Destinazioni

Marina di Varazze in rilancio

Marina di Varazze in rilancio

La posizione privilegiata, rispetto alle città del Nord Italia e del Centro Europa, è senza dubbio uno tra i principali elementi di forza del porto turistico Marina di Varazze, attivo tutto l’anno. Rappresenta un punto di partenza ideale per raggiungere la Costa Azzurra e la Riviera dei Fiori, il Golfo del Tigullio e le Cinque Terre, la Corsica e le coste toscane.

Quella che viene considerata la struttura più moderna della Riviera di Ponente, si estende su una superficie di circa 232.000 metri quadrati, consente l’ormeggio a yacht a motore e barche a vela fino a 35 metri, per un totale di 800 posti barca, dispone di 900 posti auto, 30 appartamenti con finiture di pregio.

Il contesto architettonico antistante, realizzato nel rispetto dell’ambiente circostante, è stato progettato da uno dei più prestigiosi studi italiani: quello degli architetti Roberto Gabetti e Aimaro Isola di Torino, affiancati da Pietro Venezia di Varazze. Si tratta di otto edifici ispirati agli stabilimenti liguri dei primi del Novecento, costruiti in legno iroko e pietre a vista con tetti in rame antichizzato che si fondono con il suggestivo panorama circostante.
Nei primi mesi del 2017 a Marina di Varazze sono stati confermati i segnali incoraggianti di ripresa già registrati nell’anno precedente. Il positivo dinamismo del mercato è attestato dall’aumento delle giornate di transito, da 1.200 nel 2015 a 1.500 nel 2016, così come nel numero di barche nuove consegnate. Aspetto che incide sulle attività di indotto della Marina , dai servizi nautici a quelle degli esercizi commerciali. I contratti annuali sono aumentati del 14% rispetto all’anno precedente e, cosa ancora più importante, le dimensioni delle barche presenti nel porto: dai 10-13 metri si passa agli yacht tra i 15 e i 20 metri. A partire dall’autunno del 2016 ha preso piede la nuova realtà di manutenzione e refittingAlfa Servizi Nautici, nata dalla partnership fra Marina di Varazze, del Gruppo Azimut Benetti, e Alfa Shipyard, presente nell’area degli ex cantieri Baglietto, con possibilità di operare su barche fino a 400 tonnellate e 50 metri.I cantieri, con 5 hangar, si estendono su una superficie di 19.000 mq di cui 12 mila all’aperto. Liliana Molin Pradel, responsabile Marketing and Sales, afferma:”Anche grazie a questa nuova attività stiamo iniziando ad attrarre in porto nuove tipologie di barche ed armatori, per i quali sono allo studio nuovi servizi. Ad Aprile abbiamo, ad esempio, organizzato il primo “Captains Day” in collaborazione con Fraser, società del Gruppo Azimut Benetti leader nel settore dei servizi nautici., cui hanno partecipato circa trenta comandanti. Una interessante occasione di confronto sulle tematiche legate alla portualità, alla legislazione e ai servizi”. Proseguono la 44° CUP e il Campionato Invernale del Ponente, una serie di regata per le classi IRC, ORC e Gran Crociera che si rinnoverà avvalendosi della partnership con Varazze Club Nautico, facendo rilevare iscrizioni in aumento del 10%. Grazie alla sopracitata e, Lega Navale Italiana, sezione di Varazze e a scuole di vela come Puntovela Blu, Le Vele Matte, Havana Vela e Rivieravento, vengono proposte molteplici inziative : corsi di vela, lezioni di ormeggio, match race regate e veleggiate per ragazzi diversamente abili di Handarpermare, corsi di sicurezza in mare, mini-crociere, sail-camp estivi, sci nautico, moto d’acqua. Marina di Varazze, in collaborazione con Lusso Nautica, inaugura inoltre: “Hand toh and, first choice”, un nuovo servizio dedicato a chi desidera vendere o acquistare yacht.Marina di Varazze in rilancio

Un “salone permanente” che ha il suo punto di forza nell’area espositiva in acqua, una vetrina unica nel mediterraneo che può accogliere circa 25 Yacht di lunghezza fra gli 11 e i 18 metri sia a motore che a vela. Il direttore di Marina di Varazze Giorgio Casareto ha sottolineato “Abbiamo colto un certo dinamismo nel mercato , confortato dalla crescita di consumi anche presso le attività commerciali. I diportisti, con frequenti uscite, non si accontentano di mantenere qui un ormeggio per la propria barca, ma dimostrano di aver voglia di vivere il mare”. Una vera e propria perla verde incastonata nell’ affascinante contesto portuale in cui l’arte del tempo libero, del gusto e del “saper vivere” è sempre più a portata di mano.

Giuseppina Serafino

#MarinadiVarazze  #portoturistico

Articoli simili

Terme di Saturnia, dove il ferragosto diventa il capodanno d’estate

anna.rubinetto

In Abruzzo al Relais Ducale Spa&Pool di Pescocostanzo si può godere dell’ultima neve sulle piste

redazione1

MOANA NUI: il grande oceano della Polinesia Francese a EUDISHOW

claudia.dimeglio