Viaggiare News
Proposte Suggeriti tour operator

In Perù con Vuela per un Viaggio fotografico dal 12-29 marzo 2016

I colori dei mercati, le città perdute degli Inca, i sentieri che si inerpicano sulle pendici dei monti, le dune del deserto, i paesaggi andini, le intense sfumature dei laghi, gli improbabili villaggi galleggianti, le necropoli, le miniere di sale, la ricca gastronomia.

I volti e i sorrisi dei quechua, degli uros e dei popoli delle Ande.

Gli ingredienti ci sono tutti per chi desidera viaggiare in un mondo di grandi emozioni, luci, colori, suoni e sapori. Un viaggio dedicato agli appassionati della fotografia che potranno nel corso di questo itinerario realizzato su misura, scattare immagini senza tempo e spazio.

Itinerario: Lima – Paracas – Isole Ballestas – Ica – Huacachina Nazca – Chalhuanca – Cusco – Valle Sacra degli Inca (Chinchero/Maras/Moray/Pisac, mercato e rovine/Ollantaytambo) – Aguas Calientes – Machu Picchu – Cusco – Puno – Lago Titicaca (Isole Flottanti degli Uros) – Isola Taquile – Lima

1° giorno, 12 marzo: Italia

Volo intercontinentale dall’Italia per il Perù in serata.

2° giorno, 13 marzo: Italia – Lima (Perù) – Paracas

Arrivo all’aeroporto di Lima e partenza per Paracas con mezzo privato (260 chilometri di distanza, circa 4 ore e mezza di percorso). Pranzo durante il viaggio a Cañete o Chincha Alta. Arrivo all’Hotel La Hacianda a Paracas, sistemazione nelle camere e resto della giornata a disposizione per relax. Cena e pernottamento in hotel.

3° giorno, 14 marzo: Paracas – Isole Ballestas – Ica

Prima colazione in hotel. Partenza per l’escursione alle Isole Ballestas. Si naviga fino alle isole dove si possano osservare leoni marini, pellicani, pinguini e altri volatili di mare. Sia all’andata sia al ritorno opportunità di ammirare il Candelabro, una figura gigantesca, di origine ancora misteriosa, nello stile delle Linee di Naza, disegnata nella sabbia al lato di una collina. Si rientra sulla terra ferma, si lascia l’hotel alla volta di Ica (72 chilometri, un’ora e mezza circa di percorso). Arrivo all’Hotel  Viña Queirolo. Sistemazione.

Pranzo e abbinamento vino e cucina. Tour guidato con sommellier nel vigneto della tenuta durante il quale si impara a distinguere i tipi di vite e il processo di crescita. Visita alla zona della distillazione e spiegazione del processo di lavorazione del vino e del pisco, il liquore nazionale peruviano. Si passa poi al pranzo che prevede un abbinamento tra cibo e vino a cura del Sommellier. Antipasto, piatto di portata e dolce accompagnati con vino e pisco.

Alle 17:30 circa, partenza per la grigliata sulle dune di Huacachina – Ica, ammirando il tramonto del sole. Rientro in hotel e pernottamento.

4° giorno, 15 marzo: Ica – Huacachina

Prima colazione e partenza intorno alle ore 10:00 per l’escursione e l’emozionante sand boarding a bordo di speciali mezzi 4×4 ideali (tipo dune buggy) per cavalcare  la sabbia delle dune di Huacachina. Pranzo all’Oasis di Huacachina all’Hotel Mossone. Nel primo pomeriggio, check out e partenza per Nazca (142 chilometri, circa 2:45 ore) con sosta al Mirador de Nazca. Sistemazione all’Hotel Hacienda Majoro, cena in hotel e pernottamento.

5° giorno, 16 marzo: Nazca – Chalhuanca

Prima colazione e partenza per l’escursione al cimitero di Chauchilla. Questo cimitero archeologico si trova a 26 chilometri a sud est della città di Nazca, sul lato destro della valle Las Trancas. Si tratta di una necropoli che risale a oltre mille anni fa e appartiene al periodo della cultura Ica-Chincha. Per molti anni questa antica necropoli è stata saccheggiata e danneggiata dai profanatori di tombe alla ricerca di oggetti e gioielli preziosi con i quali venivano sepolti i defunti. Rientro in hotel e pranzo. Check out e parenza per Chalhuanca (360 chilometri – 8 ore circa). Arrivo all’Hotel Tanpumayu, sistemazione nelle camere assegnate, cena e pernottamento.

