Innsbruck, il fascino della capitale delle Alpi

[highlight color=”eg. yellow, black”]La città austriaca tra storia, natura e archistar[/highlight]

[dropcap]A[/dropcap]pochi chilometri dal confine italiano, nel cuore delle Alpi, Innsbruck rappresenta un mix perfetto di natura e cultura, storia e modernità.

La suggestiva cornice delle Alpi circonda il centro storico dove architetture rinascimentali e settecentesche convivono con opere di design uscite dalla mano di celebri archistar.

[dropcap]D[/dropcap]al centro storico, caratterizzato anche dalle famose pasticcerie con i tavolini all’aperto, si può salire in montagna in soli 20 minuti grazie all’avveniristica funicolare realizzata dall’archistar, recentemente scomparsa, Zaha Hadid

L’innovativo impianto di risalita, vero capolavoro architettonico, conduce a 2300 metri di altezza. La via che porta alla vetta è costellata di stazioni intermedie.

[dropcap]D[/dropcap]opo una fermata a Hungerburg, si arriva alla fermata Alpenzoo, dove si trova lo zoo alpino più alto d’Europa, che ospita oltre 150 specie di animali: orsi, linci, lupi, ma anche bisonti, aquile e stambecchi. Un’altra sosta della funicolare è Seegrube, dove si può ammirare il paesaggio sulla città e sulle montagne circostanti, partire per indimenticabili escursioni, oppure decidere di gustarsi un buon caffè austriaco all’Alpen Lounge Seegrube, gioiello della Norkette, la zona chill out più in quota di Innsbruck. Qui ci si può rilassare perdendosi fra musica, piatti raffinati, cocktail fantasiosi e una fantastica terrazza dove poter prendere il sole.

[dropcap]L[/dropcap]a successiva stazione della funicolare è l’Hafelekar, dove si può godere di una vista mozzafiato sull’intera città e sui monti circostanti, e decidere di fare una breve escursione verso la vetta Karspitze, a 2.334 metri di quota, attraverso un comodo sentiero percorribile in circa 30 minuti. 

Zaha Hadid ha realizzato anche il celebre trampolino del salto con gli sci del Bergisel, emblema di Innsbruck. In quest’opera, il grande architetto ha riunito in modo geniale ed elegante il trampolino del salto, il caffè e il tratto di rincorsa formando un tutt’uno imponente ed emblematico, una scultura utilizzabile. Questo capolavoro è destinato prevalentemente al salto con gli sci, ma anche i turisti possono godere le ricche opportunità che offre: un moderno ascensore obliquo divide l’ingresso della torre dal Belvedere, dove si apre un panorama a 360 gradi sulle montagne. Subito sotto la piattaforma del Belvedere c’è l’accogliente Café im Turm (caffè nella torre).

2012_406[dropcap]L[/dropcap]a principale via pedonale di Innsbruck, via Maria-Theresien-Straße, ospita negozi eleganti e facciate riccamente decorate, ed è impreziosita dalla vista del Tettuccio d’Oro e della maestosa catena di montagne Nordkette sullo sfondo. Lungo la via si trova inoltre un tempio dello shopping: il Kaufhaus Tyrol, costruito su progetto di David Chipperfield. La struttura si caratterizza per il vetro, il cemento e i colori chiari, e si sviluppa attorno a un vasto salone centrale illuminato dalla luce del giorno.

[dropcap]A[/dropcap]ncora lungo via Maria-Theresien-Straße si incontrano le Gallerie del Municipio (Rathausgalerien), progetto dell’architetto francese Dominique Perrault: una luminosa zona pedonale coperta, con caffè, negozi e il The Penz, il primo design-hotel della città. 

Poco distanti, ecco le gallerie di arte contemporanea Galerie im Taxispalais e Kunstraum Innsbruck.

Ci sono diversi tour turistici a tema attivi in città: gli Architek[tour]en sono percorsi incentrati sul tema dell’architettura; il Not to Miss (Da non perdere) collega tra loro le più belle attrazioni di Innsbruck e dintorni; il circuito Innsbruck aktuell (Innsbruck oggi) è concepito come una gradevole passeggiata per la città; il tour Von Innsbruck nach Hall (Da Innsbruck a Hall) conduce i visitatori attraverso il villaggio olimpico; il Rund um Innsbruck (Attorno a Innsbruck) porta alla scoperta delle meraviglie architettoniche della periferia cittadina; il tour Bauen für Gäste (Edifici per gli ospiti) rivela le più attraenti strutture ricettive della zona; il percorso Berg auf, Berg ab (Su e giù dalle montagne), infine, conduce a sorprendenti impianti di risalita e ad attraenti ristoranti montani.

[dropcap]M[/dropcap]a Innsbruck è anche la meta ideale per i gourmet più raffinati. Tra i ristoranti più famosi ricordiamo: Alfred Miller’sSchoneck, una trattoria nata nel 1899, Sitzwohl, con annesso shop di specialità gastronomiche Geislerei, Chez Nico, con una cucina creativa, aromatica e interamente vegetariana, e ancora Lichblick, Schindler, Convento, Dengg, Wilder Mann, Die Wilderin, Café Sacher e la trattoria da Peppino. Per quanto riguarda invece i caffè e le pasticcerie, vero vanto della città austriaca, non possiamo non menzionare il Café Central, il Café Sacher, il Katzung e il Munding.

[information]Per tutte le informazioni su Innsbruck quale meta turistica: www.innsbruck.info[/information]

Anna Rubinetto

By | 2016-05-07T15:03:28+00:00 maggio 2016|Destinazioni, Europa, Suggeriti|