Viaggiare News
News tecnologia

Hotels.com: la guida agli hotel più bizzarri degli Stati Uniti

Gli esperti di viaggi di Hotels.com, il sito leader nella prenotazione di hotel online, con strutture disponibili in tutto il mondo, che includono catene alberghiere e resort all inclusive, ma anche hotel indipendenti e bed & breakfast, hanno realizzato una guida agli hotel più stravaganti d’America

The Curtis, Denver – Quello al The Curtis non è un semplice soggiorno, è un’esperienza! Si tratta del migliore hotel per gli appassionati della cultura pop. Entrando nell’atrio dell’hotel, troverete delle vignette che fanno pensare a un tipico negozio “five and dime” che vende oggetti del passato. Ciascuno dei 13 piani del Curtis Hotel è associato a un tema diverso. Ci sono stanze dedicate a Star Trek, Jimmy Buffet e i Ghostbusters! Il Curtis Hotel si vanta di aiutare i suoi ospiti ad “essere felici” ed è possibile richiedere il servizio sveglia con la voce di Elvis, Yoda o persino Austin Powers – A partire da €152 per camera a notte su Hotels.com

The Moonrise Hotel, St. Louis – Se avete sempre sognato di andare nello spazio, il Moonrise Hotel è il posto che gli assomiglia di più. Dal muro cangiante dell’atrio alla luna rotante in cima all’edificio, un design appariscente e bizzarro è ciò che distingue il Moonrise Hotel. Giochi lunari, navi spaziali e insoliti cimeli dello spazio fanno tutti parte dell’arredamento. Il bar sul terrazzo in cima all’edificio e i vari servizi eco-friendly, come ad esempio il tetto a pannelli solari, danno una marcia in più a questo hotel – A partire da €177 per camera a notte su Hotels.com

McMenamins Kennedy School, Portland, Oregon – Un ex pub e scuola elementare. Al McMenamins Kennedy School di Portland è finalmente possibile dormire in classe! Alcune delle 57 stanze per gli ospiti erano delle aule e conservano ancora dettagli originali come cattedra e lavagna. Quello che una volta era l’auditorium della scuola è ora un cinema, mentre al posto della mensa scolastica oggi c’è un ristorante – A partire da €148 per camera a notte su Hotels.com

The Queen Mary, Long Beach, California – La Queen Mary è una nave da crociera di lusso, ormai dismessa, costruita negli anni ’30. Durante i suoi giorni di gloria, la Queen Mary era il transatlantico più grande al mondo che trasportava celebrità di Hollywood come Bob Hope e Clark Gable, reali come il Duca e la Duchessa di Windsor, e dignitari come Winston Churchill. Con l’inizio della Seconda Guerra Mondiale, la Queen Mary è stata trasformata in una nave per il trasporto delle truppe. È stata dipinta di un grigio mimetico, privata dei suoi comfort di lusso e soprannominata “Grey Ghost”, per via del suo colore sobrio e severo. Ora la barca è un hotel galleggiante con più di 300 stanze. Un ricco rivestimento a pannelli e foto originali trasformano le camere degli ospiti in musei viventi con oblò apribili. Tuttavia, un soggiorno sulla Queen Mary non è per i deboli di cuore. La barca sembra infatti essere infestata! Si racconta di avvistamenti di fantasmi: una donna che balla da sola vestita con un abito da sera bianco e di una bambina che stringe un orsacchiotto – A partire da €152 per camera a note su Hotels.com

Featherbed Railroad Company, Nice, California – Il Featherbed Railroad è il bed & breakfast più insolito della California. Situato proprio sul litorale del Clear Lake nella contea di Lake (California del Nord), questo bizzarro b&b offre un soggiorno in una delle nove carrozze vintage decorate a tema, che si trovano all’interno di in un parco affacciato sul molo, con tanto di spiaggia. Le carrozze a tema comprendono un bordello in stile Las Vegas (con velluto rosso e reliquie del Mustang Ranch) e il celebre Orient Express, in stile Art Deco –  A partire da €145 per camera a notte su Hotels.com

Info: www.Hotels.com

Giovanni Scotti

CONDIVIDI:

Articoli simili

Booking.com – le otto destinazioni più desiderate

anna.rubinetto

Goldcar: 10 suggerimenti per un’esperienza di autonoleggio ottimale

anna.rubinetto

All’ Adventure Park Le Pigne al via la Settimana dello Sport e dell’Ambiente

anna.rubinetto
Please enter an Access Token