Viaggiare News
News

Il folclore messicano del Sinaloa ai Musei Vaticani

 Sinaloa ai Musei Vaticani

Con una bella cerimonia sulla Terrazza della Pinacoteca dei Musei Vaticani è stata inaugurata il 27 giugno la Mostra di Artigianato Messicano dello Stato di Sinaloa, che fino al 21 settembre permetterà di conoscere le tradizioni e l’artigianato di questo Stato di gente nobile e lavoratrice.

All’atto inaugurale hanno partecipato il Presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, Giuseppe Bertello e l’Ambasciatore del Messico presso la Santa Sede, Jaime Manuel del Arenal Fenochio, che hanno sottolineato che questa mostra fa parte delle iniziative per la celebrazione del 25°. Anniversario del ristabilimento delle relazioni diplomatiche fra i due paesi.

Il Vaticano è uno dei luoghi più visitati a livello internazionale, dopo il Museo del Louvre e il Museo Metropolitano di New York, riceve intorno ai 40 mila visitatori al giorno, e quindi la ricchezza culturale, artistica e gastronomica di Sinaloa potrà essere apprezzata da più di due milioni di persone soltanto nei mesi di luglio ed agosto.

Grazie al Governatore Quirino Ordaz Coppel e con il sostegno del Presidente della Repubblica, Enrique Peña Nieto, si è concretizzato il progetto di includere Sinaloa in questa mostra, che inizialmente era prevista per i soli mesi di luglio ed agosto, e poi è stata prolungata fino al 21 settembre, data in cui si celebra il ristabilimento delle relazioni diplomatiche fra il Messico e la Santa Sede.

In occasione di questa celebrazione, sono stati presentati il colore e l’allegria dei sinaloenses attraverso il folclore, con i balli e con la musica regionale. Inoltre, è stato presentato un video che illustra le attrazioni di Sinaloa, video che rimarrà durante i mesi di luglio ed agosto sugli schermi dei musei.

La mostra nasce con l’intento di mostrare la cultura di Sinaloa al mondo, attirare più turismo, presentare le tradizioni e anche il lavoro di artigianato di uomini e donne della regione, alcuni dei quali direttamente presenti alla mostra.

La Signora Rosy Fuentes de Ordaz ha sottolineato che suo marito, il Governatore Quirino Ordaz, ha cercato la presenza di Sinaloa presso il Vaticano come uno sforzo che realizza il suo governo per rinforzare il valore dell’artigianato e degli artigiani di Sinaloa, con lo scopo di posizionare le ricchezze culturali in uno dei musei più importanti del mondo.

La mostra culturale si compone di un totale di 40 fotografie che illustrano la storia, le tradizioni, le attrazioni naturali e turistiche dello Stato.

All’inaugurazione erano presenti diplomatici dei diversi paesi accreditati presso la Santa Sede e presso il Governo Italiano, così come diversi tour operators e giornalisti specializzati.

Ugo Dell’Arciprete

CONDIVIDI:

Articoli simili

Con Eden Made alle Maldive nell’atollo di Ari Sud

redazione1

Arriva Halloween e la festa comincia a Gardaland

anna.rubinetto

Un compleanno speciale per Gardaland, il parco compie 45 anni!

anna.rubinetto
Please enter an Access Token