6° giorno, 17 marzo: Chaluanca – Cusco

Prima colazione e tempo a disposizione per fotografare. Trasferimento a Cusco (325 chilometri, 7 ore circa) e box-lunch. Arrivo a Cusco e sistemazione nell’Hotel San Augustin El Dorado, cena e pernottamento.

7° giorno, 18 marzo: Cusco

Prima colazione e tempo a disposizione per fotografare. Pranzo libero. Nel pomeriggio, tour della città con visita al Tempio del Sole o Koricancha. L’escursione prosegue fuori dalla città per visitare i complessi inca di Kenko, Tambomachay, Puca Pucara e la impressionante Fortezza di Sacsayhuaman, costruita in pietra tagliate perfettamente e assemblate con una precisione impressionante, strategicamente su una collina che domina Cusco. Famosa per le sue enormi lastre per formare la parte esterna del complesso. Alcune di queste pietre sono alte oltre 9 metri e pesano più di 350 tonnellate. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

8° giorno, 19 marzo: Cusco – Valle Sacra degli Inca (Chinchero/Maras/Moray)

Prima colazione. Viaggio privato al villaggio di Chinchero, le miniere di sale di Maras e le terrazze circolari di Moray. Durante il percorso si possono ammirare alcune delle località più pittoresche e suggestive della Valle Sacra degli Inca. Per iniziare, si visita un villaggio tradizionale andino, Chinchero, situato sulla montagna di Anta. La visita include siti archeologici inca, un villaggio andino, la chiesa coloniale e un variopinto mercato dove è usanza praticare il baratto delle merci. Si lascia Chinchero per la visita delle antiche miniere di sale del villaggio di Maras. Qui si trovano circa 3.000 saline costruite dagli Incas su terrazze circolari dove conservare il sale che sgorga da una vicina sorgente naturale. Le terrazze permettono al sale di cristallizzarsi per essere raccolto in un secondo tempo. La visita continua a Moray, dove gli Inca hanno realizzato in una cavità naturale, delle terrazze disposte a livelli concentrici, ognuna delle quali veniva utilizzata per coltivare ortaggi differenti, a seconda del grado di umidità e dell’altitudine. Molti ritengono anche che le terrazze abbiano un significato astronomico. Pranzo in ristorante locale. Cena e pernottamento in hotel.

9° giorno, 20 marzo: Valle Sacra degli Inca (Pisac, mercato e rovine/Ollantaytambo) – Aguas Calientes 

Prima colazione. Partenza per l’escursione al sito archeologico di Pisac, per osservare le terrazze agricole costruite ancora dagli Incas sui fianchi dei monti e delle colline. Per visitare il sito, si cammina per sentieri stretti e curvi di montagna. Tra gli edifici più importanti dell’area, troviamo Pisac, Intihuatana, un gruppo di tempi, l’area denominata “Q’Allaqasa”, la cittadella eretta su uno sperone naturale. Molto interessante il mercato artigianale e tessile che si svolge martedì, giovedì e domenica, e che offre una interessante esperienza (soprattutto per chi fotografa) dal momento che la piazza principale, dove si svolge il mercato, si riempie di vistosi colori per la grande varietà di prodotti. Bella opportunità per acquistare oggetti artigianali di Pisac e delle comunità vicine.
La giornata continua con la visita al complesso archeologico di Ollantaytambo, uno degli insediamenti umani più antichi e vissuti delle Americhe. Questo luogo mostra il migliore esempio di pianificazione urbanistica degli Inca. La parte più interessante è la fortezza – tempio, costruita con enormi pietre. Pranzo in un ristorante locale della Valle Sacra degli Inca, quindi trasferimento alla stazione di Ollantaytambo per prendere il treno Vistadome fino alla Città Perduta degli Inca, Machu Picchu. Cena libera. Sistemazione all’Hotel Hatun Inti Classic di Aguas Calientes.

10° giorno, 21 marzo: Aguas Calientes – Machu Picchu – Cusco

Prima colazione. Partenza la mattina presto in bus per un tragitto di una ventina di minuti, salendo per una strada a zig zag fino alla incredibile Machu Picchu. L’escursione include un tour guidato della Cittadella, visitando la Piazza Principale, la Torre Circolare, l’Orologio Solare, gli appartamenti reali, il tempio delle Tre Finestre e il cimitero. Tempo libero per passeggiare e fotografare la cittadella. Pranzo in un ristorante di Aguas Calientes. In serata, rientro in treno a Cusco, trasferimento all’Hotel San Augustin El Dorado, cena e pernottamento.

