Formentera: i caraibi d’Europa

Le vacanze si avvicinano e quanti di voi hanno pensato a Formentera? Questa piccola isola immersa nel mar Mediterraneo è una meta molto frequentata dagli amanti del mare e della vita da spiaggia in generale. Facilmente raggiungibile dall’Italia, per arrivarci non dovete fare altro che prenotare un volo aereo per Ibiza e poi approdare sull’isola con soli 30 minuti di traghetto (Formentera è sprovvista di aeroporto).

Essendo un’isola di ridotte dimensioni, il mezzo ideale per visitarla è lo scooter; consigliamo quindi di affidarvi al servizio di noleggio scooter Formentera per prenotare online il vostro mezzo.

Ciò che la rende così famosa è sicuramente il suo mare, spesso associato alla bellezza incontaminata dei mari caraibici. In qualsiasi spiaggia andrete resterete abbagliati dalla trasparenza delle acque, dalle numerose sfumature di azzurro e il richiamo a paradisi esotici capirete che è presto fatto.

ses-illetes

Due spiagge molto famose si chiamano Ses Illetes e Playa de Llevant e si trovano nella penisola di Es Trucadors: quest’ultima, è una grande lingua di sabbia che si estende dall’isola verso il mare e i suoi due versanti ospitano appunto le spiagge sopra citate. Entrambe si caratterizzano per la bellezza del mare e per la particolare presenza di residui corallini che donano alla spiaggia un’inusuale colorazione rosa.

Se volete visitarle, il nostro primo consiglio è quello di conoscere bene la direzione del vento, a seconda della sua provenienza troverete il mare piatto da un lato e mosso dall’altro.

Per agevolarvi in questo campo (capire la direzione del vento) oramai esistono numerose applicazioni (consigliamo Windy) che potete scaricare sul vostro smartphone, in questo modo sarà facile capire in quale spiaggia dirigervi.

Oltre al vento c’è un altro fattore a cui prestare attenzione… si tratta della vostra pausa pranzo! Dovete sapere che tra Illetes e Llevante esistono pochi ristoranti (che fanno anche servizio bar, ma non troverete panini da asporto giusto per intenderci) e tutti appartengono ad una fascia di prezzo decisamente alta. Per un pranzo non spenderete meno di 50 euro a persona.

Nel caso non vogliate spendere tali cifre, il nostro consiglio è quello di portarvi da casa panini e bevande fresche. Sappiate che non sarete in pochi a fare una pausa pranzo sotto l’ombrellone…!

Sono due le ultime cose importanti da sapere su queste bellissime spiagge di cui vi abbiamo appena parlato: una è che il loro ingresso è a pagamento. Entrambe appartengono alla Riserva Naturale di Ses Salines e la quota richiesta per accedervi sarà investita dal Consell Insular de Formentera a favore della tutela ambientale. L’altra è che la spiaggia consta sia di una parte libera dove posizionarsi con ombrelloni e teli a vostro piacimento sia di una parte attrezzata dove affittare per un giorno ombrellone e lettini.

Se invece volete immergervi nella macchia Mediterranea e respirare a pieni polmoni l’aria più selvaggia dell’isola, sicuramente la costa sud, ovvero Migjorn, è quello che fa per voi. Sono circa 6 km di spiaggia, intervallata da calette e piccole scogliere le quali regalano colorazioni di azzurro ancora più intense.

Lungo questo litorale troviamo numerosi ristoranti e strutture alberghiere. Il nostro consiglio è di esplorare questa zona un pezzettino alla volta, per farvi stupire quotidianamente dalla sua bellezza.

calo-des-mort-formentera

Potrete iniziare dal primo tratto di costa chiamato Cà Marì. Qui si trova un tradizionale chiringuito spagnolo, il Kiosko 62, che offre riparo (ed ottimi cocktail) dal sole cocente di Formentera. Se invece volete concedervi una pausa pranzo con tutti i crismi, vi consigliamo vivamente il ristorante Sa Platgeta. Un po’ più avanti rispetto a questa zona, vi segnaliamo invece un altro bel posto dove passare la vostra giornata di mare: si tratta del Kiosko Lucky. Questa struttura molto spartana è un punto di ritrovo molto frequentato, qui potrete pranzare o semplicemente bere una birra ghiacciata.

Proseguendo l’esplorazione della costa di Migjorn arriviamo ora ad un tratto di costa che ospita alcuni dei ristoranti più buoni (e con una location da urlo) di tutta l’isola. Il primo che si incontra si chiama Es Codol Foradat. Ristorante spagnolo rinomato non solo per la qualità del cibo ma anche per l’ottimo servizio offerto. Il secondo invece è il Vogamari, famoso per proporre un’ottima paella da accompagnare rigorosamente con la sangria. Il terzo si chiama Restaurante la Fragata, anche questo con una vista superba sul mare, dove potrete gustare i piatti della tradizione in un ambiente informale e molto accogliente. In alta stagione in tutti questi posti è consigliato prenotare! Potete farlo contattandoli telefonicamente o recandovi presto al momento della loro apertura.

La costa di Migjorn sta per volgere al termine con questa panoramica ma è proprio verso la fine che arriva uno degli scorci più belli, e più fotografati, di tutta l’isola: Calò des Mort.

Questa piccola caletta è raccolta tra due grandi scogliere di colore rossastro e, proprio la presenza di quest’ultime, fa sì che il mare assuma colorazioni di blu e azzurro che difficilmente vi toglierete dalla mente.

Come raggiungere questo gioiello della natura? Sul vostro navigatore impostate come luogo Kiosko Bartolo, lasciate il motorino poco prima (è obbligatorio perché poi c’è la sabbia!) e dirigetevi verso sinistra guardando il mare. Sarete ora sul ciglio di un’alta scogliera e percorrendola man mano vi avvicinerete alla famosa caletta. La scorgerete prima dall’alto e poi, prestando la dovuta attenzione, potrete scendere fino alla sua piccola spiaggia. Fare un bagno in queste acque turchesi sarà una delle più belle esperienze che potrete vivere a Formentera.

 

By | 2019-08-05T07:52:12+00:00 agosto 2019|Destinazioni|