Wiko: consigli pratici per preparare la valigia perfetta

Wiko: consigli pratici per preparare la valigia perfetta

Che bello pregustare il momento di partire per una vacanza, ma, quando  viene il momento, spesso rimandato all’ultimo minuto, di preparare la valigia, ecco che sorgono mille dubbi.

E allora, come preparare la valigia perfetta, ottimizzando lo spazio? Wiko, brand di telefonia portavoce del “lusso democratico”,   con il supporto di due coppie di travel blogger, ci fornisce dei  consigli pratici e smart per partire leggeri e organizzati!

Eccoli!

  1. Primo alleato i sacchetti, come Marie Kondo insegna

Elisa e Luca ne sono convinti: ottimizzare gli spazi è possibile. Un trucco è arrotolare con cura i vestiti affinché occupino meno spazio. Suddividere quindi la valigia in due comparti, separando l’abbigliamento più pesante da quello leggero e, infine, utilizzare tanti sacchetti, per dividere la biancheria dalle scarpe, ma anche per gestire al meglio il beauty case. Federica Xotti, infatti, non mette mai in valigia un solo contenitore, ma separa scrupolosamente make-up, dai solari e dalle creme. Più piccoli sono i sacchetti e meglio si inseriscono negli spazi vuoti del bagaglio.

  1. Occhio a cavi, cavetti e carica batterie: tutti nei porta occhiali!

Non solo i travel blogger hanno bisogno di essere sempre always on. Le vacanze oggigiorno sono sempre più condivise sui social. È impensabile lasciare a casa gli strumenti per caricare i propri dispositivi o per il download del materiale archiviato. Un pratico consiglio di Alessandro Marras è quello di utilizzare un paio di custodie porta occhiali per riporre questi inseparabili compagni di viaggio. Non si rischierà di perderli in fondo alla valigia o, peggio, di vederli a fine viaggio aggrovigliati ai propri indumenti.Wiko:  consigli pratici per preparare la valigia perfetta

  • La valigia e i “non si sa mai”: il trucco è studiare giorno per giorno l’outfit

Spesso c’è la tendenza a inserire nel bagaglio più indumenti e accessori di quelli necessari, spinti dal “non si sa mai”. Eppure, anche Federica Xotti, sempre attenta ai suoi look, consiglia pensare ai singoli outfit preventivamente, strutturandoli day by day, compresi gli accessori. Il bagaglio risulterà più leggero e organizzato.

  • Il vero passe-partout: le camicie. Con una cintura nel collo sono sempre in forma!

In spiaggia, in una situazione più formale, come anche per girare sotto il solleone le città: le camicie sono il miglior alleato delle valigie di uomini e donne. La difficoltà sta nel riporle al meglio nel bagaglio senza che si sgualciscano e, in questo caso, un tip di Alessandro Marras è quello mettere all’interno del collo delle cinture arrotolate. La camicia rimarrà in forma e, al contempo, si risparmierà spazio.

  • Per i più piccoli? Spazio all’autonomia!

Le valigie dei genitori sono pronte. Ora ci sono da gestire quelle dei più piccoli. Elisa e Luca, fin dai due anni del loro bimbo, spesso presente durante i loro magnifici viaggi, hanno voluto abituarlo alla sua valigia. E’ un metodo per favorire l’autonomia dei piccoli, aiutandoli a pensare a loro stessi come “ente separato” rispetto ai genitori e, quindi, a crescere”.

  • E infine la regola aurea: uno zaino per le evenienze

Federica, Alessandro, Elisa e Luca sono d’accordo con l’ultimo e forse più importante consiglio. Come bagaglio a mano è necessario organizzare uno zaino comune che contenga gli essenziali per passare le ore di volo (smartphone e tablet per serie tv e playlist, un libro, mascherina e tappi) ma soprattutto i capi basic per salvare la buona riuscita di una vacanza in caso di perdita di una coincidenza o di smarrimento del bagaglio.

 

By | 2019-07-10T20:27:48+00:00 luglio 2019|News|