Natale all’insegna del verde

Natale all’insegna del verdeDivertente meta di un giro fuori Milano nei paraggi di Bergamo è Caravaggio, dove ha sede il CENTRO VERDE, punto di riferimento per chi voglia rendere più piacevole la quotidianità dentro e fuori la propria casa.

Vestito a festa in occasione del Natale, accoglie famiglie, bambini e adulti che amano ricreare intorno a se, con luci e colori, le magie di atmosfere che fanno da sfondo allo stare bene insieme.   

Sotto la protezione dei tre giganti buoni, che tutto possono incutere fuorché timore, si svolgono, di volta in volta, laboratori a tema, giochi, ma anche spettacoli e il richiestissimo “truccabimbi”.  Anche i loro nomi, Decorina, Fiabecco e Abetello, ideati dai bambini l’anno scorso in un concorso a premi, fanno parte del mondo della creatività infantile.
Alle spalle di Decorina e Fiabecco, all’interno del Christmas Garden, come variopinto sfondo, sono state collocate grandi riproduzioni dei murales che hanno dato nuova vita alle case di un paesino semiabbandonato in provincia di Viterbo, dal nome altisonante, Sant’Angelo di Roccalvecce.
Le coloratissime immagini fiabesche di “Alice nel paese delle meraviglie”, piuttosto che del “Piccolo principe” o di “Hansel e Gretel” che hanno stravolto con i loro colori rutilanti, l’antico grigio delle pareti del paesino laziale, vivono ora un festoso gemellaggio con il CENTRO VERDE, all’insegna della magia delle fiabe e del Natale.
A far penetrare nel mondo dalle dimensioni gigantesche dei padroni di casa, sono stati creati oggetti straordinariamente grandi come la moka o una maxi panchina su cui tutti possono sedersi e immortalarsi in selfie che, annullando il senso delle proporzioni, fanno apparire piccoli, piccoli anche gli adulti.

I giganti, bonari custodi del Christmas Garden, sono anche i protagonisti di vari corsi organizzati per i bambini il sabato e la domenica. Da “Fiabe in Arte” attività, laboratori e spettacoli, a “Decoriamo con Decorina”, dedicato, tra l’altro al “Truccabimbi”, dall’”Harmony Choir”, il coro per i piccoli, a “Costruiamo il Natale con Abetello”. Tra gli spettacoli si può assistere a “Gioppino e la spada magica” di una compagnia di burattinai, al “Concerto del Coro Voicing” o a “Narriamo il Natale con Fiabecco”.Natale all’insegna del verde

I corsi tecnici e pratici per gli adulti abbracciano varie tematiche volte a rendere il Natale ancora più speciale. S’impara a creare la ghirlanda o il centro tavola di Natale, piuttosto che ad apparecchiare la tavola a festa, inventando segnaposti ad hoc, ma anche l’addobbare l’albero o l’allestire il presepe non avranno più segreti. Grande novità è il corso pratico di Kokedama natalizio, dove si creano piccoli giardini sospesi in versione Christmas. 

E’ piacevole passeggiare nei vati spazi che, a differenza dei marcatini nei paesi nordici cui il Centro Verde per altro si ispira, sono al coperto. Sotto il cielo blu notte punteggiato da migliaia di stelle, si trovano, sparse qua e là, casette di legno all’interno delle quali vari artigiani svolgono il loro lavoro con passione, realizzando opere dal vivo, in allegria, con l’accompagnamento della musica natalizia.

C’è Betty che con le sue mani da anni crea raffinate bambole di stoffa che nulla hanno a che fare con le pupattole di pezza, appannaggio un tempo delle bimbe povere. I tessuti che usa sono infatti morbidi e pregiati come il cachemire e i capelli sono di volta in volta di lana, di corda di yuta o di lino.
Gloria si dedica alla creazione di orecchini e gioielli, pezzi unici in cristallo o in vetro Swarovski. Romina da vita a lampade e punti luce in PVC intagliato e decorato, perfetti per creare atmosfere suggestive. Massimo e Michele invece plasmano oggetti decorati come elfi e folletti in porcellana fredda. Un artigiano speciale proviene da Cesena. Si tratta di Marco Gualtieri che realizza i suoi presepi meccanici nelle ore libere o durante le ferie.Natale all’insegna del verde
I suoi personaggi, veri capolavori, sono alti da 80 centimetri a 1 metro e all’interno dello scheletro contengono un’anima tecnologica ben celata sotto abiti accuratamente confezionati. Si tratta di un cuore meccanico consistente in tre motori diversi responsabili dei tre movimenti. Per il Christmas Garden Gualtieri ha realizzato un grande presepe in movimento, che occupa 55mq., con effetti di luce e giochi d’acqua. Da non perdere.

Nel settore dedicato al mondo del presepe, si spazia dai presepi classici, con statuine di tutti i tipi e dimensioni, agli ormai famosi villaggi Lemax, gioia dei collezionisti, con piccole casette, giostre, funivie, ricche di particolari, accuratamente rifinite a mano. 

Luci, colori, atmosfere sempre diverse ma accomunate dallo spirito della festa s’incontrano aggirandosi tra bancarelle, ben distanziate tra loro, e varie “stanze”, decorate con le tonalità di tendenza nei vari stili, dal glamour, al classico, al romantico, allo chalet di montagna. Ognuno può trovare corrispondenza con la propria personalità, anche il cane con una Christmas Cat House.

Natale all’insegna del verde

Simbolo di rinascita, nel linguaggio dei fiori, è la rosa di Natale perfetta per vestire a festa il giardino, ma anche il vischio e l’agrifoglio o le ormai tradizionali stelle di Natale. 

Si dice che l’antico Babbo Natale fosse alto, allampanato e vestito di verde e che solo nel 1930 abbia acquisito le fattezze con cui lo celebriamo oggi, corpulento e vestito di rosso, a seguito di una colossale campagna pubblicitaria della Coca-Cola. Anche al Centro Verde qualcosa nella leggenda si è attualizzata, all’ingresso l’allegro personaggio natalizio non è più alla testa delle famose sei renne, ma alla guida di uno splendido camion vintage. Ciò che non cambia è il suo carico di regali, perché tutti siano contenti…

www.centroverde.com 

TESTO E FOTO DI MARIA LUISA BONIVENTO

By | 2019-11-21T23:48:41+00:00 novembre 2019|News|