Asia Destinazioni Evidenza Hotel

Giappone, tre soggiorni artistici a Tokyo tra arte e ristorazione

Chi ha intenzione di vivere al meglio la cultura artistica di Tokyo e del Giappone può unire un soggiorno favoloso a un’esperienza all’insegna della pura arte.

Un semplice soggiorno in un hotel di Tokyo, dunque, può trasformarsi in un’esperienza artistica da urlo, capace di appagare i sensi. Ecco cosa c’è da sapere riguardo a tre eventi fuori dal comune, che si terranno in tre strutture ristorative di assoluto rilievo nel cuore del Giappone.

Takashi Murakami e l’Hotel Grand Hyatt Tokyo

Iniziamo da una figura di spicco dell’arte contemporanea come Takashi Murakami. L’artista giapponese, storico ispiratore del movimento artistico Superlat, ha scelto di legare il suo nome all’hotel Grand Hyatt Tokyo, situato nell’area di Roppongi. Murakami ha sempre puntato sulla peculiarità della cultura giapponese e darà vita a un soggiorno davvero unico.

La collaborazione promette davvero molto bene, con alcuni fortunati fruitori della Chairman Suite che potranno apprezzare la scultura Flower Parent and Child. Quest’ultima ha un’altezza di circa 2 metri e contiene foglie d’oro. Al tempo stesso, è possibile assaporare una cena a tema, con champagne e dolci inclusi, oltre a ricevere un libro autografato da Murakami in persona.

Pigment Tokyo e l’hotel Aman Tokyo

La seconda partnership vede come protagonisti il laboratorio Pigment Tokyo e l’hotel Aman Tokyo, situato nella zona di Otemachi. Gli ospiti potranno così ricevere un set artistico speciale, contenente numerosi inchiostri giapponesi di tipo sumi-e e cartoline in carta washi di bambù.

Su tali superfici, i clienti avranno l’opportunità di abbozzare schizzi o scrivere messaggi per parenti e conoscenti. Al tempo stesso, gli ospiti potranno ammirare un meraviglioso panorama dalla piscina situata al trentaseiesimo piano dell’albergo.

L’esperienza gourmet al ristorante Sukiya

Infine, chi vuole aggiungere un’esperienza culinaria di alto rango alla propria visione artistica può trovare pane per i suoi denti grazie al ristorante Sukiya. La struttura, di recente apertura, si trova all’interno del prestigioso Hotel Cerulean Tower di Shibuya ed è a sua volta un piccolo museo d’arte, oltre a proporre una cucina kaiseki dalla qualità certificata.

Non mancano rotoli dipinti e ceramiche in ambienti dalla forte impronta tradizionale. Inoltre, è presente una finestra con vista su palco e platea del teatro Noh, per immergersi nella cultura fino in fondo.

Articoli simili

Coccolati come non mai con i nuovi trattamenti proposti negli hotels ORIENT-EXPRESS

anna.rubinetto

Hong Kong, un’esperienza da vivere !

redazione1

Condé Nast Johansens raccomanda viaggi Plastic Free!

anna.rubinetto

Scrivi un commento

Please enter an Access Token