Viaggiare News
News tecnologia

PaesiOnLine.it: itinerari per Halloween tra le città italiane

Il sito PaesiOnLine.it propone per Halloween, la notte più macabra e spaventosa dell’anno, alcune città da visitare, tra cimiteri e castelli

Napoli – Il Cimitero delle Fontanelle – E’ un ossario che accoglie circa 40.000 vittime della grande peste del 1656 e del colera del 1836. Il cimitero è noto per il rito “anime pezzentelle”, che prevedeva l’adozione in cambio di protezione di un cranio, al quale corrispondeva un’anima abbandonata. Sempre nel capoluogo partenopeo si trovano le Catacombe di San Gennaro, del II secolo d.C. Un percorso che si snoda nei sotterranei della città, dove, alla fioca luce artificiale, sarà possibile ammirare anche bellissimi affreschi, oltre, ovviamente, a tombe e ossari.

Palermo – Le Catacombe dei Cappuccini – Al loro interno sono conservati 8.000 corpi mummificati dai Cappuccini appartenenti a nobili, borghesi e rappresentanti del clero dal 1500 fino alla fine del XIX sec. Di fortissimo impatto emotivo è il corpo mummificato di Rosalia Lombardo, una bambina di due anni morta di polmonite quasi un secolo fa, che apre e chiude gli occhi una volta al giorno.

Roma – La Chiesa di Santa Maria della Concezione dei Cappuccini – Ha una cripta decisamente particolare, ideale da visitare ad Halloween. All’ingresso si è accolti dallo scheletro di un frate, con tanto di saio indosso. Al suo interno, dai lampadari alle pareti, tutto è decorato con le ossa di circa 4000 frati cappuccini, recuperate tra il 1528 ed il 1870 dal cimitero dell’ordine dei Cappuccini. Nelle 5 cappelle all’interno della cripta sono, inoltre, presenti anche diversi scheletri interi.

Torino – Il Maniero della Rotta di Moncalieri – Un antico castello abbandonato che si dice sia stato costruito in una posizione particolare che costituisce un punto di passaggio tra il mondo dei vivi e quello dei morti. Si dice anche che qui si verifichino inquietanti fenomeni paranormali. In molti giurano di aver visto aggirarsi per le sale del Castello lo spirito di coloro che vi abitarono un tempo, come un monaco morto durante una battaglia della guerra santa.

Aosta – Il Castello Fenis, tra i più belli d’Italia – L’edificio è visitabile e moltissimi turisti giurano di aver sentito voci e schiamazzi provenienti dal piano superiore, che, però, è rigorosamente chiuso ed interdetto sia al pubblico, sia agli addetti ai lavori. Quelle voci, però, sono state sentite in modo chiaro, al punto che un gruppo di studiosi di fenomeni paranormali ha chiesto il permesso alle amministrazioni locali per indagare sul fenomeno.

Info: www.PaesiOnLine.it

Giovanni Scotti

CONDIVIDI:

Articoli simili

L’Australia è più vicina con i nuovi voli di Etihad Airways

redazione1

Air France sostiene a Torino la Mostra Renoir proveniente dalle collezioni francesi Musée d’Orsay ed Orangerie

redazione1

Ioma Tabs Weekend Rituel

redazione1
Please enter an Access Token