Viaggiare News
Destinazioni News

Val Gardena in costume: l’antica tradizione dei costumi gardenesi

Gröden in Tracht, Trachtenumzug in St. Christina, Sommer 2012

Durante la prossima estate si svolgeranno numerosi eventi dedicati alla valorizzazione dei costumi della Val Gardena

La Val Gardena, alla ricerca continua delle proprie tradizioni, è alla  riscoperta di usi e costumi dell’antica storia ladina. Una serie di eventi, che dureranno tutta l’estate, accompagnerà i turisti in un viaggio nel passato per conoscere la cultura locale.

La rassegna inizierà Domenica 4 Agosto con la manifestazione clou: Val Gardena in Costume. Così, a partire dalle ore 16:00, le vie di Selva di Val Gardena, saranno animate da un corteo folcloristico scenografico, che riunirà le bande musicali e le Associazioni dei costumi provenienti dall’intera vallata. Un momento molto atteso da tutti i gardenesi, che, in questa giornata, sfoggeranno le vesti tipiche di una tradizione passata, ma non dimenticata.

La giornata inizierà alle 10:00 con un concerto musicale. Nel pomeriggio, balli popolari, spettacoli, esibizioni, sport ed esposizioni aperte al pubblico allieteranno i partecipanti fino all’arrivo della sera.

Quest’anno Val Gardena in Costume porta il tema “Associazioni in Val Gardena” per sottolineare come le antiche usanze della tradizione locale, siano ancora perfettamente radicate nello spirito culturale dei gardenesi di oggi, che con le loro attività, ambiziose e volontarie, vivacizzano la vita sociale della Valle.

Per conoscere nel dettaglio i segreti storici di questa tradizione, il 7 e il 14 Agosto 2013 a Ortisei, la rassegna proseguirà con la presentazione dei costumi gardenesi. Due appuntamenti durante i quali gli abiti locali saranno, esposti, descritti e raccontati dalla loro origine.

Nuova tappa di questo ciclo di eventi, Domenica 11 Agosto a S. Cristina, quando sarà celebrata la Festa d’Estate, durante la quale i costumi gardenesi daranno vita a nuovi cortei e sfilate, tra musica e balli popolari che faranno risorgere l’atmosfera del passato.

I Gardenesi sono un popolo di viaggiatori e nell’arco della loro storia hanno conosciuto diverse culture e tradizioni, che hanno preso simbolicamente forma nella realizzazione di questi abiti, ricchi e variopinti. Stoffe, pizzi, nastri e gioielli provenienti da diverse parti del mondo, si fondono nella creatività e nell’originalità del popolo gardenese, che ha così realizzato quelli che sono definiti gli abiti più ricchi dell’intero arco alpino. Così, ancora oggi, questi costumi sono indossati dagli abitanti in diverse occasioni, come processioni e feste religiose ma anche per valorizzare i momenti più importanti della vita dei gardenesi, come il matrimonio:

Mercoledì 28 agosto a S. Cristina è in programma proprio un corteo nuziale gardenese.

Sono soprattutto le donne, a poter contare su un’ampia scelta di costumi, acconciature e copricapi. Ogni abito segue il ciclo degli eventi più importanti della vita di una donna: c’è un costume per le ragazze giovani, uno per le donne sposate e un altro per quelle non sposate, fino ad arrivare a quello tipico delle signore anziane.

Infine, durante le serate “Mercatino tradizionale dei contadini e artigiani” ogni martedì di luglio e agosto a S. Cristina si potrà osservare come è realizzato in minuziosa lavorazione, il luccicante copricapo a punta delle ragazze giovani chiamato in ladino “gherlanda spiza”.

CONDIVIDI:

Articoli simili

Acquaworld: fare snorkeling come alle Maldive!

anna.rubinetto

Homelidays.it propone una selezione di case in stile “déjeuner sur l’herbe”

redazione1

Magnifica Indonesia: ecco Flores il fiore delle Piccole Sonda

claudia.dimeglio

Scrivi un commento

Please enter an Access Token