Vacanze 2020, il trend: in Italia e in auto

La prima estate post-Covid (o, più correttamente, infra-Covid) sarà all’insegna di due tendenze nette: in larga maggioranza, i vacanzieri resteranno nelle vicinanze della propria abitazione ed entro i confini nazionali, e raggiungeranno le destinazioni delle ferie principalmente in auto, per limitare i rischi derivanti dalla circolazione del virus.

Indagine sulle previsioni delle vacanze 2020

È quanto emerge dal sondaggio “Le abitudini degli automobilisti in viaggio”, condotto dal noto magazine Automobile.it per scoprire come sarà l’estate degli italiani dopo i mesi di lockdown, trascorsi in casa a causa dell’emergenza Coronavirus, e per tentare di prevedere quando e in che modo le ansie legate al Covid-19 modificano le scelte e le preferenze in fatto di viaggi estivi.

Un’estate in Italia e in auto

Le risposte del campione di 600 utenti selezionati non lasciano spazio a dubbi: il programma dell’estate 2020 sarà alla riscoperta dell’Italia e meraviglie del nostro Belpaese. Quasi 9 persone su 10 (l’88 per cento degli intervistati) dichiara l’intenzione di trascorrere le proprie ferie lungo lo Stivale, sfruttando gli itinerari che si possono seguire in auto per un viaggio innovativo.

Meta preferita, la Sardegna

Se lo scorso anno una delle mete più ambite era la mitica Route 66 statunitense, per le prossime settimane il coast to coast si sposta lungo la splendida Sardegna. Molto netta anche la percentuale di turisti on the road, che saranno il 77,2 per cento: lo scorso anno, la quota di quanti preferivano l’auto come mezzo di trasporto era comunque elevata (57,3 per cento), ma si nota anche qui l’impatto del Covid, che convince gli italiani ad abbandonare altri mezzi di trasporto pubblico.

Nuove abitudini di viaggio

Interessanti anche le previsioni sulle abitudini alla guida: quando sono in viaggio, gli italiani amano stare al volante e percorrere anche lunghi tragitti, con il 78 per cento degli intervistati che confessa che preferirebbe non cedere mai il posto di guida a un compagno di viaggio (anche se un terzo dei viaggiatori partirà comunque in compagnia). E se il 29 per cento prevede di fare orientativamente una sosta ogni due ore di percorso, un automobilista su cinque sta pensando di non fermarsi mai fino a destinazione.

Non trascurare la sicurezza stradale

Un comportamento non certo consigliato, in termini di sicurezza stradale, che si accompagna ad altre abitudini poco corrette che gli italiani hanno rispetto alla cura dell’auto e di alcuni suoi elementi, a cominciare dalle gomme. Come rivelato dalle periodiche campagne di sensibilizzazione di “Vacanze Sicure” (iniziativa di Assogomma e Federpneus con il Servizio Polizia Stradale), gli automobilisti italiani non prestano attenzione allo stato di salute degli pneumatici e circa il 10 per cento delle vetture monta pneumatici lisci e quindi potenzialmente più pericolosi.

I pericoli delle disattenzioni

Come dice Giovanni Busacca, direttore del Servizio Polizia Stradale, mettersi al volante di veicoli con “pneumatici lisci, danneggiati o comunque non conformi a quanto previsto dalla normativa, espone i conducenti ad un elevato rischio di incidente stradale e costituisce un gesto di irresponsabilità che si ripercuote negativamente su tutto il sistema della circolazione, di cui tutti siamo parte integrante”. Tali situazioni possono aumentare le probabilità di “un cedimento di un pneumatico e causare incidenti stradali anche gravi”, per cui “il consiglio è quello di prestare sempre molta attenzione anche allo stato di salute degli pneumatici, soprattutto prima di intraprendere un lungo viaggio”.

C’è sempre tempo per comprare gomme

Oltre a pensare di organizzare e caricare i bagagli, quindi, è buona regola curare anche lo stato degli pneumatici, verificarne la pressione e valutare eventualmente l’acquisto di un nuovo treno. Ormai comprare gomme è semplice e veloce grazie all’e-Commerce, e siti come euroimportpneumatici.com garantiscono la spedizione in tempi molto stretti: qui è possibile trovare non solo gli specifici modelli estivi, ma anche gli pneumatici all season o quelli con marcatura M+S, che potrebbero essere utili a chi sta pianificando un viaggio verso zone montuose dove le strade potrebbero esser soggette a condizioni atmosferiche ben poco estive.

By | 2020-07-17T18:09:29+00:00 luglio 2020|News|