Viaggiare News
Destinazioni

Altopiano del Renon: equilibrio, wellness e natura, a due passi dalla città

Altopiano del Renon, per i ponti di primavera, invita a  magnifiche escursioni nella natura, con  aria purissima, cibo sano e trattamenti unici come l’apiterapia o i bagni di lana

Basta una veloce salita in funivia da Bolzano per catapultarsi sull’altipiano “del sole”

Natura incontaminata, magnifica esposizione, boschi profumati, distese di erba a perdita d’occhio e un’ospitalità autenticamente altoatesina: non stupisce che l’altopiano del Renon sia da molti anni una meta apprezzata da chi cerca vacanze all’insegna del benessere, della semplicità, del relax e dell’attività fisica all’aria aperta, lontano dalla folla.

Un piccolo paradiso, per di più a portata di mano: la modernissima Funivia del Renon, con un tracciato mozzafiato di 4.560 metri, impiega meno di dodici minuti per collegare la città di Bolzano a Soprabolzano, uno dei paesi che punteggiano l’altipiano.

E una volta arrivati in quota – l’altipiano del Renon ha un’altitudine media di mille metri – ci si può tuffare in questo vero e proprio scrigno di bellezze naturali: uno straordinario “balcone” panoramico con vista sulle vette alpine, particolarmente apprezzabile in primavera, quando i tanti sentieri, le iniziative speciali come “L’alba sul Corno del Renon” (con la deliziosa colazione in quota) e le proposte wellness degli hotel permettono di goderselo al meglio. Tra le mete più apprezzate dagli escursionisti e dalle famiglie, vanno sicuramente citate anche le scenografiche (e antichissime, circa 25mila anni) Piramidi di Terra, curioso fenomeno geologico di materiale morenico, formato dall’erosione conica del terreno.

Alto Adige Balance, programma di rinascita

Cibi sani e puliti, attività fisica in mezzo alla natura e riscoperta delle tradizioni: tutto questo è Alto Adige Balance, programma-contenitore ricco di proposte e iniziative per chi vuole assaporare tutto quello che la primavera altoatesina ha da offrire. Sull’altipiano del Renon, in particolare, la ricchezza di prodotti tipici autenticamente locali permette esperienze gastronomiche uniche: come, ad esempio, “Dal grano al pane”, escursione giornaliera che combina una camminata nei boschi, un pranzo a base di prodotti tipici e l’incontro al maso Trotnerhof con il contadino e panettiere Konrad, per approfondire la conoscenza delle varietà della farina e provare a infornare il pane (dal 1° al 29 aprile). Altrettanto interessante la gita guidata “Erbe, Kloatzen e formaggio”, che include la passeggiata alla scoperta delle erbe selvatiche, la visita alle Piramidi di Terra, il laboratorio presso un maestro formaggiaio e una degustazione della tipica pera essiccata Kloatze, la cui conservazione viene favorita dal clima mite e secco del Renon (dal 27 maggio al 1° luglio). E poi ancora il corso di cucina con lo chef Florian del ristorante Wiesenheim (dal 1° aprile al 1° luglio), le visite al maso Troidner ad Auna di Sotto, per assaggiare i succhi di mela monovarietali del “pioniere” Thomas Kohl, che coltiva mele da oltre vent’anni a 900 metri di altezza (dal 29 aprile al 27 maggio) e infine l’imperdibile escursione a tema “miele”, con visita all’apiario e allo storico maso Plattner, sede del museo dell’apicoltura (dal 29 aprile al 27 maggio). Per il programma completo e i pacchetti soggiorno: www.renon.com/balance

info@renon.com

Franca D.Scotti

CONDIVIDI:

Articoli simili

L’Oman in primavera,inebriatevi col profumo delle rose

claudia.dimeglio

Valtellina apre le porte alla stagione invernale

redazione1

In bici alla scoperta dell’Umbrialifesyle

anna.rubinetto
Please enter an Access Token