica vacanza.

Al nord, Tabarka e la regione di Ain Draham e Dougga sono la scelta perfetta per coloro che desiderano una fuga di primavera all’insegna di sport, benessere, natura e cultura. Apprezzata soprattutto per il suo splendido mare, Tabarka è una località di grande interesse archeologico, con numerose vestigia fenicie e romane, e meta ideale per i più “attivi”. Oltre ai numerosi sport acquatici, Tabarka vanta un campo da golf di 18 buche par 72 progettato da Ronald Fream. Affacciata sulla costa settentrionale, Tabarka ha infine numerosi centri di talassoterapia dove è possibile rilassarsi e rigenerarsi grazie agli effetti benefici della cura del mare.

Poco lontano si trova la città montana di Ain Draham, ideale per gli amanti dell’ecoturismo che possono scoprire l’intera area a piedi, a cavallo o in bicicletta.

Chi desidera scoprire l’affascinante storia che ha attraversato la Tunisia attraverso antichi monumenti non può perdersi Dougga, antica città romana dichiarata Patrimonio Mondiale dall’UNESCO.

Proseguendo verso il centro e la costa si incontra Tunisi. La Capitale è una sorpresa continua per i viaggiatori desiderosi di scoprire la sua storia e conoscerne il presente.  Il Museo del Bardo, la Medina con la grande Moschea Zitouna e il coloratissimo souk, gli antichi monumenti di Cartagine sono solo alcune delle cose da non perdere di questa affascinante città.

Lungo la costa ci si può soffermare in numerose località balneari come Sidi Bou Said, Hammamet, Sousse, Monastir e Mahdia. Queste città sono conosciute soprattutto per il mare, ma non solo: al relax in spiaggia è possibile unire tante altre esperienze come benessere, golf, gastronomia, shopping, storia e archeologia.

Arrivando al sud del Paese si incontra Djerba, la “Porta del deserto”. L’isola è apprezzata per il mare cristallino e per l’atmosfera di pace e serenità che si respira ad ogni angolo. Non a caso, le sfumature predominanti sono il bianco e l’azzurro, che fanno da cornice e mettono in risalto i vivaci colori di ceramiche, stoffe, argenti, frutta, verdura e spezie, tutti prodotti tipici dell’isola.

Oltre a tutto questo, Djerba è considerata la porta d’accesso al deserto e a tutto il sud tunisino. Passando per l’antico ponte romano, oppure trasportati da un comodo traghetto, è possibile raggiungere la terraferma e andare alla scoperta del leggendario Sahara. Gabès, Matmata, Medinine, Tataouine, Tozeur e Douz sono solo alcune delle località preferite per chi cerca una vacanza tra avventura e tradizioni; tra oasi, dune di sabbia e ksour, tipiche case berbere costruite nella roccia, è possibile scoprire la natura più autentica e le antiche tradizioni delle popolazioni che abitano in queste zone ricche di fascino.

Il sud tunisino, con le sue dorate dune di sabbia, il sole e il vento, presenta le condizioni ideali per gli amanti dello sport. Tra le attività che si possono praticare: escursioni con tour in 4×4, in quad o a dorso di dromedari, percorsi di trekking tra le dune di sabbia, land sailing e snow sand.

Dopo l’attività fisica, niente di meglio di un po’ di relax, ad esempio nella Spa dell’hotel Tamerza Palace, o nei suggestivi hotel di charme, ideali per chi desidera un’atmosfera intima e raccolta.

Per maggiori informazioni: www.tunisiaturismo.it

CONDIVIDI:

Articoli simili

Per oneworld un anno di riconoscimenti prestigiosi

redazione1

Intercontinental Hotels Group annuncia i risultati di una ricerca sulle famiglie in viaggio

claudia.dimeglio

Cipro: alla scoperta di Larnaka in inverno

anna.rubinetto
Please enter an Access Token