Viaggiare News
Destinazioni Slide3

Viaggio alle Canarie in autunno? Ecco cosa vedere e cosa fare

Le isole Canarie sono diventate, col tempo, una delle mete preferite dai turisti che vogliono vivere una vacanza all’insegna del relax e della scoperta dei tanti paesaggi in riva all’oceano.

Situate nell’arcipelago spagnolo dell’Oceano Atlantico, al largo delle coste del Marocco, queste otto isole godono di un clima mite tutto l’anno, rendendole perfette per i viaggi autunnali.

Contornata da splendide spiagge, intervallate da scenari naturalistici degni di nota, questa zona dà modo ai turisti di poter vivere un’esperienza completa; non a caso vengono definite le Hawaii d’Europa, proprio per il loro clima favorevole e la natura paradisiaca che permette di vivere a pieno anche tutto il fascino di storie e tradizioni locali.

Qui di seguito andremo a vedere cosa vedere e cosa fare quando si decide di organizzare una vacanza autunnale alle isole Canarie. Come primo punto, però, è bene sottolineare che avere un mezzo proprio è di fondamentale importanza, se non si vuole usufruire del servizio taxi.

Si può noleggiare un’auto in qualunque aeroporto delle Isole Canarie e poi dirigersi verso le mete stabilite nel proprio tour.

Tenerife e il Parco Rurale

L’isola vulcanica di Tenerife è la più grande dell’arcipelago delle Canarie e il suo monte, il Teide, presenta la cima più alta di tutta la Spagna.

Le città urbane principali sono Santa Cruz de Tenerife, la capitale, seguita da La Laguna e Tegueste; al sud dell’isola, punti rinomati a livello turistico sono Candelaria e Santiago del Teide.

Attrazione primaria di tutta la zona, ovviamente, è rappresentata dalle splendide spiagge di sabbia dorata e nera, mete ideali per godere di pieno relax e spensieratezza; il territorio, però, vanta anche aree naturali di grande interesse.

Il Parco Rurale del Teno, a questo proposito, è una delle zone più suggestive dell’isola, con le sue valli incontaminate e le splendide foreste, intervallate da sentieri che conducono in posti davvero affascinanti; gli amanti delle passeggiate, infatti, possono organizzare un tour del parco partendo dal villaggio di El Palmar e proseguire verso i 13 sentieri che portano alla scoperta dell’intero territorio.

Lanzarote: terra selvaggia e incontaminata

Chi decide di partire in autunno alla volta delle Canarie, non potrà farsi mancare una visita a Lanzarote e organizzare dei percorsi all’insegna dell’avventura.

Quest’isola, infatti, è dominata da affascinanti vulcani e baie incontaminate; il sentiero più famoso è quello conduce al litorale di Bajo El Risco e darà modo ai visitatori di avere una visuale panoramica davvero mozzafiato sulle isole dell’intero arcipelago.

Gran Canaria e Los Lobos

Proseguendo alla scoperta delle isole Canarie, doverosa è una tappa all’isola Gran Canaria dove risiede l’immenso Parco Naturale del Nublo; al suo interno sono presenti ben 30 villaggi che insieme rappresentano la Riserva della Biosfera dell’UNESCO.

Poco distante da lì si trova l’isolotto Los Lobos, circondato da sabbia bianca e fine, intervallata da rocce vulcaniche che regalano uno dei panorami più intensi e suggestivi delle isole Canarie.

Il consiglio è quello di addentrarsi anche nella baia di La Calera e vivere momenti di assoluto relax in una cornice davvero paradisiaca.

Fuerteventura: la isla lenta

Fuerteventura è la seconda isola più grande di tutto l’arcipelago delle Canarie, oltre ad essere anche la più antica.

Distante meno di 100 km dalle coste africane, questo luogo gode di un clima mite tutto l’anno; le temperature, infatti, oscillano tra i 18 e i 24° C, rendendola meta ideale per le vacanze autunnali.

L’isola di Fuerteventura è caratterizzata da una natura estremamente incontaminata e i paesini da visitare sono molto meno numerosi rispetto a Tenerife e Gran Canaria.

Tra i diversi paesaggi desertici presenti nel territorio, la montagna Tindaya spicca per la sua imponenza; sarà interessante scoprire che questo luogo era considerato sacro e magico per gli antichi aborigeni e gli avventurosi che decideranno di effettuare delle escursioni verso la sua cima potranno essere testimoni delle loro incisioni su roccia.

Chi è appassionato di astronomia, invece, potrà raggiungere uno dei belvedere più suggestivi del luogo, precisamente a Pajara, dove sono presenti attrezzature e supporti per telescopi che permetteranno di osservare le stelle.

Gli amanti della pace e della quiete avranno modo di godere di momenti di pieno relax presso le piscine naturali di Aguas Verdes; 6 km di pozze e insenature che permettono di immergersi in un’acqua sempre calma e calda.

Infine, chi vuole andare alla scoperta della storia di quest’isola, potrà trovare numerose testimonianze presso il piccolo villaggio di Betancuria, un tempo capitale dell’isola.
Questa suggestiva città fu fondata nel lontano ‘400 da un cavaliere normanno e da lì in poi conobbe la costruzione di numerose chiese e cappelle.

La Palma e il Bosco di Los Tilos

Le isole Canarie, come abbiamo visto, offrono numerosi spunti per gli amanti del relax in riva al mare, per escursionisti e appassionati di trekking e per chi ha desiderio di conoscere la storia e le tradizioni locali.

Chi, a queste tappe, vuole aggiungere anche la visita a una delle pochissime riserve al mondo di alloro, potrà recarsi all’isola La Palma e precisamente al Bosco di Los Tilos, Riserva della Biosfera dell’UNESCO.
Qui è presente una delle piante più antiche del nostro pianeta, che cresce sulla Terra da milioni di anni, la Laurisilva.

Queste testimonianze di grandissimo valore storico sono impreziosite ancor di più dall’ambiente e il panorama circostante che dà la possibilità di effettuare numerosi percorsi di trekking.

CONDIVIDI:

Articoli simili

10 buoni motivi per visitare Valencia nel 2017

anna.rubinetto

Sciatori in aumento sul MONTE BONDONE

claudia.dimeglio

A Lampedusa l’evento “Piacere di conoscerci. Festa del turismo responsabile e dei diritti umani”

redazione1

Scrivi un commento

Please enter an Access Token