Dal 21 al 28 settembre la dodicesima edizione della Crociera della Musica, Arte e Cultura Napoletana-ospite d’onore Marisa Laurito

Musica, arte e cultura gli attrattori del turismo esperienziale a Napoli

 

Una volta andare in crociera era un lusso che solo pochi si potevano permettere, gli ambienti delle navi erano all’incirca quelli ricordati dal film “Titanic”. Oggi è un viaggio alla portata (quasi) di tutti e certamente il più gettonato dalle coppie di giovani sposi in viaggio di nozze, potendo “dormire” di notte e di giorno visitare nuovi mondi e vivere nuove esperienze.
Il settore delle crociere è in continua espansione, vengono costruite navi sempre in maggior numero e sempre più grandi, vere città galleggianti con ogni comfort. E di questi giorni la notizia riportata dai media che nel 2019 i croceristi saranno oltre 30 milioni. La Clia – associazione internazionale dell’industria crocieristica – prevede per il prossimo anno un +6% rispetto ai 28,2 milioni registrati nel 2018.
Grazie ad un trend stabilmente positivo oggi lavorano nel comparto 1 milione e 110 mila persone, con retribuzioni complessive pari a 45,6 miliardi di dollari, mentre il fatturato totale è di 134 miliardi di dollari. Numeri destinati a crescere visto che nel 2019 prenderanno il largo 18 nuove navi da crociera, portando così il totale a 272 le imbarcazioni che solcano il mare in tutto il mondo.
Nel settore aereo invece ha destato meraviglia la notizia diramata da Airbus che il più grande aereo passeggeri del mondo, il Super jumbo A380 che ha una capienza di più di 500 passeggeri, non sarà più costruito dal 2021 per mancanza della base finanziaria per sostenere la produzione a seguito del calo degli ordini. Proprio per scegliere la crociera che non deluda le attese, in un mercato così variegato, bisogna fare attenzione. Infatti si corre il rischio di scegliere la compagnia di navigazione che non dispone di tutto il personale a contatto dei passeggeri che parli la nostra lingua o dove la cucina internazionale non soddisfi i nostri gusti.
La compagnia MSC Crociere ha profonde radici italiane e fa di tutto per mettere a proprio agio i suoi ospiti. I napoletani sono noti per la loro pigrizia e sono restii a lasciare le loro case e le loro abitudini, a cominciare da quelle culinarie, pertanto l’idea venuta anni addietro all’imprenditore Francesco Spinosa di portare un pezzo di Napoli in giro per il mondo non poteva che essere destinata al successo.Dal 21 al 28 settembre la dodicesima edizione della Crociera della Musica, Arte e Cultura Napoletana-ospite d’onore Marisa Laurito

 

Nei giorni scorsi è stata presentata a Napoli la dodicesima edizione della “Crociera della Musica, Arte e Cultura Napoletana”, organizzata da Scoop Travel e dall’Associazione “Più Napoli” in collaborazione con MSC Crociere.

Primo esempio di turismo esperienziale in Italia, la Crociera si svolgerà dal 21 al 28 settembre 2019 a bordo della MSC Opera, completamente rinnovata a seguito dell’intervento “Renaissance” che ne ha aumentato la capienza e il comfort, migliorando anche gli spazi destinati all’intrattenimento. La nave partirà da Bari per proseguire alla volta di Kotor, Mykonos, Santorini, Corfù e Venezia.

Dal 21 al 28 settembre la dodicesima edizione della Crociera della Musica, Arte e Cultura Napoletana-ospite d’onore Marisa Laurito

Marisa Laurito

Alla presentazione, tenutasi presso l’Antisala dei Baroni del Maschio Angioino, sono intervenuti la giornalista e attrice Giuliana Gargiulo, il critico teatrale Giulio Baffi, l’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Nino Daniele, Francesco Spinosa, ideatore del progetto e direttore della Scoop Travel, Francesco Manco di MSC Crociere, l’artista Lello Esposito e i protagonisti dell’edizione 2019: Marisa Laurito, Diego Sanchez, Francesca Marini, Antonio Siani e Amedeo Colella. «Negli ultimi anni il turismo è cambiato moltissimo, oggi il turista cerca di evadere dalla routine, di imparare a conoscere cultura e tradizioni di altri luoghi, vivere esperienze autentiche – spiega Francesco Spinosa -. Da 12 anni con la nostra attività cerchiamo di creare incoming, di portare i flussi turistici qui a Napoli, promuovendo il nostro territorio. Gli artisti sono i principali artefici di questo messaggio. Con la Crociera della Musica, Arte e Cultura Napoletana il turista ha la possibilità di ascoltare la musica napoletana e di conoscere gli artisti, ma soprattutto di apprezzare la cultura e l’enogastronomia della nostra città».

L’ospite d’onore di questa edizione è Marisa Laurito, attrice eduardiana straordinaria che ha collaborato con i più grandi del cinema, del teatro e della televisione italiana: «Napoli è una grande città e non bisogna mai smettere di sottolinearlo. Sono molto contenta di essere ospite di questa iniziativa, se ne vedranno delle belle! A bordo metterò in scena “‘O culore d’e pparole”, spettacolo dedicato a Eduardo De Filippo, in cui cercherò di raccontarvi del grande Maestro».

«L’arte, la cultura e la musica napoletana sono un grande patrimonio della cultura universale. Francesco Spinosa ha inventato, con creatività e coraggio imprenditoriale, un modo attraverso cui tutto questo navighi per il Mediterraneo. Napoli – dice Nino Daniele – da anni ormai batte il  proprio record turistico, con la sua offerta culturale in continua evoluzione. La cultura odia i muri, odia i confini spinati e i rancori. La cultura e il turismo sono una grande opportunità di scambio di valori e conoscenze tra i popoli».

Con la Crociera della Musica Napoletana Napoli solca i mari, approdando nel mondo attraverso la sua musica, arte e cultura. A rappresentare la canzone e la tradizione musicale napoletana più autentica il talento cristallino di Francesca Marini e il Maestro Antonio Siano, cantante, chitarrista e direttore d’orchestra, allievo prediletto del grande Sergio Bruni. A bordo della Crociera anche il poliedrico Diego Sanchez – da otto anni cantante del tributo ufficiale a Massimo Ranieri, applaudito da migliaia di spettatori in tutta Italia – e Amedeo Colella, ex ricercatore informatico ed oggi apprezzato scrittore che, durante la navigazione, intratterrà i croceristi raccontando i “paraustielli” della cultura popolare partenopea, ossia i fatterelli, i racconti esagerati, i cerimoniali verbosi, le iperboli tipici del dialetto napoletano.Dal 21 al 28 settembre la dodicesima edizione della Crociera della Musica, Arte e Cultura Napoletana-ospite d’onore Marisa Laurito

 

Nelle città toccate dalla crociera, tra Grecia e Montenegro, si ripeteranno scambi culturali con gli artisti locali, per portare un messaggio di fratellanza tra tutte le realtà del Mediterraneo, incontri che andranno ad arricchire il bagaglio di esperienze dei viaggiatori che sceglieranno la Crociera della Musica, Arte e Cultura Napoletana.

Conclude Spinosa:” Napoli è una una delle poche città al mondo che dispone di arte, musica, teatro ed enogastronomia che noi cercheremo di portare a bordo”.

Harry di Prisco

By | 2019-02-20T20:17:32+00:00 febbraio 2019|Eventi|