11° giorno, 22 marzo: Cusco

Prima colazione. Giornata libera a disposizione per fotografare la bella città. Pranzo e cena liberi. Pernottamento in hotel.

12° giorno, 23 marzo: Cusco – Puno

Prima colazione e trasferimento alla stazione ferroviaria (lunedì, mercoledì, sabato) per un viaggio alla scoperta dell’affascinante paesaggio andino del Perù a bordo del treno di lusso, Andean Explorer. Esperienza unica, per tutti ma soprattutto per gli amanti della fotografia, tra montagne, nuvole, cime innevate. Un viaggio di dieci ore per assaporare paesaggi incredibili tra montagne, dolci pianure e villaggi, per terminare a Puno, sulle sponde nel maestoso Lago Titicaca, il lago più alto navigabile al mondo, situato a 3.812 metri sopra il livello del mare.

L’Andean Explorer immerge il passeggero in un ambiente squisitamente decorato nello stile ricercato dei grandi treni passeggeri degli anni venti. Prevede anche un vagone ristorante e un vagone bar osservatorio. Pranzo a bordo.
All’arrivo a Puno, trasferimento all’Hotel Sonesta, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

13° giorno, 24 marzo: Puno – Isole Flottanti degli Uros – Isola Taquile

Prima colazione e partenza la mattina presto per una indimenticabile escursione in barca a motore sul Lago Titicaca per visitare le Isole Flottanti degli Uros, antico popolo del lago, conosciuto anche come la Tribù Acquatica. Questa gente, nativa delle Ande, costruisce delle isole intrecciando delle canne di totora e ancorandole al fondo del lago. Lo stesso materiale è usato per realizzare le loro case e barche. La navigazione continua fino all’Isola di Taquile, abitata dai nativi quechua che hanno sviluppato, di generazione in generazione, un efficiente e orginale sistema sociale oltre che una bellissima tecnica di tessitura. Pranzo all’arrivo sull’isola, quindi camminata per le colline e i siti archeologici. Sistemazione per il pernottamento in una delle case locali a Taquile. Cena. Cerimonia del fuoco, un rituale antico che si ripete ancora oggi.

14° giorno, 25 marzo: Isola di Taquile – Puno

Prima colazione. Tempo a disposizione per passeggiare per l’isola, le colline, i siti archeologici e per scoprire usi e costumi degli abitanti. Ideale per fotografare! Pranzo a Taquile. In serata rientro a Puno. Cena e pernottamento all’Hotel Sonesta.

15° giorno, 26 marzo: Punto – Juliaca – Lima

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo per Juliaca-Lima. Arrivo a Lima, trasferimento all’Hotel Allpa, sistemazione in camere. Pasti liberi: occasione per provare la grande cucina peruviana, una delle più apprezzate al mondo, in uno dei rinomati ristoranti della città.

16° giorno, 27 marzo: Lima

Prima colazione. Mattinata libera per fotografie e visite. Mezzo di trasporto a disposizione per circa 5 ore. Pranzo libero. Trasferimento in serata al Ristorante La Damajuana, dove è previsto uno show dal vivo e la cena. Rientro in hotel e pernottamento.

17° giorno, 28 marzo: Lima – Italia

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e servizio di assistenza per il volo di rientro in Italia.

18° giorno, 29 marzo: Italia

Arrivo in Italia e proseguimento per la destinazione di provenienza.

Fine dei nostri servizi.

Quota per persona in camera doppia: 3.800,00 euro Supplemento camera singola: 510 euro

Copia di _W3B9552

Quota per persona in camera doppia: 3.800,00 euro Supplemento camera singola: 510 euro

La quota comprende:

voli intercontinentale senza tasse
volo nazionale
sistemazione in hotel con prima colazione 11 pranzi

12 cene
Trasferimenti e assistenza privata
Trasferimento via terra da Lima a Cusco con mezzo privati Visite ed escursioni come da programma
Assicurazione medico bagaglio.

La quota NON comprende:

tasse aeroportuali volo intercontinentale e nazionale circa 535 euro quota d’iscrizione 40 euro

Per info : www.vuela.it

CONDIVIDI:

Articoli simili

Jungle Jump: la nuova attrazione Social del Parco Acqualandia di Iesolo

redazione1

Renault Talisman, la nuova berlina tutta eleganza e controllo

claudia.dimeglio

Dal tempio buddista all’Orient Express: 7 idee per trascorrere il Capodanno 2017

anna.rubinetto
Please enter an Access Token