Visitare la Catalogna da casa propria

Siamo tutti chiusi in casa, ma grazie a internet possiamo raggiungere virtualmente tutto il mondo e cominciare a programmare i viaggi che faremo alla fine dell’epidemia, per esempio in Catalogna.

In un momento drammatico nel quale non si può godere della vacanza tanto desiderata, la Catalogna è a portata di schermo e propone una vera e propria “vacanza virtuale” in tappe: decine di tour interattivi per dare la possibilità a tutti di approfittare di questi momenti di pausa casalinga per continuare a viaggiare.

Su uno smartphone, un computer o, perché no, lo schermo di una televisione si potrà vivere un itinerario nella regione spagnola, iniziare a scoprire le meraviglie architettoniche e museali e pregustare il momento in cui si potrà vedere quelle esperienze con i propri occhi.

Prima Tappa – I MUSEI

I turisti virtuali potranno visitare i più importanti musei catalani: dal Teatre-Museu Dalí a Figueres, concepito dal padre del surrealismo Salvador Dalí e reale testimonianza della vita artistica di questo grandissimo maestro, al Museo della Moda di Barcellona, con la sua esposizione virtuale di oltre 600 pezzi di abbigliamento, simboli dell’evoluzione della moda catalana. Sempre a Barcellona si possono poi visitare i meravigliosi cortili del Museo Picasso; Il Museo Nazionale d’arte della Catalogna e il Museo d’arte contemporanea.

Seconda Tappa – L’ARCHITETTURA

Che vacanza sarebbe senza una visita ai monumenti e ai luoghi simbolo della propria meta? Nel loro tour virtuale a Barcellona i turisti potranno ripercorrere le opere di Gaudí da Parco Güell, il meraviglioso giardino architettonico, a Casa Milà, uno dei più famosi edifici modernisti al mondo. Gli amanti della musica, poi, non vorranno certo perdersi un tour nel Palau della Música Catalana, detto il Giardino della Musica, un esempio architettonico di modernismo catalano; oppure il Gran Teatre del Liceu, il teatro attivo più antico e prestigioso di Barcellona e uno dei più importanti teatri d’opera del mondo.

Un lato positivo del viaggiare dal divano è che nel giro di un clic ci si può spostare di molti chilometri. Da Barcellona ecco che i turisti atterrano a Girona, pronti a visitare la sua meravigliosa Cattedrale.

Terza Tappa – LE CITTA’

Dopo aver visitato musei e monumenti la cosa più bella di un viaggio è girovagare per le strade della città senza una meta precisa, assaporando ogni dettaglio. Grazie alla realtà aumentata si può fare anche dal divano. I vicoli e i cortili di Girona e Tarragona sono infatti pronti ad essere virtualmente visitati dai turisti che hanno a disposizione un visore per la realtà aumentata. Sarà possibile vedere, vivere ed esplorare i luoghi e i monumenti più emblematici di queste città senza muoversi di un centimetro. Ogni visita comprende poi testi descrittivi ed esplicativi scritti da esperti del settore e una galleria con i dettagli più interessanti di ogni visita.

Questi sono tutti i link per iniziare il viaggio:

Casa Milà, Barcellona https://www.lapedrera.com/visita-virtual/
Teatro Liceu, Barcelona https://www.liceubarcelona.cat/es/google-sreet-view
Palau de la Música Catalana, Barcellona
https://www.tartinvillephoto.com/panoramas/Palau-de-laMusica.html?tour_language=es
MACBA,Barcellonahttps://www.tartinvillephoto.com/panoramas/MACBA.html?tour_language=it
Park Güell, Barcellona http://www.bcn.cat/visitesvirtuals/es/05_parcguell.htm
Museu de la Moda, Barcellona https://www.museudelamoda.cat/ca/cataleg
Museo Picasso, Barcellona  http://courtyard.museupicassobcn.org/
MNAC, Barcellona  https://www.museunacional.cat/es/itinerarios-virtuales
Teatre-Museu Dalí, Figueres https://www.salvador-dali.org/en/museums/dali-theatre-museum-in-figueres/visita-virtual/
Cattedrale di Girona  http://www.catedraldegirona.cat/es/visita-360.aspx
Girona http://girona.visita3d.com/
Tarragona https://www.tarragona.cat/la-ciutat/visita-virtual
Patrimonio UNESCO di Tarragona  https://www.tarraco360.com/tour/virtual_en.html

Tutte le altre info (hotel, ristoranti, attività varie) sono su https://www.catalunyaexperience.it/

Ugo Dell’Arciprete

By | 2020-03-28T12:05:29+00:00 marzo 2020|News|