Destinazioni Suggeriti

A Jaipur per il Kite Festival

C’è chi va in India per motivi mistici, per astrarsi dal quotidiano e ritrovare la spiritualità perduta nella routine quotidiana, c’è chi la raggiunge per conoscere le contraddizioni di un popolo attualmente in bilico tra modernità e tradizione, c’è chi predilige il sud dell’immenso sub continente indiano per provare sulla propria pelle (è il caso di dirlo!) i benefici e rilassanti massaggi ayurvedici e  c’è che sceglie gennaio, per la precisione il 14 del mese, per ammirare una delle feste più sentite  a livello popolare, il Kite Festival.
Ed è  la città dove la festa degli aquiloni si esprime al  massimo, in un tripudio di colori e di aquiloni di ogni forma, che persone di tutte le età si divertono  a lanciare, in una sfida che riempie il cielo e le strade. Le terrazze dei palazzi, allora, diventano molto ambite e  gli abitanti della città, se non ne hanno una, la affittano per la serata, facendo diventare il lancio degli aquiloni un’occasione di festa, da vivere in compagnia di amici e parenti.

Non mancano bancarelle dove acquistare gli aquiloni, se non ci si vuole impegnare a costruirne uno con le proprie mani, o comprare dolcetti di ogni tipo, per celebrare l’inizio della primavera e della bella stagione in India.

E’ bello anche girare senza meta per le strade del centro di Jaipur, che sono un enorme bazar, con piccoli negozi suddivisi per tipologia di merce, così c’è la strada dei tessuti, dove comprare con poche rupie splendidi abiti di cotone indiano ricamati a mano o sari in  seta decorati con pietre colorate che renderebbero bella come una principessa anche la più sgraziata delle donne, o la strada delle pietre preziose e semipreziose, con negozi che faranno la gioia degli amanti dei gioielli.

Tra questi, un luogo dove fare acquisti sicuri e coperti da garanzia è sicuramente Khushi Exports, che ha un negozio vicinissimo al Palazzo dei Venti, dove i gioielli, in oro o in argento, sono strepitosi, sia nella manifattura che nella qualità delle pietre, preziose e semi-preziose,  scelte e tagliate a mano dagli esperti tagliatori dell’azienda, i migliori del mondo. Sarete consigliati dal titolare, Manish Gupta, che parla perfettamente italiano ed è profondo conoscitore di pietre preziose.

Jaipur, inoltre, è una meta imperdibile per chi si reca nel Rajasthan, sia perché è la capitale dello stato, sia perché regala ai visitatori grandi emozioni, grazie ai suoi splendidi palazzi, il più famoso dei quali è certamente l’ Hawa Mahal ( il palazzo dei venti, che serviva per far ammirare il brulichio della città sottostante alle donne , che potevano, così, guardarsi intorno senza essere viste), che domina con il suo inconfondibile colore rosa e con le sue finestre e i suoi balconcini traforati come un merletto la strada principale della città.

A pochi km dal centro è d’obbligo la visita al forte di Amber, sede dell’antica capitale fino al 1727, quando Jay Singh II trasferì la corte e il centro del potere nella nuova città di Jaipur, 11 Km più a Sud.
Il maraja Man Singh I lo fece costruire, alla fine del XVI sec, e fu poi ampliato e abbellito da Jai Singh II.
Il susseguirsi di cortili, palazzi e padiglioni sono una stupefacente testimonianza di un mix di stili moghul e rajput, ricchi e  molto decorativi.

Al forte si accede, nell’ultimo tratto in salita, a dorso di maestosi elefanti, decorati e addobbati  a festa ad uso dei turisti, mentre, per i più timorosi, sono disponibili comode jeep o …una salutare salita a piedi.
Ritornando a Jaipur, si viene travolti dal rumore del traffico, nel quale si mescolano moderne auto, veloci tuc tuc e tradizionali risciò, su cui pedalano volenterosi indiani che per poche rupie vi portano da un parte all’altra della città e vi fanno anche da guida improvvisata, non senza regalarvi un sorriso. Già il sorriso, è immancabile sui volti degli indiani che, nonostante la dura vita che alcuni conducono, sono sempre gentili e disponibili, lasciando nel cuore un ricordo indelebile e nella mente il pensiero che, forse, il progresso e la ricchezza vanno di pari passo con l’indifferenza e la maleducazione….

Come organizzare un viaggio in India? Sicuramente affidandosi ad un Tour Operator affidabile, che possa fornire servizi ottimi e guide parlanti italiano che conoscano profondamente la regione e la sua storia, come PassoinIndia Tours che ha sede legale  in India. www.passoinindia.com

Claudia Di Meglio

Articoli simili

A Lucerna in Svizzera per vivere un caratteristico Carnevale

redazione1

MALESIA EXPRESS: alla scoperta dei più importanti luoghi toccati durante il reality show Pechino Express

anna.rubinetto

VAL GARDENA: garanzia mondiale di qualità

anna.rubinetto
Please enter an Access Token