Viaggiare News
Destinazioni Europa Suggeriti

La natura incontaminata della Calabria … un mondo tutto da scoprire!

[dropcap]N[/dropcap]el progettare una vacanza, la Calabria non è forse la prima meta che viene in mente, ma scoprirla, vi assicuro, è una vera emozione!
Purtroppo è una regione un po’ trascurata dal turismo, perché, in realtà, pochi ne conoscono le potenzialità, offerte dalla natura bellissima ed incontaminata, dalle numerose attività sportive che si possono svolgere, adatte a tutte le età, dalla gastronomia basata su prodotti genuini e su ricette realizzate ancora oggi come una volta, dal mare dai mille colori. Insomma la Calabria è la nuova meta da scoprire, magari facendosi aiutare da chi ne conosce gli aspetti più nascosti e veri e i paesaggi sempre diversi, che si snodano tra mare e montagna.quod sila
Una visita in Calabria non può prescindere da una puntata all’altopiano della Sila e da un’escursione al Monte Botte Donato. Non solo bei paesaggi e pini maestosi, però, perché tra queste montagne si possono anche praticare varie attività sportive che regalano scariche di adrenalina anche ai bambini, come il trekking e l’escursionismo, il rafting, il canyoning e il torrentismo. A questo proposito, un resort da non perdere è il Villaggio Palumbo Sila, che permette di fare una rilassante vacanza, ma anche spericolate discese in bob o distensive passeggiate tra i boschi, guidando un quad su stretti sentieri immersi nel verde.IMG_1104-580x435
Nel Parco Nazionale del Pollino, situato tra Calabria e Basilicata, un luogo dove sembra quasi che l’uomo non abbia ancora messo piede, partendo da Civita si può raggiungere la Riserva naturale Gole del Raganello, un’area di 1.600 ettari all’interno del Parco, dove è possibile praticare canyoning, ammirando una natura di straordinaria bellezza, totalmente incontaminata.IMG_1170-580x773 La passione per questo sport ha portato molti giovani professionisti del luogo – avvocati, architetti, ecc. – a dedicarsi per alcuni mesi dell’anno all’attività di guida turistica, tralasciando la propria professione, per far vivere ai turisti l’avventura emozionante delle Gole del Raganello.
Molte le attività proposte in loco dal gruppo escursionistico Avventurieri del Sud, che organizzano, oltre al canyoning, anche 30 diversi itinerari di trekking, adatti ad ogni età e di diverso grado di difficoltà, per portare alla scoperta di boschi, vallate, pareti rocciose e rifugi montani dove gli unici rumori sono lo scroscio dell’acqua che viene giù dalle montagne ed il cinguettio degli uccelli. Volendo, si possono fare trekking di più giorni, con pernottamento in tenda e sacco a pelo o in agriturismi o B&B della zona. Per vivere la natura in prima persona!IMG_1199 (3)
Per maggiori informazioni: www.avventurieridelsud.it oppure www.goleraganello.it
Gli appassionati di rafting troveranno anche nel piccolo paese di Laino Borgo (Cs) la possibilità di fare discese emozionanti in gommone e, alla fine, poiché si sa che praticare sport fa consumare energie e quindi fa venire appetito, in un qualsiasi ristorante del luogo potranno assaggiare l’ottima cucina calabrese, a base di prodotti locali ( a km 0!).
Ecco qualche esempio di attività che si può praticare sul vicino fiume Lao:
Soft rafting
Escursione adatta sia ad adulti che a bambini (dai 4 anni in su) in un tratto di fiume caratterizzato dalla presenza di salti e curve; ha una lunghezza in fiume di 4 km e una durata di 1 ora circa;
Canyon Rafting
Escursione che attraversa le Gole del fiume Lao, uno dei canyon più belli d’Europa e che da quest’anno è entrato a far parte del patrimonio dell’UNESCO. Permette di ammirare lo snodarsi del fiume tra ripide e alte pareti rocciose, in uno scenario davvero suggestivo. Ha una lunghezza di navigazione in fiume di 14 km e una durata di circa 2 ore e mezza; età minima 14 anni.Schermata 2016-07-26 alle 11.35.49
Stop& Go- Mini Day Rafting
Escursione adatta a tutti, adulti e bambini, resa emozionante dalla presenza di salti e curve e di una natura incontaminata! Dopo aver percorso i primi 4 km, ci si ferma lungo il fiume per il pranzo a base di prodotti tipici , poi si parte per il secondo tratto di 14 km (età minima 14 anni), per ammirare uno straordinario spettacolo naturale, che rimarrà sicuramente impresso nella mente per la sua bellezza e spettacolarità! Durata del percorso di circa 4/5 ore;
Full Day Rafting
Esperienza indicata per gli irriducibili di questo sport, un’avventura unica, lunga ben 26 km: dopo aver percorso i primi 14 km del Canyon Rafting, si continua per successivi 12 km. Durante il tragitto ci si ferma sulle rive del fiume per il pranzo, a base di prodotti tipici locali , come salumi e formaggi. Età minima 14 anni; durata del percorso di circa 6/7 ore;Schermata 2016-07-26 alle 11.35.04
Per qualsiasi informazione: Lao Rafting 098185644 laorafting@gmail.com
Un’altra escursione da fare è, in provincia di Cosenza, a Cerchiara, dove si può visitare il Santuario della Madonna delle Armi, da cui si gode un suggestivo panorama del Mar Ionio visto dall’alto.

…ma spostiamoci più a sud, verso il Parco Nazionale dell’Aspromonte, per salire sulle pendici del Montalto, la cima più elevata del Massiccio dell’Aspromonte, da cui si possono ammirare sia il mare Ionio che il Tirreno: una visione paesaggistica che solo la punta estrema Calabria può offrire! Ovviamente non può mancare una sosta gastronomica, nei borghi di Bova o di Gallicianò, dove il tempo sembra essersi fermato, per assaggiare le tipicità dei prodotti della zona, davvero unici e… buonissimi!IMG_1258-580x435
I gruppi possono avvalersi dell’organizzazione di Naturaliter, che propone trekking allo scopo di far conoscere le risorse e le peculiarità locali di un ambiente naturale unico, quello del parco, dove a trionfare è la natura.

L’organizzazione è curata nei minimi particolari, dai transfers alla ricettività, nell’ottica di un turismo responsabile e rispettoso dell’ambiente. Per contribuire ad evitare l’estinzione dell’asino, inoltre, Naturaliter organizza anche un trekking del tutto particolare, nel quale si cammina a piedi, ma seguiti dagli asini, che fanno da sherpa; l’itinerario si svolge nell’Area Greca del Parco Nazionale dell’Aspromonte, lungo il cosiddetto “Sentiero dell’Inglese”, il percorso seguito nell’estate del 1847 dal paesaggista viaggiatore inglese Edward Lear.

Per informazioni: www.naturaliterweb.it
IMG_1273-580x435Full immersion nella natura, varietà di paesaggi, gastronomia che valorizza tantissimi prodotti locali, dalle caratteristiche ormai introvabili altrove, sono i plus che fanno della Calabria una destinazione che può offrire al turista una vacanza speciale, all’insegna del contatto con un natura “vera”, ancora non toccata dal turismo di massa.
Anna Rubinetto

CONDIVIDI:

Articoli simili

ENGADINA: St.MORITZ, pasqua e settimane bianche da sogno al SUVRETTA HOUSE

anna.rubinetto

Impressioni di viaggio sul Frecciarossa 1000

ugo

A Riccione per la Borsa del Turismo Sportivo e Vacanze Attive

redazione1
Please enter an Access Token