festività News Usi e Costumi nel mondo

La storia del Presepe, da San Francesco d’Assisi ad oggi

La storia del Presepe: il primo presepe, i personaggi essenziali

La storia del Presepe rappresenta il vero spirito del Natale con la nascita di Cristo: Oltre ottocento anni fa, San Francesco d’Assisi ci ha mostrato la storia del primo presepe mai registrato. Ha creato la sua rappresentazione per aiutare i bambini a comprendere il vero significato del Natale.

Dato che, come spesso si vede, il significato religioso si perde tra il mare di regali, San Francesco voleva ricordare al mondo che la festività non riguardava solo il dare o ricevere regali, ma che si trattava di celebrare la nascita di un bambino speciale. La sua rappresentazione del bambino Gesù,
Maria e Giuseppe è stata allestita in una grotta a Greccio – nella provincia di Rieti – ed è stata usata per mostrare al mondo che lo spirito del Natale era qualcosa di cui fare tesoro, non materializzato.

San Francesco ha raffigurato il Presepe con persone viventi, molto diverse dai presepi in terracotta o in legno che vediamo oggi nei negozi. Ciò che è iniziato così tanto tempo fa è ora diventato una tradizione che vediamo oggi in molte case.

La storia del presepe non si perde nei bambini delle nuove generazioni, ma la storia di Maria, Giuseppe e Gesù bambino viene ancora raccontata per ricordare a tutti cos’è veramente il Natale.
La robusta stalla, l’umile mangiatoia ed i suoi abitanti raccontano la storia che risale al periodo natalizio stesso.

Il Presepe, i tratti comuni nelle diverse culture

“Vediamo molti diversi tipi di culture e religioni in tutto il mondo, e mentre molti celebrano festività simili durante il periodo natalizio come Hanukkah o Festival invernale, vediamo anche diverse varianti del presepe tradizionale”.
Mentre l’aspetto di ogni esposizione è presentato in modo diverso con stili, colori e design unici, ogni cultura rappresenta gli stessi elementi di base, ovvero:
 una stalla,
 una mangiatoia,

 un bambino,
 una madre e
 un padre.
Altre culture possono usare nomi o storie diversi, ma alla fine ognuno di essi è usato per dirci che la festa non è solo un momento per fare regali che si estrinsecano in oggetti materialistici, ma è in realtà un momento per celebrare la nascita del Salvatore.

La scena della mangiatoia raffigurata è della nascita di Gesù bambino, il Signore e Salvatore della fede cristiana; il bambino Gesù è circondato da sua madre Maria, suo marito Giuseppe e spesso altri personaggi della storia della nascita di Gesù, come i tre saggi, i buoi, gli angeli e le pecore.

La storia del Presepe, evoluzione del simbolo per eccellenza del Natale

L’ampia varietà di dimensioni disponibili oggi circa le statuette dei vari personaggi, consente ai proprietari di casa moderna la flessibilità di selezionare il presepe di Natale perfetto per la quantità di spazio della loro casa. 

Chi vive in appartamenti più piccoli o chi vorrebbe esporre la Natività sulla scrivania al lavoro può optare per l’acquisto di singoli pezzi per creare un insieme più piccolo di soli Gesù, Maria e Giuseppe. Considerando che una chiesa o un proprietario di casa con ampio spazio potrebbe voler acquistare più set da visualizzare, anche i set da esterno sono diventati popolari. 

Che sia fatto di pietra scolpita per l’esposizione permanente o di plastica illuminata per l’esposizione stagionale, i proprietari di casa possono scegliere il set da esterno adatto a loro. Indipendentemente da come un proprietario di casa mette in mostra il proprio set, è garantito che il vero significato della stagione sarà rappresentato in modo bello e significativo.

Articoli simili

Con KAYAK le offerte migliori per viaggiare, dai voli agli hotel

anna.rubinetto

SEA rilancia l’iniziativa Family Friendly Airport

claudia.dimeglio

Appuntamento con BEST WESTERN a “Ferrara Buskers Festival”

anna.rubinetto

Scrivi un commento

Please enter an Access Token