Brevi vacanze in Svizzera senza lo stress dell’auto

Sono lontani i tempi in cui gli italiani passavano le proprie ferie tutte in blocco nella pensioncina al mare. Oggi si cerca di fare vacanze brevi e diversificate, un po’ di mare, un po’ di montagna, un viaggetto. Soprattutto per chi vive in Nord Italia la Svizzera è ideale per brevi vacanze, magari ripetute.

8 tour di 3 giorni per scoprire città e montagne viaggiando esclusivamente in treno e con gli altri mezzi pubblici.

Sostenibili, diversificati e accessibili
La sostenibilità, la varietà e l’accessibilità sono il filo conduttore di queste vacanze brevi pensate per chi esplora la Svizzera per la prima volta e vuole fare una scorpacciata di esperienze uniche. Si viaggia esclusivamente coi trasporti pubblici approfittando di biglietti “all-in-one”, come lo Swiss Travel Pass, e di una rete capillare che permette di raggiungere con facilità vette e cittadine sul lago. C’è sempre un mezzo per arrivare in cima, così l’alta montagna non è prerogativa di alpinisti e super sportivi ma un luogo accessibile a tutti, per respirare aria pura e cambiare prospettiva.

Tutto è vicino e perfettamente collegato: si può abbinare un’escursione in montagna al mattino ad una passeggiata nel centro città al pomeriggio, concludendo la giornata in un ristorante vista lago. La comodità dei mezzi pubblici si sposa con la crescente attenzione per le tematiche ambientali senza compromettere gli obiettivi di svago e di relax propri di una vacanza.

Testati per voi
Gli itinerari sono stati testati da quattro “ambasciatori” di età, professione ed interessi diversi: Jade Canali, cantante e appassionata di montagna; Marta Scalabrini, chef estrosa con un passato nella comunicazione; Serena Confalonieri, designer che ama le contaminazioni fra stili e culture, ed Emiliano Ponzi, affermato illustratore. Ciascuno ha potuto constatare di persona gli aspetti prima descritti. Partiti con una conoscenza poco approfondita della Svizzera, sono tornati sorpresi dalla ricchezza culturale, enogastronomica e paesaggistica che caratterizza questo territorio così piccolo ma così variegato. Basti pensare al plurilinguismo e alle influenze dei Paesi confinanti in ambito gastronomico; o alle proposte per l’outdoor e all’offerta museale. Gli spostamenti a bordo di treni, battelli e ferrovie di montagna sono stati per tutti una scoperta. Non sono venuti a mancare, infatti, i vantaggi di solito associati all’utilizzo dell’auto, come la comodità e la libertà di movimento, e in più si è potuto sperimentare un modo di viaggiare scenografico ed ecologico.

Chiavi in mano
Ogni itinerario è correlato da un pacchetto, comprensivo di pernottamento e trasferimenti in treno, acquistabile presso il tour operator Switzerland Travel Center. In alternativa si può prenotare individualmente il proprio soggiorno avvalendosi dei preziosi consigli degli “ambasciatori” e scaricando i pdf con la sintesi del programma. Gli orari dei treni e le combinazioni con tutti i mezzi di trasporto sono facilmente consultabili su www.ffs.ch mentre si possono studiare nel dettaglio i percorsi panoramici e le diverse tipologie di Swiss Travel Pass nella sezione dedicata a Swiss Travel System.

Gli 8 itinerari in breve:

Lucerna, un concentrato di Svizzera
Tour di tre giorni a Lucerna e dintorni che offre uno spaccato della Svizzera più autentica: città vivace ma a misura d’uomo, shopping e musei, lago e montagne per gite fuori porta con battelli e ferrovie da record. Se Lucerna può vantare due secoli di turismo, lo deve al lago e alle montagne che la circondano. Ma tutta la città rivela scoperte e sorprese: le torri e le antiche mura, le piscine liberty e il modernissimo Centro di Cultura e Congressi (KKL) progettato da Jean Nouvel, i ristoranti tradizionali e gli eleganti hotel. Da Lucerna si raggiunge il Monte Pilatus: giunti in vetta, si possono ammirare ben 73 vette alpine, fare passeggiate o pranzare in uno dei ristoranti.

