HomeToGo: i migliori consigli per una vacanza tra primavera ed estate 2016

HomeToGo, il più grande meta-motore di ricerca per case e appartamenti vacanza che permette di cercare e confrontare in modo facile e veloce le oltre 6 milioni di offerte disponibili in oltre 200 Paesi e da più di 150 siti diversi, ha analizzato oltre 1,7 milioni di case vacanza in 37 diversi Paesi europei individuando le destinazioni che, con un occhio ai prezzi, potrebbero essere quelle giuste per la stagione primaverile e quelle che, invece, si potrebbe preferire per l’estate. Con i consigli di questo studio sarà più facile scegliere date e destinazioni per programmare una vacanza in Italia e in Europa.

Uno sguardo d’insieme all’Europa – Svizzera e Regno Unito hanno i prezzi più elevati tra quelli dei 37 Paesi oggetto di analisi e, nel primo caso, piuttosto stabili dalla bassa (841 euro) all’alta stagione (949 euro). Segue la Grecia con una media estiva di 820 euro a settimana, anche se un soggiorno nella famosa Mykonos in alta stagione costa 2,445 euro. La Spagna ha prezzi simili: una media di 807 euro a settimana in estate e la possibilità di risparmiare fino a 240 euro scegliendo la primavera. Mentre i prezzi di Madrid e Barcellona restano piuttosto stabili, quelli di Ibiza, particolarmente nota per la vivace vita notturna, aumentano del 69,5% raggiungendo i 1,822 euro, il che spiega gli oltre 3 mesi di anticipo della prenotazione per un soggiorno nel mese di agosto. Più economica la Francia dove un soggiorno di una settimana in l’estate ha un costo di 642 euro con la possibilità di risparmiare circa il 25% in primavera. Tuttavia, i prezzi di Porto-Vecchio, in Corsica, raggiungono i 1,450 euro a luglio, periodo per il quale le case vacanze nell’isola sono prenotate, anche qui, con oltre 3 mesi di anticipo – un mese in più rispetto a Parigi (927 euro a settimana in estate). I prezzi per i Paesi Bassi differiscono appena da quelli spagnoli e, nonostante un generale incremento stagionale del 42,5%, si consiglia di prenotare con oltre 2 mesi di anticipo per Amsterdam e di preferire l’estate per Aruba, nei Caraibi del sud, quando i prezzi calano leggermente (1,375 euro). I prezzi di Croazia e Turchia, invece, non raggiungono i 600 euro a settimana nemmeno in alta stagione. Lo stesso vale per la Germania, ancora più economica e con prezzi piuttosto stabili. Fanno eccezione Monaco i cui prezzi raggiungono in estate gli 855 euro e l’isola di Rügen, nel Mare del Nord, dove si registra un incremento di circa il 50%.

Vacanze nostrane: destinazioni e prezzi in Italia – In Italia un soggiorno di una settimana nei mesi di luglio e agosto, nonostante gli interminabili chilometri di bellissime coste, costa in media 763 euro, con un incremento dalla bassa all’alta stagione del 34,5%.

Il turismo dei laghi, i paesaggi alpini e la fuga dalle grandi città – I prezzi nelle aree dei laghi sono già piuttosto elevati in primavera ma in estate aumentano fino al 61,2%, nel caso del Lago di Garda. Qui il prezzo di soggiorno di 852 euro a settimana non scoraggia affatto i visitatori che prenotano con oltre 3 mesi di anticipo per assicurarsi una vacanza sulle sue rive in agosto. Bardolino, sulla sponda veneta, registra da sola un incremento dell’87,4%. Sarà l’influenza Svizzera, ma è proprio il Lago di Lugano ad avere i prezzi più elevati sia in primavera (771 euro) che in estate (971 euro). Per gli amanti della montagna Madonna di Campiglio, in Trentino, registra un incremento dei prezzi del 33,7% che raggiungono gli 832 euro nei mesi di luglio e agosto. Estate è sinonimo di “fuga dalle grandi città” che registrano una variazione dei prezzi negativa – è il caso di Roma (-4%), Milano (-8,1%) e Venezia (-2,2%) – o positiva ma appena percettibile – come per Napoli (0,3%), Firenze (2,8%) e Palermo (2,9%).

Le località sul mare – Tra destinazioni VIP e quelle in cui poter risparmiare Acque turchesi e uniche atmosfere la rendono una meta desiderata da milioni di turisti ogni anno e, per questo, non sorprende che i prezzi della Sardegna aumentino del 76,3% in estate. Nella località di Golfo Aranci, si registra un eccezionale incremento pari al 129,8% dove si raggiungono i 1,127 euro a settimana. Anche i prezzi della Maddalena, seppur più accessibili in estate (803 euro), variano considerevolmente (+61,9%). Per una vacanza in Sardegna durante il mese di agosto si prenota con quasi 3 mesi di anticipo. La costa adriatica offre una vasta scelta di località balneari, tra cui, lungo il tratto veneto, Bibione con prezzi a settimana pari a 828 euro in alta stagione e con un notevole aumento dei prezzi rispetto alla primavera pari al 113,3%. Chi desidera una vacanza al Lido di Jesolo tenga presente che qui i prezzi aumentano dell’87,4% raggiungendo i 926 euro. Più costosa Rimini dove un soggiorno di una settimana in l’estate costa 971 euro (+94,8%). Ciò nonostante una casa vacanze per questa nota destinazione è prenotata per luglio e agosto con rispettivamente 48 e 58 giorni di anticipo – decisamente meno rispetto alla Sardegna o al Lago di Garda. È Riccione la località su questo tratto di costa adriatica, non solo più costosa, ma anche con una variazione stagionale dei prezzi più forte (+105,8%) che raggiungono in estate i 1,019 euro a settimana. Spostandosi in Puglia, Gallipoli, pur essendo una meta tra le più note della regione per il turismo estivo, offre prezzi più accessibili: 747 euro in estate e 399 euro in primavera. Il Salento registra, al contrario, un incremento decisamente più contenuto (+34,4%) ed è qui possibile risparmiare, forse sorprendentemente, circa 100 euro rispetto a Gallipoli per una settimana di soggiorno in alta stagione. Le prenotazioni per il Salento sono effettuate per agosto con 78 giorni di anticipo – circa due settimane in più rispetto a Rimini. In Liguria, Porto Venere ha prezzi che raggiungono in estate i 1,052 euro, circa il doppio rispetto alla bassa stagione. Le Cinque Terre offrono prezzi più contenuti, 843 euro in estate e 650 nei mesi di aprile e maggio. Un buon incentivo per una vacanza in una delle due località liguri, entrambe tra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. I prezzi per Portoferraio, nella piccola Isola d’Elba, aumentano in alta stagione del 110,1% raggiungendo i 949 euro a settimana in luglio e agosto. Sempre in Toscana, i prezzi in Maremma raggiungono i 1,074 euro in estate (+60,1% rispetto alla primavera). È la Campania la regione con i prezzi più alti durante l’estate e le case vacanza in estate sono prenotate qui con un anticipo di circa 3 mesi. Capri, tra le località più costose, nonostante registri una variazione stagionale dei prezzi relativamente contenuta (+34,5%), ha prezzi che raggiungono i 1,955 euro in alta stagione. Anche per la Costiera Sorrentina e la Costiera Amalfitana è necessario un budget di oltre 1,000 euro per una vacanza nei mesi di luglio e agosto.

Info, analisi completa: www.hometogo.it/media/trend-di-viaggio-europa-2016

Giovanni Scotti

 

By | 2016-04-05T21:28:34+00:00 aprile 2016|News, tecnologia|