News Trasporti Treni

Debutta il treno Rock per la gioia dei pendolari campani

In un paese in cui troppo spesso abbiamo dovuto leggere, negli anni passati, di proteste da parte di lavoratori e studenti pendolari, per le cattive condizioni del trasporto ferroviario a causa di materiale antiquato e sovraffollato, è una piacevole sorpresa leggere un comunicato stampa di aperti elogi per Trenitalia.

È quello che è stato diramato dall’Associazione Pendolari Sannio-Terra di Lavoro, dopo che, giovedì 21 gennaio, i tanti pendolari campani diretti a Roma da Napoli e Caserta hanno trovato in stazione una sorpresa molto gradita.

Cosa è successo? Ad aspettarli non hanno trovato il solito treno, bensì un Rock, il treno a due piani progettato e costruito interamente in Italia, nello stabilimento pistoiese di Hitachi Railex Ansaldo Breda, modello di ultimissima generazione fiore all’occhiello della flotta regionale di Trenitalia e campione di comfortaffidabilitàsicurezza.

La corsa del Rock è partita alle 4.13 dalla stazione di Piazza Garibaldi ed è arrivato a Roma – dopo la sosta programmata a Caserta – poco prima dell’orario ufficiale delle 7.29 accolto dall’AD di Trenitalia Luigi Corradi, alla sua prima uscita pubblica, e dal direttore della Divisione  Regionale Sabrina De Filippis. Nel viaggio inaugurale a bordo del Rock erano presenti, tra gli altri, i rappresentanti dell’Associazione Pendolari Sannio-Terra di Lavoro, accompagnati per l’occasione da Pietro Diamantini, responsabile Trenitalia della Campania.

LA SODDISFAZIONE DEI PENDOLARI 

I pendolari hanno molto apprezzato la novità e nel loro comunicato stampa lo dichiarano senza troppi giri di parole: “Durante il viaggio, abbiamo potuto constatare personalmente il clima di soddisfazione che traspariva dagli sguardi e dai sorrisi di tutti i pendolari, tramutatosi in un caloroso “grazie” rivolto alla Dirigenza di Trenitalia che ci ha accolto al nostro arrivo a Roma Termini. Per i vertici dell’azienda di trasporto ferroviario del Gruppo FS, capeggiati proprio dall’amministratore delegato Luigi Corradi, fresco di nomina,  la presenza in stazione, ma ancor più la decisione di inserire il Rock su questa rotta, rappresentano l’ultimo segnale, in ordine temporale, della costante attenzione rivolta alle persone che usano ogni giorno le corse regionali per spostarsi. Analogo apprezzamento è stato ovviamente rivolto alla Regione Campania, committente del servizio.

Con oltre 600 posti a sedere offerti, e una velocità massima di 160 km/h, il Rock è costruito “a misura di pendolare”, garantendo comfort e servizi innovativi a bordo uniti a maggiore affidabilità nelle prestazioni, caratteristiche queste particolarmente apprezzate da chi, per ritmi lavorativi o di studio, si sposta tra casa, ufficio o scuola. Dopo i 24 Jazz già consegnati, saranno 37 i nuovi treni che circoleranno in Campania grazie al Contratto di Servizio siglato a dicembre 2019 da Regione Campania e Trenitalia.

Ugo Dell’Arciprete

Articoli simili

Le vacanze ai tempi della sharing economy

redazione1

I clienti sono soddisfatti dei servizi offerti da Ryanair che utilizzeranno ancora

redazione1

La nuova TAP è già realtà!

anna.rubinetto
Please enter an Access Token