Dalla capitale al cuore della Svizzera
Tour di tre giorni che abbina un soggiorno a Berna e Lucerna all’esplorazione di laghi e cime con battelli di linea, funicolari e spettacolari cremagliere. Dopo una notte a Berna, capitale patrimonio Unesco, si prosegue per il Lago di Thun con tappa a Interlaken ed escursione sull’Harder Kulm e sulla Schynige Platte. È la volta di Lucerna, città della musica e delle piazze, da cui si parte alla scoperta del leggendario Monte Pilatus.

Berna, i suoi laghi e le sue cime
Tour di tre giorni nella regione di Berna alla scoperta dei suoi tipici villaggi alpini e delle sue cime maestose, comodamente raggiungibili con le ferrovie di montagna. L’avventura inizia a bordo dello scenografico Trenino Verde delle Alpi che circola tra Domodossola e Berna. Prima tappa a Kandersteg, meta estiva e autunnale per escursionisti di ogni livello, per poi proseguire fino a Thun, porta d’accesso ai monti dell’Oberland. Con un treno si può salire perfino a 3’454 metri, sulla Jungfraujoch, che vanta il record di stazione ferroviaria più alta d’Europa.

Viaggio panoramico in treno e in battello
Tour di tre giorni lungo alcune delle più belle tratte panoramiche della Svizzera viaggiando a bordo di treni e battelli. Si parte da Milano per Montreux sul Lago di Ginevra, terra piena di luce e di sapori genuini. Da qui si prosegue verso Lucerna, con la Goldenpass MOB, con sosta nel tempio dei formaggi di Gstaad. Si torna, poi, a Milano per un’altra via esplorando i luoghi dove è nata la Svizzera e i paesaggi del Ticino con il Gotthard Panorama Express.

Sapori e panorami in Ticino
Tour di tre giorni in Ticino, un territorio da esplorare e da gustare. Dai grotti ai ristoranti gourmet, dalle colline ai vigneti soleggiati, la buona tavola è sempre di casa. L’aspetto culinario si sposa con un’offerta culturale di prim’ordine e con panorami strepitosi che regalano una vacanza unica, a due passi dall’Italia. Tappe di questo itinerario del palato e della vista sono Bellinzona, con i suoi castelli Unesco, Lugano con passeggiata sul San Salvatore, e il Mendrisiotto con le sue cantine e con la salita in cremagliera sul Monte Generoso.

Chicche gastronomiche sul Lago di Ginevra
Tour di tre giorni nella Regione del Lago di Ginevra che si contraddistingue per il suo ricco patrimonio
enogastronomico e per la sua tradizione alberghiera. Montreux e Vevey fanno parte della cosiddetta riviera. C’è poi Losanna, la capitale olimpica, e i pendii ricoperti di vigne del Lavaux che scendono sul lago. Con i mezzi pubblici si raggiungono facilmente Château-d’Oex e gli altri caratteristici villaggi alpini dove gustare una fondue fatta ad arte.

Basilea, la capitale culturale della Svizzera
Tour di tre giorni a Basilea, la cittadina sul Reno che vanta 40 musei in 37 km2. La capitale culturale della Svizzera seduce con una meravigliosa città vecchia, gli edifici delle archistar, i locali dallo stile originale e le sue ricche collezioni d’arte. L’abbuffata d’arte inizia alla Fondazione Beyeler. Prosegue poi al Kunstmuseum Basel e al divertente Museo Tinguely. Da non perdere una passeggiata lungo il Reno e nel quartiere, pieno di fermento, di Klein Basel.

Basilea e Zurigo, il lato urbano della Svizzera
Tour di tre giorni a Basilea e Zurigo che sorprendono per la qualità e la quantità delle proposte culturali e per i progetti innovativi in campo urbanistico. Vicine tra loro e ben collegate a Milano, sono la meta ideale per chi è a caccia di nuove tendenze. L’itinerario a Basilea si concentra sull’architettura contemporanea e sulla street art mentre a Zurigo il protagonista è il quartiere di Zurich West con le sue bizzarre riconversioni.

Per informazioni www.svizzera.itinfo@myswitzerland.com  N. verde 00800 100 200 30

Ugo Dell’Arciprete

By | 2020-07-20T09:49:00+00:00 luglio 2020|Destinazioni, Europa|