Altopiano del Sole, un viaggio all’insegna del benessere

Finalmente è arrivata la primavera 2017 e insieme alla natura, si risveglia anche il bisogno di trascorrere del tempo all’aperto. Una proposta decisamente interessante arriva dall’altopiano di Renon conosciuto anche come altopiano “del sole”. Qui troverete l’ospitalità altoatesina, i sapori di una regione con forti tradizioni gastronomiche dove potrete rigenerarvi dimenticando i quotidiani ritmi serrati dettati dai sempre più numerosi impegni.

Il benessere diventerà la priorità che, associato al relax e all’attività fisica da svolgere ammirando incantevoli e ineguagliabili paesaggi, vi permetterà di vivere un’esperienza indimenticabile. Grazie alla funivia del Renon in meno di dodici minuti dalla bellissima Bolzano raggiungerete Soprabolzano, una delle tante perle che coronano l’altopiano.

Sull’altopiano è possibile raggiungere le Piramidi di Terra, un fenomeno geologico formato dall’erosione conica del terreno. Per ammirare questo particolare scenario si può decidere di recarsi nella valletta di Rio Fosco, a circa mezz’ora a piedi dalla stazione di Cobalto, in quella di Rio Rivellone, vicino Soprabolzano, o nella valletta di Rio Gasterer a Auna di Sotto.

Per raggiungere queste meraviglie della natura si possono percorrere dei sentieri che, soprattutto nelle stagioni caldi, vi faranno rimanere incantati per la vista sulle alpi che si può godere da questo straordinario punto di osservazione.

Da sopra l’altopiano con eventi come “L’alba su Corno del Renon” e la colazione in quota o le diverse proposte wellness degli hotel è possibile vivere emozioni indimenticabili. In questo paradiso tante le opportunità di scoprire i sapori e le tradizioni di una regione attraverso programmi come “Alto Adige Balance” che prevede vari eventi nei prossimi mesi. Sarà di scena dal 1 al 29 aprile “Dal grano al pane” che prevede dopo un’escursione l’incontro con il panettiere Konrad che vi farà infornare il pane e scoprire i vari tipi di farina. Dal 27 maggio al 1° luglio si possono effettuare delle escursioni alla ricerca delle erbe selvatiche, la visita a un laboratorio di un maestro formaggiaio oltre alla degustazione della pera essiccata Kloatze, una specialità della zona, il tutto nell’evento “Erbe, Kloatzen e Formaggio”. I più intraprendenti, dal 1° aprile al 1° luglio, potranno partecipare ad un corso di cucina e scoprire i segreti dello chef Florian, o dal 29 aprile al 27 maggio potrete vivere l’escursione più dolce alla scoperta dell’apiario e al maso Plattner dove sorge il museo dell’apicoltura. Per tutte le proposte visitate il sito  www.renon.com/balance.L’Alto Adige non vi conquisterà solo prendendovi per la gola, ma vi tenterà anche con iniziative, originali e curiose, organizzate dagli alberghi della regione del Renon. Scegliendo l’Hotel Rinner (www.hotel-rinner.it) con la “ApiAir Welness” potreste godere degli effetti benefici dell’aria presente negli alveari utile contro le allergie, lo stress e il mal di testa. Al Waldhotel Tann potrete vivere un’esperienza di “Paneterapia” dove gli ospiti, nel pomeriggio, accomodandosi su delle poltrone vicino al forno utilizzato per la cottura di diversi tipi di pane, potranno sfruttarne il calore e respirare un’aria carica di enzimi. In questo modo con il calore della stanza potrete avvalervi di una terapia ideale per i reumatismi e le contratture muscolari, mentre l’aria risveglierà il metabolismo www.tann.it.

Per riattivare invece il microcircolo, ricaricare le energie e depurarsi il fisico vi potrete recare al maso Weidacherhof dove potrete effettuare bagni nella lana di pecora e fieno www.weidacherhof.com. Per un centro welnsess tradizionale ci si può recare nella “SeaSpa” dell’Hotel Weihrerhof  vi aspettano trattamenti di bellezza con cosmetici realizzati a base di prodotti locali come pino cembro www.weihrerhof.com.

Praticamente da sempre l’altopiano di Renon è luogo di vacanze per i bolzanini che già dai primi anni del Novecento si recavano in vacanza in questo meraviglioso territorio. Per effettuare la salita verso la quota del paradiso, 110 anni fa venne inaugurata una tratta ferroviaria che oggi collega Soprabolzano con Collabo.

Il trenino turistico è l’ultimo del suo genere in tutto l’Alto Adige e con le sue carrozze costruite in stile belle epoque è sicuramente un’attrazione turistica importante. Alcune di quelle carrozze storiche sono ancora oggi funzionanti.

Il paesaggio lungo il viaggio è veramente da paese incantato e si alterna tra laghetti alpini, boschi di conifere e masi in legno, tipiche case di montagna con muratura in pietra, piani in legno e fienile separato che rendono l’ambiente veramente caratteristico.

Chi soggiorna nelle strutture ricettive partner dell’Associazione Turistica Renon riceverà la RittenCard che permetterà di fruire di tutti i mezzi pubblici, inclusa la tratta per Soprabolzano, la funivia del Renon, la cabinovia del Renon oltre all’ingresso nei musei aderenti all’iniziativa che oggi sono circa novanta  www.renon.com/rittencard.

“Il Renon è divinamente bello e accogliente”, con queste parole Sigmund Freud ha voluto fotografare un luogo che è rimasto sempre uguale, dove con i suoi ritmi, la sua bellezza, le sue tradizioni, i suoi sapori vi permetterà di rigenerarvi nel corpo e nello spirito.

Emanuele Scigliuzzo.

By | 2017-03-27T08:04:58+00:00 marzo 2017|Destinazioni|