Viaggiare News
DestinazioniSlide1

Calabria d’inverno, cosa fare e cosa vedere

Calabria

Calabria, mia cara Calabria… Dolce terra baciata dal mar… Tu sei ricca soltanto di sole… Dell’azzurro, del cielo del mar”.

Apriamo con una canzone, contenuta all’interno di un film di un calabrese doc come Antonio Albanese, in questo articolo che si propone di descrivere proprio la Calabria come importante meta turistica.
Se le qualità di questa selvaggia e affascinante regione sono ben note per quel che riguarda il periodo estivo, si può dire altrettanto anche per quello invernale?

La risposta è assolutamente sì!

Ovviamente vivremmo un tipo di esperienza completamente differente nel quale l’azzurro mare dello Ionio, in diversi tratti maldiviano, farà soltanto da sfondo alla vostra vacanza.
Che si dedicherà, per lo più, alla scoperta delle altre bellezze del luogo. Ad accogliervi ci sarà il solito spirito della gente del posto, calda anche se la temperatura fuori sarà meno clemente di altri periodi.
Un abbraccio che vi scalderà tenendovi compagnia, tra località montane incontaminate meravigliose, da lasciarvi senza fiato, e le mille attività possibili.

Quali sono i posti da visitare in Calabria d’inverno?

Che poi freddo freddo non proprio. Le temperature da queste parti sono clementi anche durante l’inverno. Certo, fare il bagno magari è da evitare.
Il tour può partire dal capoluogo Reggio Calabria per una visita al Museo Nazionale della Magna Grecia dove ammirare i celebri Bronzi di Riace.
Altra tappa importante è rappresentata dai borghi di Gerace e Stilo che si trovano nella Locride: il primo è arroccato su una rupe dell’Aspromonte mentre la seconda conserva intatte le caratteristiche medievali.
Tra i posti più belli da visitare in Calabria c’è anche il Parco Museale Musaba dove c’è la famosa Cappella Sistina Calabrese. Si trova nella provincia di Reggio Calabria, per la precisione a Mammola, famosa per lo stocco.
Anche Cosenza merita: un giro nei vicoli della città vecchia o, per gli amanti dell’arte, le opere permanenti di De Chirico, Dalì e Modigliani presenti lungo Corso Mazzini che costituiscono il MAB (Museo all’Aperto Bilotti) ed anche la Galleria Nazionale, nello storico palazzo Arnone, dove è presente una collezione di dipinti a partire dal ‘500 fino all’età moderna. Sempre a Cosenza, inoltre, c’è il Castello Svevo, edificato sul colle Pancrazio a 383 metri sul livello del mare.

Cosa fare in Calabria d’inverno?

Basterebbe soltanto il Parco Nazionale della Sila come risposta.
Qui è possibile fare praticamente di tutto: trekking, escursioni in mountain bike, kayak e/o canottaggio sul Lago Arvo – uno dei tre laghi artificiali presenti – senza tralasciare le passeggiate per ammirare le bellezze del Parco.
Inverno, poi, fa rima con sci grazie agli impianti presenti nelle località di CamigliatelloLorica e Villaggio Palumbo.
Anche il Parco Nazionale del Pollino, inserito tra i patrimoni dell’Umanità UNESCO, ha tanto da offrire tra la Riserva orientata Valle del Fiume Lao (Papasidero), le Gole del Raganello (San Lorenzo Bellizzi) e la Valle del Fiume Argentino (Orsomarso). Oltre, ovviamente, agli sci anche in questo caso.
Anche Tropea, Perla del Tirreno, è splendida pure col cappotto addosso. Da qui, poi, potete spingervi fino a Pizzo per assaggiare il tartufo, un dolce che non conosce stagioni.

Quali sono le sagre in Calabria d’inverno?

Calabria è anche terra ricca di eventi ed in particolar modo di sagre.
Fra le più interessanti c’è quella delle castagne che si tiene a Platania, in provincia di Catanzaro, a fine novembre. Molte, poi, sono legate al Natale, ma prima c’è l’Immacolata, l’8 dicembre, dove ad animarsi c’è in particolar modo il comune di Chiaravalle Centrale.
Poi, in ordine cronologico, viene la Fiera di Santa Lucia qualche giorno dopo (13 dicembre) Al 25 dicembre, invece, il Falò di Natale di Castelsilano è da segnare in rosso sul calendario come appuntamento da non perdere. Chiudiamo infine con la Fiera di San Giuseppe dal 17 al 22 marzo in quel di Cosenza.

Com’è il villaggio di Babbo Natale a Reggio Calabria?

Insomma, vale la pena dedicare una finestra del proprio tempo alla Calabria anche oltre il classico periodo estivo. Non solo mare, ma anche natura e montagna.
Chi ha casa da queste parti, spesso, ne approfitta per qualche capatina anche col fresco.
In effetti il territorio ben si presta anche ad investimenti immobiliari, un settore che vive un periodo favorevole per chi vuole investire.
Una possibilità è ad esempio l’investimento immobiliare a reddito. Sarebbe un buon modo per vivere anche la magia del Natale, periodo dell’anno particolarmente sentito da queste parti.
Avrete sicuramente sentito parlare del villaggio di Babbo Natale che ogni anno viene ormai organizzato a Reggio Calabria.
Un’occasione apprezzata dai più piccoli, in una fascia d’età compresa tra gli 0 e 10 anni, per conoscere il leggendario uomo barbuto che regala doni a destra e a manca.
In questo modo si vive realmente l’essenza del Natale con tante attività ludico-ricreative disponibili. si trova all’interno della Ludoteca Space Party – Via Caserma traversa Privata n°3 – ed è suddiviso in diverse stanze tematiche in cui i bambini, guidati dagli elfi, seguiranno il percorso verso la Casa di Babbo Natale.
Tra le varie tappe da seguire troviamo l’ufficio postale, nel quale scrivere la classica letterina, il laboratorio degli elfi, la natività che simboleggia la nascita di Gesù, il Luna Park delle Renne per giocare e divertirsi, la cucina di mamma natale e la sala da pranzo dove poter fare merenda, la stanza delle storie in cui i bambini assisteranno ad uno spettacolo (marionette o clownerie) i cui protagonisti saranno Babbo Natale ed i suoi amici elfi, la camera di Babbo Natale con  letto, poltrona, scrivania e libro dei bimbi buoni ed infine la fotoricordo per custodire memoria della splendida giornata trascorsa.
Non mancano naturalmente anche la slitta, le renne e l’abete: tutti simboli natalizi.
Il villaggio apre i battenti il giorno dell’Immacolata per poi chiudere solitamente proprio il giorno di Natale. La prenotazione è sempre consigliabile per chiunque decidesse di voler assaporare l’atmosfera di questi giorni di festa.
Nei quali il buon umore regna sempre sovrano, sia tra i grandi che tra i più piccoli ai quali l’evento è dedicato.

CONDIVIDI:

Articoli simili

Salento: un Amico

claudia.dimeglio

Mammoth Lakes riapre la stagione invernale

Sbei

Australia: le più emozionanti attività all’aria aperta nel Northern Territory

anna.rubinetto

Scrivi un commento