Viaggiare News
DestinazioniMareSlide3

Repubblica Dominicana: l’emozione del whale whatching

Whale watching in Repubblica Dominicana

Sono oltre 40.000 le persone – appassionati, turisti o semplici curiosi – che ogni anno arrivano nella Repubblica Dominicana  per osservare l’emozionate spettacolo delle balene provenienti dall’Atlantico settentrionale, al largo della Baia di Samaná.

Whale watching in Repubblica Dominicana, Baia di Samaná

E’ un appuntamento fisso ormai da anni per le migliaia di appassionati e turisti – ogni anno oltre 40.000 -che raggiungono la Repubblica Dominicana per assistere ad uno spettacolo davvero emozionante: da metà gennaio a fine marzo migliaia di megattere provenienti dall’Atlantico settentrionale si radunano al largo della Baia di Samaná per la stagione dell’accoppiamento e della riproduzione.

Il Santuario dei Mammiferi Marini

Il Governo della Repubblica Dominicana ha istituito già nel 1986 il Santuario dei Mammiferi Marini per tutelare questi animali che fin dal 1966 sono stati dichiarati specie protetta: questa è una delle aree protette più grandi dei Caraibi, che si estende dalla Baia di Samaná fino al Banco de la Plata y Navidad ( anche conosciuto come Silver Bank).

Si stima – sulla base di uno studio del Centro per la Conservazione e l’Eco-sviluppo della Baia di Samaná –  che in questa zona di mare tutelata ci sia una popolazione di circa 17.000 esemplari, ovvero oltre il 40% di tutte le megattere presenti in tutti gli oceani del mondo.

Lo spettacolo maestoso del rituale di accoppiamento

Questi giganti “gentili” che possono arrivare a 17 metri di lunghezza e 40 tonnellate di peso, durante la stagione dell’accoppiamento mettono in scena un vero spettacolo: le balene maschio entrano in competizione ed eseguono salti, acrobazie e colpi di pinna allo scopo di mettersi in mostra e per la gioia di tutti i turisti ed appassionati.
Da non perdere neppure il malinconico canto di corteggiamento, intonato a più riprese ed il maestoso sfiato dal dorso, che può raggiungere i tre metri di altezza.

In barca con le balene

Il modo migliore per assistere a questo meraviglioso spettacolo è certamente con un’escursione in barca, con partenza dalla Baia di Samaná.
Whale Samaná  – che organizza queste escursioni fin dal 1985 – propone un’uscita giornaliera al costo di 59 dollari con la guida esperta e specializzata di Kim Beddal, in grado di offrire ai partecipanti la miglior esperienza nell’osservazione dei cetacei.

Anche da terra è possibile avere una buona prospettiva per l’avvistamento delle balene: dal 2011 esiste un Osservatorio dedicato che sorge a Punta Palandra, lungo la strada che dalla città di Samaná porta a Las Galeras.

Per chi invece arriva nella zona in un periodo al di fuori della stagione dell’accoppiamento delle balene, è possibile scoprire tutti i segreti di questi magnifici animali nel piccolo Museo de las Ballenas, a Santa Bárbara di Samaná.
In questo museo aperto tutto l’anno sarà possibile trovare storia, segreti della loro migrazione e perfino uno scheletro lungo oltre 12 metri di maschio di megattera, ritrovato lungo la costa nel 1993.

Per saperne di più: Vedere le balene in Repubblica Dominicana, Baia di Samanà

CONDIVIDI:

Articoli simili

Sulle orme di Napoleone nel savonese

claudia.dimeglio

Definitive African Experience : SUDAFRICA – BOTSWANA

anna.rubinetto

Yeats 2015, un anno di eventi culturali per celebrare l’illustre poeta irlandese

anna.rubinetto

Scrivi un commento