Borghi d’Europa: presentati i 10 percorsi per il 2019

Borghi d’Europa presentati i 10 percorsi per il 2019

L’Associazione Borghi d’Europa ha da poco presentato i suoi dieci Percorsi Europei per l’Anno 2019, considerato da tutti come l’Anno del Turismo Lento. La presentazione è avvenuta nei giorni scorsi presso la sede dell’Ufficio del Parlamento Europeo a Milano.

All’evento ha preso parte Giorgio Dalla Barba, segretario dell’Associazione Borghi d’Europa ICRHIC (International Cultural Routes Heritage Indipendent Committee), che si prefigge lo scopo di avviare un processo di internazionalizzazione culturale, e quello di proporre un piano di interventi per attirare l’attenzione delle istituzioni e del turismo internazionale.

Il nuovo progetto è strettamente collegato alle azioni sviluppate nel 2018, Anno Europeo del Patrimonio Culturale, e tocca le comunità di venti Paesi e Regioni d’Europa.

Proprio dal viaggio sviluppato dall’associazione nel 2018, sono poi nate le tracce dei dieci Percorsi Internazionali proposte nei giorni scorsi, ognuno dei quali – come spiega Dalla Barba – prevede la partecipazione di almeno cinque Paesi Europei e di cinque Regioni Italiane.

I Percorsi Europei per il 2019

I percorsi presentati dall’Associazione Borghi d’Europa sono stati identificati ciascuno con una ben specifica tematica. Troverete dunque i Percorsi della Fede, le vie dell’Acqua, le vie della Birra, le vie del Caffè, le vie del Pane, le vie della Pizza, le vie dei Norcini e del Tempo, i mulini del Gusto, il paesaggio della Vite e del Vino, le terre Romane e Bizantine, le ferrovie (non) dimenticate e mobilità Dolce.

Nel corso del 2019, giornalisti e comunicatori di Borghi d’Europa visiteranno le località inserite nei Percorsi, costruendo itinerari fondati sui principi dell’interculturalismo. Alla fine del viaggio, le realtà istituzionali e associative dei Territori potranno scegliere di seguire la strada del riconoscimento dei Percorsi come Itinerari Culturali Europei, presentando richiesta all’Istituto Europeo degli Itinerari Culturali, in Lussemburgo. Oppure, in seconda opzione, si potranno organizzare in autonomia per valorizzare i loro borghi e i loro territori

ha spiegato Giorgio Dalla Barba durante l’incontro. In occasione della presentazione è stata inoltre inaugurata un’importante campagna. Stiamo parlando della campagna dell’Unione Europea volta a invitare i cittadini a prendere parte alle elezioni che si terranno il prossimo 25 maggio.

Stefania Bertolini, responsabile della campagna per l’Italia, ha infatti spiegato che in vista delle votazioni è importante invitare tutti coloro che credono nell’importanza del voto a combattere contro il sempre più diffuso problema dell’astensionismo.

Iscrivendosi al sito Stavoltavoto.eu si potrà offrire il proprio contributo, organizzando o prendendo parte a eventi, iniziative di informazione e attività online.

fa sapere la Bertolini, la quale aggiunge che sono già migliaia gli elettori che hanno aderito alla piattaforma, dove è possibile inserire i temi ai quali si tiene di più, e potrete dare la vostra disponibilità in base ai vostri impegni e ai vostri desideri.

By | 2019-04-29T14:58:26+00:00 aprile 2019|News|